Isla Verde 2024, seconda edizione del festival cinematografico che conquista il Pineros – Escambray

Isla Verde 2024, seconda edizione del festival cinematografico che conquista il Pineros – Escambray
Isla Verde 2024, seconda edizione del festival cinematografico che conquista il Pineros – Escambray

La giornata di apertura di Isla Verde 2024, per la prima volta competitiva, ha avuto un ampio consenso da parte del pubblico locale

Il gala inaugurale è stato il momento giusto per consegnare i premi Isla Verde. (Foto: Gerardo Mayet)

Con l’anteprima mondiale del lungometraggio Soy Cuba: la indomable, è iniziata a Isla de la Juventud la seconda edizione del Festival Internazionale del Cinema e dell’Ambiente dei Caraibi, Isla Verde 2024, che si svolgerà fino al 27 aprile.

Sarà un viaggio di 70 minuti attraverso la flora e la fauna cubana, ha affermato il fondatore e presidente dell’evento, Jorge Perugorría – Premio Cinematografico Nazionale 2024 – nel cinema teatro Caribe della città principale del municipio speciale, presentando la proposta al pubblico.

Esteban Ríos de Rivera, produttore cubano del film, ha commentato che il film è un’opera d’arte in termini di montaggio, fotografia e colonna sonora, a sostegno di una narrazione che allude ad una natura non così docile ma altamente resistente, una materia che Perugorría ha contribuito con la sua impronta di narratore.

Il gala di apertura è stato il momento opportuno per consegnare i premi Isla Verde a Daniel Diez, postumo, e alla Dottoressa in Scienze Diana Ruiz Pino della Colombia, in riconoscimento del suo lavoro di ricercatrice, pioniera nello studio dell’evoluzione dell’anidride carbonica .carbonio nell’Oceano Antartico e membro del team di esperti che ha vinto il Premio Nobel per la Pace nel 2007.

Il momento è stato altrettanto opportuno per onorare l’antropologa cubana Natalia Bolívar (1934-2023), con la proiezione dell’audiovisivo “Amar a la tierra”, diretto da Arturo Sotto, che fungerà da presidente della giuria per selezionare il miglior cortometraggio tra i 20 in concorso, invece, il regista spagnolo Álvaro Longoria guiderà quello dedicato ai lungometraggi.

Isabel Brilhante, ambasciatrice dell’Unione Europea, ha sottolineato che il festival fa parte dell’iniziativa del Mese dell’Europa, che cerca di creare un programma culturale diversificato sotto il motto “Uniti nella diversità”. Quest’anno uno degli obiettivi è espandere l’iniziativa fuori dalla capitale cubana e Isla de la Juventud è un’opzione prioritaria.

Tra le attività collaterali della manifestazione figuravano il Salone dell’Imprenditorialità, la mostra collettiva di arte contemporanea “De la Isla a la Luna”, nonché la mostra parallela iniziata con il documentario “Ciclón” di Santiago Álvarez ( 1919-1998) —dedicato al 65° anniversario dell’Istituto Cubano di Arte e Industria Cinematografica— e una selezione di materiali della Televisión Serrana, che mettono in risalto il lavoro di Daniel Diez.

La presentazione delle 30 opere in concorso sarà accompagnata da un articolato programma scientifico con l’obiettivo di creare capacità, contribuire all’educazione ambientale e alla gestione sostenibile dello sviluppo locale.
La giornata di apertura di Isla Verde 2024, per la prima volta su base competitiva, ha avuto un ampio consenso da parte del pubblico locale e il sostegno delle massime autorità del territorio.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Questo è il superalimento che ti aiuta a perdere peso e ad aumentare la massa muscolare allo stesso tempo
NEXT Anteprima mondiale del documentario ‘En San Isidro’