Il governo propone Escrivá come governatore della Banca di Spagna e rende difficili le trattative con il PP

Il Ministro della Trasformazione Digitale e del Servizio Pubblico, José Luis Escrivá. (Fernando Sanchez/Europa Press)

Il governo spagnolo ha proposto al PP il nome di José Luis Escriváattuale Ministro della Trasformazione Digitale e del Servizio Pubblico, as governatore della Banca di Spagnasecondo il giornale Paese. In questo modo, Escrivá governerebbe l’entità, sostituendo Pablo Hernández de Cos, il cui mandato è scaduto all’inizio di giugno. La proposta è stata respinta dal PP a causa del suo carattere marcatamente politico, che ha causato la cancellazione della prevista presenza del Ministro dell’Economia, Carlos Body, per questo giovedì al Congresso.

Sebbene si tratti di un patto non scritto, è prassi comune che il rinnovo delle cariche di governatore e vice governatore della Banca di Spagna venga concordato tra il PSOE e il PP. COSÌ, il partito al governo nominerebbe il governatore; mentre il partito di opposizione proporrebbe il nome del vicegovernatore. L’11 giugno de Cos ha concluso il suo mandato alla guida dell’organizzazione, mentre la vicegovernatrice Margarita Delgado ha assunto le sue funzioni fino all’11 settembre.

Finora il governo aveva fissato la scadenza per l’annuncio del nuovo governatore giovedì 18 di luglio. Lo ha affermato recentemente il ministro dell’Economia, del Commercio e delle Imprese, Carlos Corpo, ricordando che quello stesso giorno si riunisce il Consiglio direttivo della Banca centrale europea (BCE) per decidere se abbassare i tassi di interesse o mantenerli al 4,25%.

“Vorrei avere la persona che sostituirà Pablo in carica entro il 18 e stiamo lavorando per questo”, ha indicato il ministro durante il suo intervento alle colazioni informative di Europa Press. Tuttavia, ha avuto pazienza nel considerare che la nomina non è affrettata, dato che la governatrice ad interim, Margarita Delgado, resterà in carica fino a settembre.

Secondo l’articolo 19 della Legge di Autonomia della Banca di Spagna, il vice governatore sostituisce il governatore in caso di posto vacante, nonché in caso di sua assenza o malattia, per quanto riguarda l’esercizio dei suoi poteri di alta direzione e di rappresentanza del supervisore.

Il Ministro dell’Industria e del Turismo, Jordi Hereuha valutato la figura dell’attuale Ministro della Trasformazione Digitale e della Funzione Pubblica, José Luis Escrivá, come “un persona di immense capacità dovunque sia”, dopo aver appreso giovedì che il Governo lo ha proposto come candidato a governatore della Banca di Spagna. Patxi Lopezlo ha affermato il portavoce del PSOE al Congresso sembra buona” il nome di José Luis Escrivá come candidato alla direzione della Banca di Spagna.

Quanto a Body, durante il suo discorso ai media prima dell’apertura dell’ICEX Forum di Madrid, ha voluto sottolineare che “L’indipendenza della Banca di Spagna è assicurata, qualunque sia il candidato“, poiché la sua integrità è “garantita dalla sua legge, che risale al 1994, dalla Legge di Autonomia della Banca di Spagna”. Body, che non ha voluto fare nomi rispondendo ai giornalisti, ha invitato alla “tranquillità”, poiché, a suo avviso, “c’è tutto il tempo” per un accordo.

Già nel maggio scorso si parlava del nome di Escrivá come possibile sostituto di Hernández de Cos e Lo stesso ministro aveva assicurato in quell’occasione che fare il governatore non era un incarico a cui “pensava”., né nulla che fosse “nella mia testa” o “rilevante”. “Lasciate che vengano da me con questa storia, onestamente, no”, ha assicurato ai giornalisti in un evento sulla digitalizzazione delle PMI tenutosi a Madrid nel maggio di quest’anno.

Tradizionalmente, il PP e il PSOE raggiungevano un accordo in occasione del rinnovo della guida della Banca di Spagna, ma la crisi del governo Mariano Rajoy dopo la mozione di censura presentata dal PSOE ha fatto pendere la bilancia nel 2018 verso una profilo chiaramente tecnicoe non politico, come governatore.

Per questo motivo, l’allora ministro dell’Economia, Román Escolano, propose come governatore Hernández de Cos, fino ad allora direttore generale dell’Economia e della Statistica della Banca di Spagna, e sei anni dopo, anche l’esecutivo di Pedro Sánchez auspica una nomina basata su ” nel professionalità e indipendenza.

Corps ha recentemente indicato che il governo è aperto a “rinnovo congiunto” degli organi delle istituzioni, ma riconosce che ciò richiede la “volontà” dell’altra parte. “Un primo passo molto importante è stato fatto con il rinnovo del Consiglio generale del potere giudiziario. E questo apre la strada ad altri tipi di accordi nel quadro del rinnovamento delle istituzioni economiche”, ha osservato questa mattina. Ciò è importante se si tiene conto che, a breve termine, il Governo dovrà nominare anche nuovi consiglieri comunali Commissione Nazionale Mercati e Concorrenza (CNMC) e alla fine dell’anno dovranno essere rinnovati altri incarichi nella Commissione nazionale per il mercato dei valori mobiliari (CNMV).

Corps ha osservato che “la nostra visione è, per quanto possibile, apri la mano alla collaborazione e all’accordo”. A suo avviso, “l’importante è che abbiamo un quadro di collaborazione in cui, quando opportuno e quando dobbiamo farlo entro scadenze e periodi, si rinnovano. [los cargos] in modo che non sia una novità se stiamo negoziando o non negoziando. Per me il quadro istituzionale è più importante del caso specifico”.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Caos a Chamartin? Un guasto provoca ritardi e affollamento sui treni ad alta velocità durante i giorni festivi
NEXT Il Governo inasprirà le indennità di fine rapporto per evitare la valanga di cause legali che la sentenza europea causerà