Martí Batres afferma che la riforma giudiziaria deve includere la parità di genere

Oltre a proporre l’elezione di giudici, magistrati e ministri, la riforma del sistema giudiziario deve includere la parità di genere, ha affermato il capo del governo Martí Batres.

Durante la consegna dei premi alle avvocatesse presso il Museo di Città del Messico, il presidente della capitale ha parlato della riforma del sistema giudiziario, affermando che:

“Una questione importante che deve essere affrontata nella riforma giudiziaria è la parità di genere. Deve esserci parità di genere a tutti i livelli, finora sono stati fatti progressi, ma c’è una grande disuguaglianza nella composizione”, ha affermato.

In vista della Giornata dell’Avvocato, Martí Batres ha guidato questo 10 luglio la presentazione del riconoscimento alle Avvocatesse Femminili, programma nato nel 2019 con l’obiettivo di garantire alle donne, alle ragazze e agli adolescenti il ​​diritto di accesso all’amministrazione della giustizia.

In una dichiarazione ai media, la responsabile del Segretariato delle Donne, Ingrid Gómez Saracíbar, ha spiegato che gli avvocati del programma “hanno partecipato a 6 su 10 fascicoli investigativi aperti per crimini di genere”.

Allo stesso modo, ha sottolineato che dalla sua attuazione nel 2019, più di 150mila donne hanno beneficiato di questa iniziativa.

«Solo nel 2019 abbiamo effettuato 57 procedimenti per misure di protezione, ma nel 2020 li abbiamo portati a 333; nel 2021, 404, solo con la nostra cellula, che è anche indipendente da ciò che fanno i Centri di giustizia, gli stessi Centri di assistenza alle vittime e la Procura (…) abbiamo concluso il 2023 con 664 provvedimenti e ne abbiamo eseguiti fino ad oggi circa 350 misure di protezione”, ha aggiunto.

Informazioni: 24 ore

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Due arrestati per guida pericolosa dopo l’inseguimento della polizia
NEXT camicetta stampata, jeans comodi e scarpe da ginnastica