Il Cabildo di Gran Canaria dichiara l’allerta per il rischio di incendi boschivi a partire da questo giovedì

Il Cabildo di Gran Canaria dichiara l’allerta per il rischio di incendi boschivi a partire da questo giovedì
Il Cabildo di Gran Canaria dichiara l’allerta per il rischio di incendi boschivi a partire da questo giovedì

Il Cabildo di Gran Canaria ha attivato il Piano di emergenza dell’isola (PEIN), che dichiara l’allerta per gli incendi boschivi sull’isola, che entrerà in vigore dalle ore 7:00 di questo giovedì 11 luglio, concentrato sul livello superiore a 600 metri sul livello del mare a nord e 400 metri a sud.

La Dichiarazione si basa su previsioni che indicano la possibilità che le temperature massime oscilleranno tra 35 e 37 gradi nell’area territoriale interessata dall’allerta.

A queste circostanze si aggiungono il calo dell’umidità relativa al di sotto del 30% a quote superiori agli 800 metri, una leggera foschia in quota e probabili raffiche di vento che, localmente, possono superare i settanta chilometri orari, il tutto in un contesto di siccità meteorologica di lungo periodo. ed elevato grado di stress idrico della vegetazione.

La misura implica il divieto dell’uso del fuoco nei rifugi, nei campeggi e nelle aree ricreative (compreso l’uso dei barbecue installati in queste aree), nonché dei fuochi d’artificio sui terreni forestali e ad una distanza di 400 metri nei dintorni.

Il Cabildo di Gran Canaria chiede che questo divieto venga rispettato poiché gli incendi agricoli, che sono una delle principali cause degli incendi boschivi e con condizioni meteorologiche così avverse, rappresentano un rischio estremo.

Nei terreni forestali e nei suoi dintorni sarà inoltre limitato l’uso di macchinari che generano scintille, come radiali, motoseghe, saldatrici, decespugliatori e simili, e non sarà consentito né la carbonella né l’uso del fuoco nell’apicoltura.

Per questo fine settimana è prevista una situazione climatica molto calda, con temperature sull’isola che potrebbero raggiungere i 40 gradi nelle zone centrali e nelle vette dell’isola.

La Dichiarazione stabilisce il divieto espresso delle seguenti attività: L’uso del fuoco negli ostelli, nei campeggi e nelle aree ricreative gestiti dal Cabildo di Gran Canaria, sia in luoghi abitualmente abilitati a questo scopo sia attraverso qualsiasi tipo di sistema portatile; tutti i tipi di combustione nelle aziende agricole o forestali. (Vietato dal 1 luglio al 30 settembre), nonché la celebrazione di spettacoli pirotecnici, l’uso di fuochi d’artificio nonché qualsiasi tipo di dispositivo che contenga fuoco nelle aree forestali e ad una distanza di 400 metri attorno ad esse.

È inoltre vietato l’uso di macchinari che generino esplosioni come radiali, apparecchi per saldare, motoseghe e decespugliatori nelle aree forestali; l’uso del fuoco in operazioni culturali come la carbonellatura e l’apicoltura o l’accesso stradale lungo la GC-216, esclusi i servizi e i vicini, così come l’uso dell’Area Camping Llanos de la Mimbre e dell’Area Ricreativa Tamadaba.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV La star della NFL rivela perché “ODIA” che la sua squadra venga scelta per “Ardous Knocks” la prossima stagione
NEXT Un paese che aspetta tre figli