Avvertimento dell’esperto: la procedura offre speranza ai pazienti che convivono con cambiamenti fisici dovuti a ictus e altre condizioni

Il 22 luglio si celebra la Giornata mondiale del cervello

ROCHESTER, Minnesota – Quindici milioni di persone in tutto il mondo soffrono di ictus ogni anno. Su 15 milioni, 5 milioni sono disabili permanenti. A livello globale, si stima che ogni anno 69 milioni di persone subiscano lesioni cerebrali traumatiche. La paralisi cerebrale spastica, la forma più comune di paralisi cerebrale, rappresenta dal 70% all’80% di tutte le diagnosi.

I pazienti che convivono con cambiamenti fisici dovuti a ictus, lesioni cerebrali traumatiche, paralisi cerebrale e altre condizioni possono riacquistare una certa funzionalità delle mani e delle braccia, migliorando la qualità della vita, grazie ai progressi nelle opzioni chirurgiche per la sindrome del motoneurone superiore, spiega il dottor Peter C. Rhee, osteopata e chirurgo ortopedico della mano presso la Mayo Clinic di Rochester.

La sindrome del motoneurone superiore si riferisce a una disfunzione o deformità della spalla, del gomito, del polso o della mano, causata da un ictus, una lesione cerebrale traumatica, una lesione cerebrale anossica o ipossica, una paralisi cerebrale o una lesione del midollo spinale. Le persone con questa condizione possono manifestare debolezza muscolare, diminuzione del controllo muscolare, alterazione del tono muscolare e spasticità.

A seconda dell’entità della disabilità del paziente, i chirurghi possono eseguire una combinazione di fusioni articolari, allungamenti dei tendini e trasferimenti di tendini e nervi. Le persone con paralisi completa alle braccia possono comunque trarre beneficio dall’intervento chirurgico migliorando la posizione delle mani, dei polsi e dei gomiti per motivi igienici o per consentire le funzioni di base che hanno perso, spiega il dottor Rhee.

“L’intervento mira a correggere la deformità trattando i singoli muscoli in base ai problemi sottostanti”, afferma il dottor Rhee, che esegue questo tipo di intervento chirurgico da 10 anni. “Lavoriamo sui nervi, sui muscoli e sulle articolazioni. L’intervento è diverso per ogni paziente, ma l’obiettivo generale è migliorare l’igiene, la funzionalità e la qualità della vita del paziente.”

Poiché i pazienti possono riacquistare alcune funzionalità mesi dopo un ictus, i chirurghi sperano di eseguire la procedura tra 12 e 18 mesi dopo l’ictus. Inizialmente, il dottor Rhee conduce una consultazione virtuale per determinare se il paziente è un potenziale candidato per un intervento chirurgico. In tal caso, il paziente viene sottoposto a test nervosi specifici e a una valutazione formale di persona per determinare se trarrà beneficio dall’intervento chirurgico.

“I controlli medici regolari forniscono molte informazioni al chirurgo. L’articolazione può trovarsi in una determinata posizione a causa di spasticità o contrazione”, afferma il dottor Rhee. “La combinazione di questo con il test nervoso fornisce un quadro completo di ciò che i muscoli e i nervi stanno facendo per generare questa disfunzione e/o deformità.”

Il dottor Rhee utilizza i risultati dei test del paziente per sviluppare un piano chirurgico personalizzato.

Quando è coinvolto l’intero braccio di una persona, il dottor Rhee esegue due interventi chirurgici, entrambi in regime ambulatoriale, con un intervallo di tre mesi tra le procedure. La prima fase interessa solitamente la spalla, il gomito e l’avambraccio; La seconda fase riguarda il polso, le dita e il pollice. Tra ogni intervento chirurgico, i pazienti eseguono esercizi di stretching a casa come parte del piano di trattamento. L’intero processo dura circa sei mesi.

“Abbiamo messo insieme un team incredibile per dare speranza ai pazienti che hanno avuto ictus, lesioni del midollo spinale, lesioni cerebrali o adulti con paralisi cerebrale”, afferma il dottor Rhee.

###

Informazioni sulla Clinica Mayo
Mayo Clinic è un’organizzazione senza scopo di lucro dedicata all’innovazione della pratica clinica, dell’istruzione e della ricerca e alla fornitura di competenze, compassione e risposte a tutti coloro che hanno bisogno di riconquistare la salute. Visita la rete di notizie della Mayo Clinic per leggere ulteriori notizie sulla Mayo Clinic.

Contatto con i media:

Articoli correlati

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il direttore dell’UTU ha sottolineato che l’istituzione ha agito immediatamente dopo una denuncia di abuso sessuale
NEXT Una coproduzione portoghese-croata vince il Festival del cortometraggio di Vila do Conde