Nuno Bettencourt (Extreme) ricorda il tributo a Freddie Mercury (Queen) a Wembley, dove furono lusingati da Brian May


14 giugno 2024 20:43
Inserito da Editoriale –

Uno dei momenti salienti del Numero di giugno di La Heavy, numero 462, è l’intervista completa quella Nuno Bettencourtchitarrista di origine portoghese Estremoconcesso al nostro compagno Pau Penalver. In questa intervista, il musicista ci aggiorna sulla sua più fervida attualità, oltre a condividere aneddoti e curiosità della sua lunga carriera con Estremo, band che sarà una delle grandi attrazioni dell’imminente Rock Imperium Festival (biglietti qui) Oltre alle sue esibizioni in La Riviera di Madrid il 16 e la sua presenza nell’imminente giornata rock di Rock In Río Lisboa.

Una di quelle storie, e forse la più importante del loro viaggio nel mondo della musica, fu quando nel 1992 furono invitati a rendere omaggio all’allora recentemente scomparso Freddie Mercury allo stadio di Londra Wembley. “È stato uno dei nostri momenti migliori come band”affermava con nostalgia Nuno ricordando quel pomeriggio in cui 72.000 anime resero omaggio ad una delle icone più importanti della musica contemporanea. “Eravamo l’unico gruppo che suonava solo canzoni di Cosa c’entra?ha chiarito con orgoglio il chitarrista, perché secondo quanto ci ha detto, band del calibro di Guns N’ Roses O Metallica Hanno eseguito le proprie canzoni. “A Def Leppard o Extreme puoi vederli quando vuoi; Ascoltare la scaletta che abbiamo suonato è un’altra cosa”.

La verità è che il medley di classici dei Queen era davvero spettacolare e quelli del Massachusetts erano più che all’altezza del compito. Bettencourt ha anche ricordato quando Brian maggioil chitarrista dei Queen, è stato pieno di elogi per la dimostrazione di energia e virtuosismo del suo combo sulle tavole. “Lo stesso Brian May lo ha già detto quando ci ha presentato, che non c’era nessun’altra band che sapesse cosa significa essere i Queen e cosa significa essere Extreme, e questo è un onore proveniente da un membro dei Queen; Ma è vero, è giusto.”

Un altro dato sul livello di affinità del gruppo con i Queen è che, secondo Nuno, saranno in grado di suonare dal più popolare del gruppo al più oscuro e bizzarro.

Nuno Bettencourt ha parlato anche dell’impatto di questo evento sulla sua carriera e di come il riconoscimento dei Queen abbia influenzato la sua musica e quella degli Extreme. Questo tributo non solo ha consolidato la loro reputazione nell’industria musicale, ma ha anche permesso loro di mostrare il loro talento e il rispetto per una delle più grandi band di tutti i tempi.

In questa edizione di Il Pesante, numero 462, esploriamo anche altri aspetti della carriera di Nuno Bettencourt, comprese le sue collaborazioni con altri artisti e la sua evoluzione come musicista. Non perdetevi questa affascinante intervista con uno dei chitarristi più influenti della nostra epoca.

Gli Extreme sono uno dei grandi protagonisti della numero 462 di La Heavyil numero in cui Yngwie Malmsteen ha assunto la copertina in previsione del suo ritorno nel nostro Paese per giocare Festival dell’Impero Rock. AC/DC, Mötley Crüe, El Drogas o Axel Rudi Pell Accompagnano il genio svedese delle sei corde in questo numero di giugno. Corri al tuo chiosco o visita il nostro negozio on-line così non ti perdi nulla.

PER LEGGERE DI PIÙ:

Redazione
Redazione

Ultime voci editoriali (vedi tutto)

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Ed Sheeran annuncia un concerto a Madrid nel maggio 2025