Madrid modificherà dieci leggi per snellire ed equilibrare la pianificazione territoriale

Madrid modificherà dieci leggi per snellire ed equilibrare la pianificazione territoriale
Madrid modificherà dieci leggi per snellire ed equilibrare la pianificazione territoriale

In un momento di ripresa economica e demografica, la Comunità di Madrid cerca di garantire che questa crescita sia ritmica. Questo è almeno l’obiettivo del disegno preliminare di legge recante misure per lo sviluppo equilibrato dell’ambiente e la pianificazione territoriale, di cui oggi ha diffuso le linee principali. Sotto un nome così lungo, il testo si propone di modificare oltre 130 articoli di dieci leggi della regione con l’obiettivo, tra gli altri, di semplificare le procedure e la regolamentazione in materia ambientale, territoriale e urbana.

È stato il ministro dell’Ambiente, dell’Agricoltura e dell’Interno, Carlos Novillo, ad avere il compito di precisare alcuni dei punti fondamentali della futura legge, già avanzati da EL PERIÓDICO DE ESPAÑA. Il consigliere ha individuato il quattro gol che si perseguono: “Aumentare l’offerta di alloggi; continuare ad avanzare verso gli obiettivi di decarbonizzazione e digitalizzazione; garantire il ricambio generazionale del settore primario e contrastare lo spopolamento delle aree rurali e, infine, tutelare la gestione del ciclo dell’acqua”. Da Sol sperano di poter portare presto questo testo all’Assemblea regionale, affinché possa esserlo approvato entro la fine dell’anno.

Tra le principali misure previste nella bozza di progetto c’è quella di introdurre la possibilità di richiedere una licenza di costruzione su un terreno fin dal momento della ricomposizione, modifica che consentirà di ridurre di un anno i termini per accelerare l’edificabilità. La modifica consentirà di snellire i progetti mentre prosegue l’elaborazione della nuova Legge fondiaria, attualmente in preparazione.

Centri dati

Un’altra azione mira a promuovere l’installazione di data center nella regione, uno degli impegni dell’esecutivo Díaz Ayuso. In questo senso, e come ha avanzato Novillo, la realizzazione di queste agevolazioni viene favorita attraverso la formula del Progetto di Azione Speciale su terreni edificabili non delimitati in lotti, che ridurrà i tempi di lavorazione. Allo stesso modo, per garantire l’elevato fabbisogno elettrico richiesto, il progetto preliminare elimina i piani infrastrutturali speciali per la distribuzione o il trasporto di energia e le telecomunicazioni. “Ciò significherà due anni di risparmio nell’implementazione”, ha affermato il consigliere.

Vengono eliminati anche questi piani infrastrutturali speciali per le opere idrauliche, azione che si concentra sulle opere del Piano Sanea migliorare le reti fognarie di 59 comuni della comunità. Inoltre viene abilitata una procedura esprimere per i lavori sul Canal de Isabel II dichiarati di interesse pubblico.

A favore della decarbonizzazione, il nuovo testo introduce modifiche in relazione alla collocazione sia dei pannelli solari che di altri impianti di energia rinnovabile destinati all’autoconsumo e dei punti di ricarica dei veicoli elettrici. Se fino ad ora è necessario elaborare un permesso di costruzione, la futura legge prevede che sia sufficiente una dichiarazione urbanistica responsabile dell’impianto.

Un altro pacchetto di misure mira a migliorare le condizioni dei produttori agricoli e di allevamento della comunità. In questo modo, faciliterà il ammodernamento dell’irrigazione e l’obiettivo sarà quello di fornire più usi e attività ai terreni rurali. Una delle novità evidenziate da Novillo è che verrà incentivata la commercializzazione dei prodotti agroalimentari nelle aziende agricole stesse.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Rocío Carrasco fa causa ad Antonio David
NEXT Zote Soap: il consiglio di Profeco per la casa – El Sol de Tlaxcala