Un fisico americano spiega la scienza dietro il mondo post-apocalittico nella nuova serie

Immagine dalla nuova serie Fallout di Amazon. Credito: Amazon Prime.
Tiago Robles

Tiago Robles Brasile meteorizzato 20/04/2024 18:00 7 minuti

La nuova serie Amazon Prime Video “Fallout”, presentato in anteprima il 10 aprile, racconta storie di sopravvivenza in un mondo post-apocalittico distrutto da esplosioni nucleari e radiazioni chimiche. È una serie drammatica americana creata da Graham Wagner e Geneva Robertson-Dworet ed è un adattamento del famoso franchise di videogiochi Bethesda con lo stesso nome.

L’AMOC è sull’orlo del collasso e avrà gravi conseguenze sul clima, avverte uno scienziato tedesco

L’AMOC è sull’orlo del collasso e avrà gravi conseguenze sul clima, avverte uno scienziato tedesco

E molti si chiederanno: Sarebbe possibile sopravvivere in un mondo come questo? Pieno di mutazioni umane e animali, radiazioni nucleari, rifugi sotterranei…Quali sono le reali possibilità? Per rispondere a questa domanda, un fisico americano spiega le possibilità scientifiche della serie con quelle della vita reale.

Sarebbe possibile vivere su un pianeta così ostile?

Fallout” è una storia di fantascienza ambientata nell’era atomica, in cui Il mondo finisce il 23 ottobre 2077 dopo una serie di esplosioni nucleari Gli angeli (STATI UNITI D’AMERICA). E c’è più scienza in questa storia di quanto si pensi, secondo Pran Nath, professore di fisica alla Northeastern University negli Stati Uniti.

Le bombe nucleari e le successive esplosioni che devastano la città sono abbastanza realistiche. “Quando si verifica un’esplosione nucleare a causa della reazione a catena, in breve tempo vengono emesse molta energia e radiazioni”, spiega Nath. “All’inizio si verifica un grande lampo, che è la reazione nucleare che produce raggi gamma. Se qualcuno vi si espone, la gente di Hiroshima, per esempio, praticamente evapora.” Al momento questo sembra possibile.

Ghoul, serie Fallout, Amazon Prime Video
I ghoul, umani mutati dalle radiazioni delle bombe atomiche. Credito: Amazon Prime.

Secondo Nath, anche le persone parzialmente protette dalle esplosioni, a seconda della distanza, hanno sentito il loro corpo riscaldarsi fino a circa 50°C, con gravi ustioni. La pelle bruciata dei ghouluno dei personaggi della serie, Non si tratta quindi di qualcosa di completamente nuovo per la scienza.

Ma in questa storia di fantascienza c’è più scienza di quanto sembri, afferma Pran Nath, professore di fisica alla Northeastern University (USA).

Subito dopo la caduta delle bombe arriva l’onda d’urto e il calore. L’onda si propaga abbastanza velocemente, ma il fisico dice che nella vita reale probabilmente accadrebbe molto più velocemente e in modo molto meno cinematico: L’onda viaggerebbe alla velocità del suono, più di 1.200 chilometri orari.

Un altro fattore da tenere in considerazione è quello una “palla di fuoco” brucerebbe con intenso calore tutti gli edifici nella zona dell’esplosione. “La zona dell’esplosione è dove le onde d’urto e le palle di fuoco sono più intense. A Hiroshima, ad esempio, la distanza era compresa tra 1,6 e 3,2 chilometri. Fondamentalmente, in quella zona dell’esplosione è stato distrutto tutto”, spiega Nath. COSÌ Ciò è coerente anche tra la serie e la vita reale“.

Serie di Fallout; Amazon PrimeVideo
Il mondo post-apocalittico della serie Fallout. Credito: Amazon Prime.

E poi arriva la nuvola di radiazioni, che dura più a lungo e ha effetti ancora maggiori. Questa nuvola può raggiungere fino a 16 chilometri nell’atmosfera e, con l’aiuto del vento, diffondere le radiazioni in altre aree distanti.

“In un’esplosione nucleare vengono generati fino a 100 diversi elementi radioattivi. Questi elementi hanno una vita che va da pochi secondi a milioni di anni. Generano inquinamento e danneggiano l’organismo e le persone colpite per un lungo periodo, causando potenzialmente cancro e leucemia.” spiega Nath.

Che dire delle famose “volte”?

Le volte sono rifugi sotterranei delle dimensioni di piccole città., collegati tra loro. Questi rifugi sono molto più avanzati e tecnologici di quelli del mondo reale. Ma per Nath questo tipo di protezione è in linea con la serie da allora È necessario sfuggire alle radiazioni rilasciate dalle armi nuclearisoprattutto i raggi gamma che possono penetrare diversi chilometri di cemento.

volte, serie Fallout; Amazon PrimeVideo
Uno dei caveau della serie Fallout. Credito: Amazon Prime.

I mutanti (salamandre giganti e scarafaggi) possono sembrare roba da fantascienza, ma hanno radici nel mondo reale. “Ci sono diversi tipi di anomalie che si verificano [con la radiación]. Possono anche essere genetici. Le radiazioni possono creare mutazioni, che sono simili alla mutazione spontanea, negli animali e nell’uomo. A Chernobyl, ad esempio, si scoprono animali che sono mutati”, spiega il fisico.

Ombre dantesche: le tracce inquietanti di persone e oggetti lasciate dopo le bombe su Hiroshima e Nagasaki

Ombre dantesche: le tracce inquietanti di persone e oggetti lasciate dopo le bombe su Hiroshima e Nagasaki

E ora, una curiosità: La première della serie su Amazon Prime ha riacceso l’interesse per i giochi. Su Steam, una delle piattaforme di gioco online più famose, il numero di utenti che giocano a uno qualsiasi dei giochi “Fallout” è raddoppiato di gran lunga in meno di una settimana dopo la premiere della serie.

Riferimento alla notizia:

Notizie globali dal nord-est. “Cos’è “Fallout”? Un fisico analizza la scienza dello show di fantascienza di Amazon e l’orribile realtà delle radiazioni nucleari”. 2024.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Il Ministero degli Esteri cubano denuncia gli effetti del blocco statunitense contro la Cubana de Aviación – Escambray