Monitorano via satellite il comportamento dei coccodrilli a Tamaulipas

Con dispositivi tracciamento satellitare (GPS) le autorità cercano di conoscere i percorsi, il comportamento, la distribuzione e le aree di nidificazione degli coccodrilli moreletii nella zona meridionale di Tamaulipas.

Il membro della Commissione per i Parchi e la Biodiversità di Tamaulipas (CPBT), Eduardo Rocha Orozco, ha spiegato che finora nel 2024 è già stata collocata una Localizzatore satellitare (GPS) ad una femmina chiamata “H2” e stanno per farlo con altri esemplari.

“Quello femminile è attivo e finché non si concluderà, cioè quando i nostri specialisti potranno analizzare, organizzare i dati, effettuare un’analisi statistica e ottenere risultati”, ha spiegato.

IL NOME 059 È uno standard messicano che ha l’obiettivo di identificare le specie o popolazioni di flora e fauna selvatiche a rischio nel nostro paese per la corrispondente cura e protezione.

Leggi anche Rettile in vista! Avvistamento di coccodrilli segnalato sulla spiaggia di Miramar a Tamaulipas


{{#valori}} {{#ap}}

{{/ap}} {{^ap}}

{{/ap}} {{/valori}}


“Nel Commissione per i Parchi e la Biodiversità di Tamaulipas L’obiettivo è ricollocare questa popolazione presso le Wildlife Conservation Management Units (UMA), perché nell’area metropolitana i coccodrilli se ne vanno a causa delle piogge e delle maree, quindi sono già in contatto con l’uomo, è una questione delicata ne parleremo”, ha detto Rocha Orozco.

Il membro della Commissione per i Parchi e la Biodiversità di Tamaulipas (CPBT), Eduardo Rocha Orozco, ha spiegato che finora nel 2024 hanno già posizionato un localizzatore satellitare su una femmina chiamata “H2” e stanno per farlo con altri esemplari. Foto: speciale

Ha sottolineato che le autorità statali, così come le zone di Tampico, Ciudad Madero e Altamira, stanno ricollocando questi esemplari che escono attraverso i canali di irrigazione, “e hanno anche detto che il fiume prende tutto e hanno prelevato alcuni esemplari che sono arrivati verso il mare e trasferiti, affronteremo la questione su istruzioni del governatore di Tamaulipas, Americo Villarreal Anaya”.

Il coccodrillo di palude, Crocodylus moreletii, ha aggiunto, è una delle tre specie che esistono in Messico, che si trova sul versante del Golfo del Messico, da Tamaulipas allo Yucatán, ed è distribuito anche in Belize e nel nord-ovest del Guatemala.

Gli altri sono: il coccodrillo di fiume Crocodylus acutus, che vive sul versante del Pacifico e nella penisola dello Yucatán; e il caimano Caiman crocodilus a Guerrero e Oaxaca.

Leggi anche Salvano un coccodrillo mentre tentava di attraversare l’autostrada Mérida-Progreso

A causa della sovrappopolazione di coccodrilli che si registra nelle lagune dei comuni di Città di Madero, Altamira e Tampicoil Segretariato per lo sviluppo urbano e l’ambiente (SEDUMA) sta coordinando azioni con le autorità federali per monitorare e censire la popolazione di questi animali, con l’obiettivo di prevenire rischi per la popolazione locale e i turisti.

La responsabile di SEDUMA, Karina Lizeth Saldívar Lartigue, ha condotto un incontro interistituzionale in cui ha sottolineato l’importanza di stabilire uno stretto coordinamento per trovare alternative per affrontare la questione che ha generato disordini tra gli abitanti dell’area metropolitana.

Ha evidenziato la necessità di concentrarsi sul controllo della popolazione dei coccodrilli, garantendo sempre la cura e il rispetto della specie per la sua conservazione, ma senza trascurare la sicurezza delle persone.

Secondo le informazioni fornite dall Procuratore federale per la protezione dell’ambiente (PROFEPA)le recenti piogge e l’innalzamento del livello dell’acqua nel sistema lagunare hanno causato un aumento degli avvistamenti di coccodrilli.

Leggi anche Coccodrillo catturato a Hidalgo

A causa della sovrappopolazione di coccodrilli che si registra nelle lagune dei comuni di Ciudad Madero, si tratta di prevenire i rischi per i residenti. Foto: speciale

Nella prima settimana di luglio se ne sono registrati 135 cattura nei comuni di Ciudad Madero e Tampico e 30 ad Altamira. Tutti questi animali sono stati trasferiti in aree sicure.

Durante l’incontro hanno spiegato che molte lagune sono collegate a drenaggi, il che rende più facile la partenza dei coccodrilli in cerca di cibo o, a causa dello spostamento dal loro habitat naturale, che aumenta il rischio per la popolazione.

Saldívar Lartigue ha sottolineato che questa iniziativa mira non solo a monitorare e censire la popolazione di coccodrilli, ma anche ad attuare misure efficaci per il suo controllo, garantendo la sicurezza della comunità e la conservazione della specie.

Alla riunione di coordinamento hanno partecipato: il membro esecutivo della Commissione Caccia e Pesca Sportiva, Luis Eduardo García Reyes; il membro esecutivo della Commissione Parchi e Biodiversità, Eduardo Rocha Orozco; il responsabile dell’ufficio della Delegazione PROFEPA Tamaulipas, Aquiles Chávez Caudillo; nonché rappresentanti di SEMARNAT; dalla Procura Ambientale e Urbana di Tamaulipas (PAUT) e dallo Zoo di Tamatán.

Unisciti al nostro canale EL UNIVERSAL è ora su Whatsapp Dal tuo dispositivo mobile, scopri le notizie più rilevanti del giorno, articoli di opinione, intrattenimento, tendenze e altro ancora.

sg/cr

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Sono previste piogge e rovesci da deboli a moderati sul territorio nazionale – Cholusat Sur News
NEXT Mobilità a Bogotà a causa delle manifestazioni: stato delle strade lunedì 8 luglio