Perché ‘Smalltown Boy’ è ancora attuale 40 anni dopo – jenesaispop.com

Perché ‘Smalltown Boy’ è ancora attuale 40 anni dopo – jenesaispop.com
Perché ‘Smalltown Boy’ è ancora attuale 40 anni dopo – jenesaispop.com

Questo 25 maggio si celebrano i 40 anni dall’uscita di ‘Smalltown Boy’, il grande successo dei Bronski Beat. 40 anni in cui ‘Smalltown Boy’ non ha perso la sua validità. In questi giorni, infatti, in concomitanza con il suo anniversario, ‘Smalltown Boy’ è tornata nell’immaginario collettivo fungendo da colonna sonora di una sfida virale su TikTok. In questa “sfida di ballo”, gli utenti di TikTok registrano i loro genitori mentre ballavano come facevano da giovani negli anni Ottanta.

L’uso di “Smalltown Boy” su TikTok ha riportato la canzone nella classifica ufficiale dei singoli del Regno Unito, dove è appena salita al numero 63. Non raggiungeva una posizione così alta nella classifica dagli anni ’80.

Ma, al di là del suo successo commerciale, che ha raggiunto molti altri paesi europei, in particolare Italia, Paesi Bassi e Belgio, dove è stato il numero 1, e anche gli Stati Uniti, dove è stato in testa alle classifiche dance, ‘Smalltown Boy’ è stato, soprattutto, una perfetta canzone synth-pop. E il loro sound ha continuato a influenzare le nuove generazioni. Nel mainstream, Ed Sheeran ha preso l’iniziativa girando “Smalltown Boy” in “Bad Habits”, uno dei più grandi successi del 2021 in tutto il mondo.

‘Smalltown Boy’ è stato invocato da altri artisti in modi più o meno improbabili, nel corso dell’ultimo decennio. I synth di ‘Smalltown Boy’ hanno permeato l’indie anglosassone, per esempio, la musica di Still Corners o – soprattutto – quella bellissima canzone di Pumarosa

chiamato “Paradiso”. C’era qualcosa di “Smalltown Boy” anche nella megahit dei Glass Animals “Heat Waves”. Ma ‘Smalltown Boy’ ha influenzato anche gli artisti spagnoli: Mónica Naranjo lo ha campionato nel 2012. Nel 2021 è diventata popolare una curiosa versione di ‘Smalltown Boy’ mescolata con ‘Wonderwall’ degli Oasis.

Altri sono arrivati ​​al punto di collaborare con lo stesso Jimmy Somerville. È il caso di Oliver Sim, Sparks o, ultimamente, del DJ svedese Salvadore Ganacci. Oliver Sim, un membro dei The xx, ha incluso una recitazione di Somerville nella sua ballata “Hideous”. Riflettendo sull’omofobia, Sim ha utilizzato la figura di Somerville per ricordare al mondo quanto ‘Smalltown Boy’ sia stato pionieristico nella difesa dei diritti LGBTQ+. Il testo raccontava la storia di un ragazzo che fugge di casa per evitare di subire la violenza della sua famiglia e dell’ambiente.

Somerville, l’unico membro sopravvissuto dei Bronski Beat, dopo la morte di Larry Steinbachek nel 2016 e Steve Bronski nel 2021, è stato, nelle parole di Oliver Sim, un “faro di luce” nella sua vita e il suo “impatto culturale” su la comunità queer è stata “enorme”. Dal punto di vista musicale, è evidente che “Smalltown Boy” non è stato dimenticato. Per Joe Goddard degli Hot Chip è un “classico da club moderno” e nelle sue sessioni funziona ancora come il primo giorno. La prova che si trattava di una produzione visionaria è che viene riprodotta ancora oggi.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT 31 maggio 2024 – Voz Populi, programma completo