Microsoft chiude un accordo da 22 milioni di dollari per risolvere la causa sul cloud e proteggersi

Microsoft chiude un accordo da 22 milioni di dollari per risolvere la causa sul cloud e proteggersi
Microsoft chiude un accordo da 22 milioni di dollari per risolvere la causa sul cloud e proteggersi

Di Foo Yun Chee

BRUXELLES, 10 luglio (Reuters) – Microsoft ha siglato un accordo da 20 milioni di euro (21,7 milioni di dollari) per risolvere una denuncia antitrust sulle sue pratiche di concessione di licenze per il cloud computing, evitando un’indagine antitrust da parte dell’Unione Europea e una possibile grossa multa.

L’organizzazione di servizi cloud CISPE, di cui fanno parte Amazon e una ventina di piccoli fornitori dell’UE, alla fine del 2022 ha presentato una denuncia alla Commissione europea sostenendo che le condizioni contrattuali imposte da Microsoft il 1° ottobre hanno danneggiato l’ecosistema europeo.

Microsoft è dietro al leader di mercato Amazon nel settore multimiliardario del cloud computing, ma davanti a Google di Alphabet. Il settore ha attirato il controllo antitrust su entrambe le sponde dell’Atlantico.

“Dopo aver lavorato con il CISPE e i suoi membri europei per oltre un anno, sono lieto che non solo abbiamo risolto le loro preoccupazioni passate, ma abbiamo anche lavorato insieme per definire un percorso futuro che porti ancora più concorrenza nel mercato informatico. nel cloud in Europa e oltre”, ha affermato Brad Smith, presidente di Microsoft.

Il CISPE ha indicato che Microsoft svilupperà un prodotto che consentirà ai membri del gruppo di eseguire il software dell’azienda sulle loro piattaforme all’interno dell’infrastruttura cloud Azure del colosso tecnologico americano, a prezzi equivalenti a quelli di Microsoft. L’azienda ha nove mesi per consegnarlo.

Microsoft risarcirà inoltre i membri del CISPE per le perdite di entrate legate ai costi di licenza negli ultimi due anni, ha affermato il gruppo, che non ha rivelato dati finanziari. L’azienda ha offerto complessivamente circa 20 milioni di euro, hanno riferito alla Reuters due persone a conoscenza diretta della vicenda.

L’accordo non include Amazon Web Services (AWS), Google Cloud Platform e AliCloud, che hanno suscitato critiche da parte delle prime due società.

“Continuiamo a sostenere il numero crescente di clienti, fornitori e regolatori in tutto il mondo che chiedono a Microsoft di porre fine alle sue pratiche discriminatorie nei confronti di tutti i clienti”, ha affermato un portavoce di AWS.

(1 dollaro = 0,9240 euro)

(Segnalazione di Foo Yun Chee; modificata in spagnolo da Carlos Serrano)

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Ford suggerisce un ulteriore sviluppo dell’Ontario Place, afferma che la posizione del centro scientifico è “assonnata”
NEXT Secondo nuove chat, Kelly Portalatino dice a Vladimir Cerrón: “Cambia posizione, non esporti”