In piena causa Prestito il Senato ha ripreso il dibattito sul progetto contro la tratta dei minori

In piena causa Prestito il Senato ha ripreso il dibattito sul progetto contro la tratta dei minori
In piena causa Prestito il Senato ha ripreso il dibattito sul progetto contro la tratta dei minori



ascoltare le notizie



ascoltare le notizie

Il tuo browser non supporta l’audio HTML5

Nel bel mezzo delle indagini sulla scomparsa di Prestito Danilo Peña a Corrientes, il Commissione Giustizia e Affari Penali del Camera del Senato Mercoledì è ripreso il dibattito per il progetto contro tratta e rapimento di minori che prevede pene fino a 15 anni di reclusione per la commercializzazione di minori.

Il progetto presentato dal senatore Carolina Losada (Santa Fe) è stato approvato la settimana scorsa nel dibattito della commissione parlamentare con 63 voti. Mercoledì se ne è discusso nuovamente con l’obiettivo di ottenere un miglioramento della formulazione e, a questo scopo, sono stati convocati diversi specialisti della materia e giuristi come il capo della Camera penale federale, Mariano Borinskij.

Il documento presentato dall’a Unione Civica Radicale (UCR) modifica l’articolo 139 bis del codice penale, che attualmente prevede la pena della reclusione da 3 a 10 anni per “chiunque ha agito come intermediario per i delitti di soppressione e di assunzione dello stato civile e dell’identità, indipendentemente dal fatto che ciò sia avvenuto in scambio con denaro.” o con minaccia o abuso di autorità”.

Il progetto radicale mira ad aumentare la pena detentiva da “5 a 15 anni per chiunque faciliti, promuova o medi in qualsiasi modo i delitti di questo capo (soppressione e assunzione dello stato civile e dell’identità), purché il fatto non venga compreso come un delitto con pena più severa”.

La sua discussione al Senato era stata bloccata dopo il tentativo del libertario Juan Carlos Pagottocapo della Commissione Giustizia e Affari Penali, a introdurre un testo con le proprie modifiche e non era l’ufficio che aveva ottenuto l’approvazione il 27 giugno.

Nonostante ciò, l’iniziativa è stata generalmente approvata dai senatori con 63 voti favorevoli, senza voti negativi o astensioni, nel pieno della scomparsa del figlio di Corrientes, Prestito Danilo Peña.

Il caso Loan ha rilanciato il dibattito al Senato sul traffico di minori

Una delle ipotesi del caso Prestito che tiene con il fiato sospeso l’intero Paese è quella di possibile rapimento e tratta. In questo quadro, l’Unione Civica Radicale (UCR) ha presentato il progetto per accelerare le misure a tutela dei bambini più piccoli.

“In Argentina i bambini si comprano e si vendono”, ha lamentato giovedì Carolina Losada nel suo intervento, chiedendo di “saldare il debito politico con la società argentina” e sottolineando il lavoro del gruppo “Chi siamo?”, composto da persone che non conoscono la loro origine.

E ha aggiunto: “Nel 2022 ho parlato della vendita di bambini, l’Argentina non ha una legislazione riguardante l’acquisto di bambini. Ciò significa che quando si persegue questo tipo di reato, lo si fa attraverso altre figure giuridiche, come la soppressione dell’identità”. Quell’anno furono denunciati più di 1.000 casi di scomparsa di minori: 488 di questi bambini sono ancora ricercati.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV La mappa di un mese di sanatoria
NEXT Esploratore di eclissi: un astronomo spagnolo arriva in Patagonia per vedere un fenomeno solare unico