La CNMC si troverebbe in una seconda fase di analisi dell’offerta di acquisizione di Sabadell da parte di BBVA dopo aver individuato problemi di concorrenza, secondo Kepler Cheuvreux

IL L’offerta pubblica di acquisto del Banco Sabadell da parte di BBVA si troverebbe in una seconda fase di analisi quando sarebbero stati rilevati “possibili problemi di concorrenza”. Ciò è determinato dalla società di analisi Keplero Cheuvreux in un rapporto in cui descrive in dettaglio lo scenario più probabile che la Commissione nazionale per i mercati e la concorrenza (CNMC) sta prendendo in considerazione. Secondo i suoi esperti, questa seconda analisi più dettagliata viene attivata quando l’autorità garante della concorrenza ritiene che l’operazione “non sia così semplice” e vengono rilevati elementi che influenzano la concorrenza e richiedono ulteriori analisi.

Il testo ricorda che dopo la prima fase, che dura solitamente circa un mese, l’organismo pubblica una delibera consiliare, la quale Potrebbe trattarsi di un’autorizzazione affermativa o dell’inizio di una seconda fase. In questo caso, scommettono su quest’ultimo scenario. “Crediamo che gran parte dell’analisi della concorrenza si concentrerà sulle azioni del segmento di business e sulla concorrenza territoriale”, aggiunge il rapporto raccolto da Europa Press, poiché la nuova BBVA-Sabadell sarebbe l’unica banca presente in 48 codici postali spagnoli .

Il rapporto sottolinea inoltre che, dopo l’annuncio dell’operazione, l’entità presieduta da Josep Oliu ha eliminato il riacquisto di azioni per 340 milioni di euro quanto previsto per il secondo trimestre, come richiesto dal regolamento delle offerte pubbliche di acquisto, che impone il mantenimento di una certa passività in questo tipo di azioni. Tuttavia, Kepler Cheuvreux si aspetta che Sabadell raggiunga un totale di 2,1 miliardi di euro come compenso agli azionisti nel periodo 2024-25, ovvero 300 milioni in meno rispetto all’obiettivo fissato dall’ente di 2.400 milioni. Ha inoltre abbassato le stime degli utili per azione (EPS) del 10% nel calcolo dell’anno fiscale 2024.

Allo stesso modo, la società di servizi finanziari avanza stima dei risultati del secondo trimestre del Banco Sabadell – previsto per il 23 luglio -, che assicura di realizzare un utile netto di 414 milioniil che significherebbe a Aumento del 15%. rispetto ai dati registrati nello stesso periodo dell’anno precedente. In questo senso, la società di consulenza sottolinea che, come il resto dei suoi concorrenti, la banca è molto sensibile alle variazioni dei tassi di interesse, e in questo periodo tassi positivi con una redditività sostanzialmente elevata. Allo stesso modo, sottolinea che la banca “è ancora quotata come una società di grande valore, il che non riflette necessariamente la sua nuova realtà economica”.

L’azienda ha anche fatto una previsione sui passi che l’entità con sede ad Alicante potrà intraprendere, ma Lascia tutti gli scenari aperti: “Può proseguire su un percorso indipendente e raggiungere un RoTE del 12% con il capitale in eccesso; vendere la sua filiale britannica TSB e restituire i profitti agli azionisti; può accettare l’acquisizione di BBVA o cercare un altro offerente.”

Il Ministro dell’Economia, Carlo Corpo, ha dichiarato questa settimana di non avere nuove informazioni che gli facciano cambiare opinione sull’offerta pubblica di acquisto. “La mia valutazione non è cambiata. perché non ho nessun elemento di informazione nuova che mi faccia cambiare.” Body ha ricordato che la sua preoccupazione riguardo a questa operazione ruota intorno all’impatto che potrebbe avere sulla concentrazione in un mercato che “mostra già sintomi di una possibile eccessiva concentrazione .” .

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Cambiamenti nello standard di finanza aperta: aumento del requisito di garanzie ed esperienza creditizia specifica per i fornitori
NEXT Un uomo di 49 anni si presenta alla sede della Polizia Locale di Tomelloso con diverse coltellate