Genere AI e software | capgemini

Genere AI e software | capgemini
Genere AI e software | capgemini

Scopri come l’intelligenza artificiale generativa sta plasmando il futuro dell’ingegneria del software.

Il rapporto del Capgemini Research Institute, Turbochanging software with Gen AI, esplora i vantaggi e le opportunità che l’intelligenza artificiale generativa apporta all’ingegneria del software.

Questo rapporto, basato su un sondaggio condotto su 1.000 dirigenti senior e 1.000 professionisti del software di organizzazioni con un fatturato annuo superiore a 1 miliardo di dollari, analizza l’impatto attuale e futuro dell’intelligenza artificiale generativa.

Alcune organizzazioni stanno già raccogliendo i frutti. Secondo il 61% delle organizzazioni intervistate, l’intelligenza artificiale generativa consente lo sviluppo di funzionalità e servizi software innovativi. Migliora la qualità complessiva del software, secondo il 49% degli intervistati. E aumenta la produttività: il 40% delle organizzazioni ha riscontrato questo risultato positivo.

Questi guadagni di produttività consentono alle organizzazioni di concentrarsi sul lavoro innovativo. Le organizzazioni riconoscono il potenziale dell’intelligenza artificiale generativa per aumentare piuttosto che sostituire la creatività umana, e solo una piccola parte delle organizzazioni intervistate (4%) intende ridurre la forza lavoro.

L’adozione dell’intelligenza artificiale generativa per l’ingegneria del software è ancora agli inizi. Attualmente, il 27% delle organizzazioni ne sta esplorando attivamente il potenziale attraverso progetti pilota, mentre l’11% ha già iniziato a integrare l’intelligenza artificiale generativa nelle proprie funzioni software. Tuttavia, si prevede che il tasso di adozione, compresi i progetti pilota, vedrà un aumento significativo, più che triplicato nei prossimi due anni.

L’intelligenza artificiale generativa si sta integrando sempre più rapidamente nella vita di tutti i giorni. Tuttavia, solo il 27% delle organizzazioni dispone delle piattaforme e degli strumenti necessari per sfruttarne la potenza. Questa mancanza di preparazione rappresenta un rischio significativo, poiché i dipendenti potrebbero ricorrere a strumenti e soluzioni di intelligenza artificiale generativa non autorizzati per rimanere al passo. Infatti, il nostro sondaggio rivela che il 63% dei professionisti del software che utilizzano l’intelligenza artificiale generativa si rivolgono a strumenti non autorizzati. Questo uso incontrollato dell’intelligenza artificiale generativa può esporre le organizzazioni a una moltitudine di rischi, tra cui errori funzionali, violazioni della sicurezza e problemi legali come codici buggati, fughe di codice e problemi di proprietà intellettuale, evidenziando la necessità di governance e supervisione adeguata.

Il software Turbochanging del Capgemini Research Institute esplora come le organizzazioni possono sfruttare tutto il potenziale dell’intelligenza artificiale generativa per l’ingegneria del software per mitigare i rischi per la sicurezza, dare priorità ai casi d’uso ad alto vantaggio e mettere le persone al centro giusto di questa trasformazione.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV L’Azienda Culturale Alianza Francesa di Osorno è stata certificata con il Sigillo delle 40 ore
NEXT I trader si aspettano che il prezzo di BTC raggiunga i 71.500 dollari