Milei in Borsa: “realizzare una convergenza tra inflazione e svalutazione”

Lo ha espresso in una conferenza stampa presso la sede della Borsa, da lui visitata in virtù dei 170 anni dell’istituzione.

“Grazie a ciò che abbiamo fatto, siamo stati in grado di andare avanti per porre fine alla generazione endogena di denaro e ora dobbiamo risolvere due questioni: una è la questione delle put e l’altra è l’uscita dalle azioni”, ha indicato, aggiungendo che se ne andrà contraendo la quantità di denaro, ma ha avvertito che “bisogna fare attenzione a non soffocare l’economia inseguendo il tasso di disinflazione”.

Inoltre, ha assicurato che “continua ad avere la Banca Centrale nel mirino” perché “alcuni governi sono entusiasti di questa piccola macchina” e ha elogiato ancora una volta il ministro dell’Economia Luis Caputo, che ha definito un “gigante”.

“Il Ministro Luis Caputo è il miglior Ministro dell’Economia di tutta la storia argentina”, ha affermato il Presidente, ribadendo così ancora una volta la figura del suo funzionario in un contesto in cui si confronta con Federico Sturzenegger, appena entrato nel Governo.

All’inizio della sua tesi dal titolo “Denaro, prezzi e tasso di cambio”, Milei assicurava che “le funzioni di domanda in eccesso rispondono a una quantità a un prezzo che le si dà”, ma chiariva che questa domanda potrebbe non essere sempre di equilibrio.

In questo senso, ha sottolineato che “si costruisce un modello per rispondere a ciò, le cui soluzioni esistono, ed è stabile”, ma si è rammaricato che molti economisti non capiscano questi termini. E ha confessato di essere sorpreso dallo scarso dibattito sull’economia che esiste oggi in Argentina.

Nel quadro del suo discorso, il capo dello Stato si è detto impegnato per il successo del suo piano economico e ha osservato che “un segno di ciò è l’aver rinunciato alla sua pensione privilegiata”, motivo per cui deve acquisire una buona reputazione per continuare .lavorare quando lascerò la Presidenza.

In un’altra parte della sua associazione, il Presidente ha parlato del ruolo del denaro e ha detto che “si tratta di un mezzo di pagamento diffuso emerso per sostituire beni transazionali che non funzionano come riserva di valore, ha un tasso di interesse negativo”.

E ha sottolineato che nella serie El Zorro, che secondo lui “ha come protagonista un personaggio anarco-capitalista che difendeva la proprietà privata e lottava contro chi tassava gli abitanti, si vede come avvenivano le transazioni prima dell’esistenza del denaro”.

In questo senso, ha assicurato che il denaro risolve il problema delle transazioni, ma che il problema sorge “quando alcuni governi si entusiasmano per questa macchinetta” e ha confessato che “ho ancora la Banca Centrale nel mirino” per questo motivo.

L’intervento del capo della Borsa Adelmo Gabbi

Il presidente della Borsa di Buenos Aires, Adelmo Gabbi, ha affermato durante le celebrazioni dei 170 anni dell’istituzione: «Trascendere il tempo richiede valori indistruttibili e implica non dimenticare mai le nostre fonti e abbracciare le idee di libertà come stile di vita».

In linea con ciò, ha ringraziato il presidente Javier Milei per aver onorato i principi fondanti della Borsa e ha sottolineato di essere fiducioso che “nel tempo, nonostante alcune difficoltà che potrebbero apparire, si otterranno buoni risultati sulla strada intrapresa”.

Inoltre, ha apprezzato l’iniziativa del governo di mantenere il deficit zero, ma ha assicurato che dovrà ripagare il beneficio di questo sforzo nelle infrastrutture, poiché “la società deve percepire questo risultato”. Inoltre, ha affermato che non esistono investimenti di qualità senza sicurezza fisica e giuridica.

“Siamo in un momento storico in cui celebriamo il traguardo di aver approvato la legge Basi”, ha aggiunto Gabbi. E ha assicurato che “siamo in un Paese nuovo”.

Infine, ha celebrato il discorso che Milei ha tenuto a Tucumán in occasione della firma del Patto di Maggio e ha sottolineato: “Questa Borsa vi dice che siamo preparati alla trasformazione e ha detto che sono determinati a essere protagonisti nel finanziamento delle infrastrutture con un contributo pubblico”. modello privato.” investimenti di fede.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il padre di Lamine Yamal: “Quando è nato mio figlio sapevo che sarebbe diventato una star”
NEXT una vecchia stella della Turchia avverte il Real Madrid