Con stili molto diversi, trionfano Roca Rey e Tomás Rufo

Con stili molto diversi, trionfano Roca Rey e Tomás Rufo
Con stili molto diversi, trionfano Roca Rey e Tomás Rufo

Dal punto di vista musicale, la Fiera prosegue, come dice la canzone di Cole Porter, con un sonoro «ostinato: sempre crescendo». Dopo l’importante successo di Emilio de Justo, questo pomeriggio condividono l’uscita attraverso la Puerta Grande Andrés Roca Rey e Tommaso Rufo, con stili molto diversi: a causa della sua strepitosa dedizione, il peruviano si taglia tre orecchie; per il suo temperamento classico, il Toledo, due. Resta in uno Miguel Angel Perera, per aver fallito con la spada. Il merito dei tre è accresciuto perché i tori di Carattere Ymbro Sono seri, molto armati, dotati di casta e mobilità; Per la loro nobiltà si distinguono i primi tre.

Alla sua ventesima stagione da matador, Miguel Ángel Perera sta dimostrando una costanza di vittorie insolita: riesce a sconfiggere i tori come pochissimi toreri attuali. Con così tante qualità, la cosa sorprendente è che non ha più successo al botteghino. Forse hai bisogno di sapere «vendere» migliorare i tuoi successi…

Il primo toro esce spavaldo, con la faccia alta: non combatte bene nelle corride ma va oltre, dimostra nobiltà. Dopo aver realizzato la statua, Perera esegue la mano con comando e sicurezza; Porta il toro cucito sulla stampella, con tecnica impeccabile. Per riscaldare il pubblico, ricorre agli invertiti e alla breve corrida. Perde il trofeo per una brutta uccisione (questo è stato il suo punto debole, anche se ultimamente lo stava correggendo).

Il quarto, Veloce, cagliato, bravo, infila i reni nel cavallo in modo spettacolare, con le posteriori per aria: uno spettacolo insolito e bello, anche se poi se ne va. Fornisce a Ricardo Gallardo, l’allevatore di Fuente Ymbro, strettamente legato a tutta la sua carriera. Il toro umilia molto ma arriva camminando e si difende, con genialità. Perera abbassa la mano, con molta potenza. È riuscito a imporre il suo comando sul merito naturale. È un compito lungo, suona l’allarme prima di andare a uccidere. Lo fa con decisione: orecchio.

Il petto di Perera passa al suo secondo toro, al quale ha tagliato un orecchioEFE

Andrés Roca Rey continua a essere il numero uno al botteghino. Il suo indiscutibile – anche se hanno cercato di nasconderlo – veto Daniele Luca. A Pamplona ha vissuto pomeriggi gloriosi e il suo stile entusiasma questo pubblico. È l’unico che si esibisce due volte, in questa Fiera.

Il terzo, bruno, molto armato, arriva rapidamente e si comporta bene con i bastoni, anche se alleggeriscono la sua punizione. Rimozione replica grembiuli Rufo e Roca saltilleras. Andrés inizia in ginocchio, al centro, con cambi e destri che sollevano il clamore dei tifosi. Serie prepotente del campionato da entrambe le parti. Torna alla fine alle le spalle e le vanterie enzimistas. È stato un compito tipico di Roca Rey e popolare a Pamplona. Un grande colpo di spada gli mette in mano due orecchie.

Andrés Roca Rey, con il secondo del suo lottoEFE

Riceve a piedi uniti il ​​quinto, che vacilla e abbandona il cavallo. In questo, non ci sono rimozioni. Inizia con la mano appoggiata sulle assi. Poi interrompe un’unica presa corretta con una rovesciata (ovviamente?), un’inversione e il ribaltamento. Svuota bene l’attacco per infilzare la spada: orecchio.

Tommaso Rufo E’ uno dei giovani destri con più qualità, ma ha bisogno di consolidare la sua posizione con regolarità, nelle grandi fiere.

Trafigge delicatamente il terzo, al quale misura la punizione Manuel Jesus Espartaco. Crea una coppia fantastica Fernando Sanchez, con il suo stile personale. In ginocchio, Rufo inizia con la mano destra temperata e un movimento circolare, combattendo bene, anche se è in ginocchio. Con fermezza, mostra il suo buon stile in naturali morbidi e calmi, portando la fortuna: un ottimo lavoro classico. Per me le ballerine finali non sono necessarie, una concessione al populismo. Mata posteriore, entrata molto dritta: due orecchie.

Il sesto, con un tremendo pitone destro, è distratto, il più fiacco del pomeriggio: se ne va senza arrendersi; aspetta, nelle bandiere; fa filo e protesta, alla fine di ogni muletazo. Tomás riesce ad allungare gli attacchi con il destro basso, fermo e moderato. Senza l’aiuto, ottiene ancora naturali di media altezza e luquecinas. Si è sforzato di realizzare anche il terzo orecchio ma questa volta fallisce, con la spada. In ogni caso ha dimostrato ancora una volta le sue capacità e lascia un’ottima impressione.

Tomás Rufo, con la stampella nel sesto dell’abbonamento del San FermínEFE

Due stili, due grandi vincitori: dedizione clamorosa contro temperamento classico. Ogni spettatore sceglierà ciò che preferisce. E il tutto è stato impreziosito da tori seri e ben vestiti: un pomeriggio interessante.

DATA DI PUBBLICAZIONE. Al di là dell’allegria e dei canti, Pamplona merita un elogio per essere la Fiera dei Tori. Oltre alla serietà dei bovini che qui vengono trattati, voglio evidenziare una cosa che mi sembra basilare. Qualsiasi giorno della settimana, chi ama il toro coraggioso può dedicargli molte ore: al mattino, dopo la corsa dei tori, le manze, i pareggiatori, alcune gare, la sezione… Nel pomeriggio, le sfilate per la piazza, la corrida, l’encierrillo, il toro di fuoco… Una giornata intera, dedicata a questo bellissimo animale, che da secoli i navarresi venerano. Cosa direbbe a questi grandi appassionati della corrida il ministro che li considera complici di tortura o quello che li giudica irrilevanti? Sebbene Navarra governano i suoi alleati politici, non riesco a immaginarlo.

GETTONE

  • Pamplona. Fiera di San Fermín. Mercoledì 10 luglio. Pieno. Tori Fuente Ymbro, seri, con chiodi, razza e mobilità; Spiccano i primi tre.
  • MIGUEL ANGEL PERERA, verde e oro, affondo perpendicolare, caduta (ovazione). Nel quarto affondo sdraiato (avvertimento, orecchio).
  • RE ROCCIA, scarlatto e oro, spinta (due orecchie). Nel quinto, affondo (orecchio).
  • TOMMASO RUFO, blu navy e oro, affondo posteriore (due orecchie). Nel sesto, jab, affondo e 2 salti. Esce spalla a spalla con Roca Rey.
 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV La lotta del capo elettorale dell’Arizona contro le “bugie” di Donald Trump sulla frode
NEXT Quali sono i 7 inganni più comuni e come evitarli