Tadej Pogacar trionfa alla Liegi-Bastogne-Liegi con Mathieu van der Poel 3° e Egan Bernal 21° – Mundo Ciclístico Magazine

Come è stato consuetudine per tutta la stagione 2024, Tadej Pogacar ha brillato ancora per vincere comodamente il Liegi-Bastogne-Liegi per la seconda volta nella sua carriera. Il leader dei ranghi Emirati Arabi Uniti Team Emirates attaccato dentro La Redoute ed è arrivato sulle strade di Liegi con una differenza di quasi due minuti sul suo rivale più vicino, dopo aver viaggiato 254,5 chilometri.

Le cariche d’onore del ‘Doyenne’ li hanno completati, i francesi Romain Bardet (Team dsm-firmenich PostNL)che è arrivato secondo a 1:39 dietro Pogacar e l’olandese Mathieu van der Poel (Alpecin – Deceuninck)che ha ottenuto il terzo posto dopo aver vinto la gara in un gruppo molto piccolo.

Per quanto riguarda i colombiani, Egan Bernal (Granatieri Ineos) Ha fatto una prestazione eccezionale, arrivando nel gruppo dei migliori, piazzandosi nella casella 21°. Poi lo seguì Santiago Buitrago (Bahrein – Vittorioso) alle 4:46 e poi sono entrati Santiago Umba (squadra Astana Qazaqstan) al 76° posto e Brandon Rivera (Granatieri Ineos) 87°, entrambi a più di 17 minuti da Pogacar.

Egan Bernal è arrivato 21° alla Liegi-Bastogne-Liegi 2024. (Foto © Ineos Grenadiers)

Hanno incoraggiato la fuga della giornata Enzo Leijnse (dsm-firmenich POST NL), Gil Gelders (Soudal Quick-Step), Loic Vliegen (Bingoal WB), Remy Rochas (Groupama-FDJ), Cristiano Scaroni (Astana Kazakistan), Lilian Calmejane (Intermaché-Wanty), Ivan Romeo (Movistar), Fabien Doubey (Energie Totali) e Paolo Ourselin (TotalEnergies), ma in salita verso Costa di Wanne Sono stati catturati dal plotone.

Nella fase iniziale, VanderPoel e alcuni altri preferiti come Tom Pidcock, Aleksandr Vlasov e Mauri Vansevenant, furono lasciati indietro in un secondo gruppo. Dopo un duro combattimento, tutti riuscirono a mettersi in contatto con il numeroso plotone, che nella vicina zona montuosa con il Col du Rosier come protagonista, dove non è successo molto, la cosa più notevole è stata dolce doccia invernale che accompagnavano la carovana.

Già entrando nella fase montuosa, Dome Novakche controllava il lotto, fu il primo a iniziare a salire La Redoute. Proprio lo sloveno era incaricato di fare il lavoro sporco per conto del suo connazionale Pogacarche non tardò a sferrare il suo atteso attacco.

Il seme superiore si è spostato di un chilometro dalla cima e ha immediatamente aperto un grande varco. L’Ecuadoriano Riccardo Carapaz e il colombiano Egan Bernal Hanno provato a inseguirlo, ma senza successo. Nessuno gli ha detto di seguire la sua scia. ‘alieno’ sloveno.

Richard Carapaz è stato molto attivo nella fase finale della Liegi-Bastogne-Liegi 2024. (Foto EF Pro Cycling © Sprint Cycling)

Pogacar ha raggiunto da solo la cima della Redoute con un vantaggio di diciotto secondi sul gruppo degli inseguitori nel quale si trovavano Maxim Van Gils, Ben Healy, Egan Bernal, Alexey Lutsenko e Mauri Vansevenant. Poco dopo il vertice si è verificata una fusione tra i gruppi due e tre. Mattias Skjelmose, Romain Bardet E Tiesj Benoot, tra gli altri, sono tornati. Mentre VanderPoel Non è riuscito a tenere il passo ed è rimasto indietro di una quindicina di secondi rispetto al primo gruppo di inseguitori.

Il divario tra i gruppi due e tre è rimasto piuttosto ridotto, quindi gli inseguitori hanno combattuto a grande battaglia sulla Côte de la Roche-aux-Faucons. Bardet fu il migliore in quella salita (se dimentichiamo per un attimo Pogacar) e lasciò indietro i suoi compagni di fuga. A loro si unirono Bernal, Carapaz, Lutsenko, Benoot, Van Gils, Vansevenant, Pello Bilbao e Paul Lapeira, tuttavia, non lavoravano bene insieme, quindi VanderPoelCon Pidcocksono riusciti a ricongiungersi.

Inoltrare, Pogacar ha rotolato con calma verso l’ultimo chilometro a Liegi, dove ha avuto tutto il tempo per salutare i tifosi e prepararsi per la sua celebrazione. Per lo sloveno, che ha vinto “Il Decano” per la seconda volta nella sua carriera, è stata la sua settima vittoria stagionale.

Bardetha tagliato il traguardo al secondo posto dopo un forte attacco al Côte de la Roche-aux-Faucons. Dietro di loro abbiamo potuto vedere un folto sprint di gruppo per il terzo posto. VanderPoel Ha organizzato quello sprint in modo molto intelligente e il campione del mondo ha finito per occupare l’ultimo posto sul podio.

Liegi-Bastogne-Liegi 2024 (1.UWT)
Risultati (254,5 km)

1 Tadej Pogačar Emirati Arabi Uniti Team Emirates 6:13:48
2 Romain Bardet Team dsm-firmenich PostNL 1:39
3 Mathieu van der Poel Alpecin-Deceuninck 2:02
4 Maxim Van Gils Lotto Dstny ,,
5 Aurélien Paret-Peintre Squadra Decathlon AG2R La Mondiale ,,
6 Mauri Vansevenant Soudal Quick-Step ,,
7 Valentin Madouas Groupama-FDJ ,,
8 Alexey Lutsenko Squadra Astana Kazakistan ,,
9 Pello Bilbao Bahrein – Vittorioso ,,
10 Thomas Pidcock Granatieri INEOS ,,
ventuno Egan Bernal Granatieri INEOS 2:02
41 Santiago Buitrago Bahrein – Vittorioso 4:46
76 Santiago Umba Squadra Astana Kazakistan 17:08
87 Brandon Rivera Granatieri INEOS 18:48
DNF Rigoberto Uran EF Educazione – EasyPost Non finito
 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il governo consolida le maggioranze per il suo terzo dibattito alla Camera dei Rappresentanti, sarà in grado di sostenerle?
NEXT Un dirigente della Juventus difende Allegri dopo l’esonero improvviso: “Meritavi un addio diverso”