Inizia il festival cinematografico “Isla Verde” guidato da Jorge Perrugorría

Pubblicità

Il Festival Internazionale del Cinema e dell’Ambiente dei Caraibi Isla Verde, guidato dal famoso attore, regista e artista cubano Jorge Perugorría, apre il suo programma questa domenica nello speciale municipio di Isla de la Juventud.

In questo secondo bando, il concorso che si terrà fino a sabato prossimo, debutta nella sua natura competitiva con una selezione di 10 lungometraggi e 20 cortometraggi in concorso provenienti da 15 paesi, hanno riferito gli organizzatori.

Perugorría, vincitore del Premio Nazionale del Cinema 2024, ha annunciato la prima del suo documentario “Io sono Cuba, l’indomabile”, dedicato al tema principale del Festival.

Isla Verde, il viaggio di Jorge Perugorría sulla luna

Una giuria composta da specialisti del cinema e scienziati legati al campo ambientale sarà incaricata di valutare i film in concorso.

I premi Isla Verde verranno assegnati per distinguere personalità e progetti dedicati alla conservazione, allo studio e alla protezione dell’ambiente.

Un premio postumo sarà inoltre assegnato al regista cubano Daniel Diez, recentemente scomparso, e un altro all’oceanografa e climatologa colombiana Diana Ruiz, studiosa dell’evoluzione della CO2 e dell’acidificazione degli oceani, in relazione all’impatto ambientale sugli ecosistemi marini, e membro del il gruppo di esperti internazionali che ha vinto il Premio Nobel per la Pace nel 2007 per il suo impegno contro la crisi climatica.

L’evento è sponsorizzato dal progetto socio-culturale Galería-Taller Gorría, creato da Jorge Perugorría; la Fondazione Antonio Núñez Jiménez per la Natura e l’Uomo e la società di produzione Four Wives, con il sostegno dell’Unione Europea (UE), dell’UNESCO e dell’Istituto Nazionale di Arte e Industria Cinematografica (ICAIC), tra le altre organizzazioni e imprenditorialità.

“Isla Verde”: un iceberg negli infuocati Caraibi

L’ambasciatrice dell’Unione Europea all’Avana, Isabel Brilhante, ha sottolineato il lavoro del Festival a favore della promozione della lotta contro il cambiamento climatico, della riduzione dell’impronta di carbonio, della promozione di un ambiente pulito, del turismo sostenibile e della cultura locale sull’isola.

Le sue attività comprendono presentazioni di film aperte e gratuite, omaggi, conferenze, workshop e proiezioni accompagnati da registi e specialisti in questioni ambientali, e la mostra d’arte contemporanea “Dall’isola alla luna”, con la partecipazione di una ventina di artisti.

L’evento prevede la piantumazione di 3.000 pini, la pulizia delle spiagge, lavori nei giardini scolastici e la misurazione dei rifiuti e del loro impatto.

In chiusura, il Festival riserva un recital dell’artista cubano Polito Ibáñez, e degli autori del tema musicale che identifica questa edizione di Isla Verde, David Torrens e Kelvis Ochoa.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Allerta a Salta per una possibile epidemia di tosse: le ragioni
NEXT Il Ministero degli Esteri cubano denuncia gli effetti del blocco statunitense contro la Cubana de Aviación – Escambray