Wifredo Lam torna al Gary Nader Art Center di Miami con un’importante retrospettiva

La galleria d’arte Gary Nader Art Center, situata nella città di Miami, prepara una retrospettiva dedicata a Wifredo Lam, considerato il più universale dei pittori cubani di tutti i tempi.

Il campione, come annunciato dall’agenzia Stampa latina che cita, a sua volta, la rivista spagnola Arte per eccellenzasarà disponibile a partire da giovedì prossimo, 9 maggio, presso tale istituzione, una delle gallerie più grandi e importanti del mondo situata nel cuore del Wynwood Art District, a Miami.

Vedi altro

Lam e lo Spirito Nero

Conosciuto in tutto il mondo per la promozione dell’arte latinoamericana e contemporanea, lo spazio, fondato nel 1985, ha già ospitato una precedente mostra nel 2020 dell’opera dell’artista delle Antille, nato a Sagua La Grande nel 1902 e morto a Parigi nel 1982.

In quell’occasione la mostra si intitolava Wifredo Lam e lo Spirito Nero. SÌÈ servito come parte delle celebrazioni per il mese della storia afroamericana.

Vedi altro

Tra i capolavori presentati allora c’erano Le Guerrier, esempio dell’identità ibrida dell’artista, Hermès Trismégiste, che mette in risalto l’energia e il mistero delle figure esplosive che sintetizzano animali, esseri umani e piante; E Figura-Donna Chevalin cui Lam incarna metaforicamente la spiritualità afro-cubana.

Attualmente, il Museo d’Arte Moderna e Contemporanea Mohammed VI, in Marocco, e l’Asia Society Center, a Hong Kong, espongono campioni del creatore cubano, che avrà un’importante retrospettiva della sua opera al Museo d’Arte Moderna, a New York. York, Moma, nel 2025.

Rachel Valdés nel Nader

L’ultima mostra di un artista cubano organizzata dalla galleria di Gary Nader ha presentato Rachel Valdés attorno ad un libro campione da lei intitolato idillio tropicalein cui esplora la fusione tra natura e urbanizzazione attraverso la prospettiva unica dell’autore.

“Il lavoro di Rachel Valdés è una potente manifestazione di creatività ed emozione che cattura l’essenza della bellezza e della complessità dell’animo umano”, ha affermato lo stesso gallerista Nader.

Vedi altro

Con i suoi ampi spazi, il Centro ha ospitato mostre individuali e collettive di artisti importanti come Abu Naba’a, Atchugarry, Basquiat, Bermúdez, Botero, Bravo, Cárdenas, Carreño, Chagall, Chamberlain, Chia, Condo, Cruz-Diez, Dubuffet , Fontana, Galán, Goldfarb, Goldin, Gursky, Miró, Monet e Picasso, tra molti altri.

Un libanese con un’anima latinoamericana

Gary Nader, nato in Libano nel 1961 e cresciuto da bambino nella Repubblica Dominicana, è riconosciuto come uno dei galleristi di maggior successo negli Stati Uniti e in Latina.

La sua carriera in questo universo inizia nel 1981 come direttore della Galleria Nader a Santo Domingo, prima di fondare il proprio Gary Nader Art Center a Miami, nel 1985.

Con oltre 2mila pezzi del XX e XXI secolo, la Collezione privata Gary Nader mostra la ricchezza dell’arte moderna e contemporanea.

“Sebbene io sia libanese al 100%, la mia identità è anche latinoamericana. All’inizio della mia carriera ho notato che molti importanti artisti latinoamericani erano uguali o addirittura migliori di molti artisti europei e americani”, ha valutato Nader in un’intervista al portale Ehiimmagine Miami nel 2023.

“Tuttavia, l’arte latinoamericana non era rappresentata in quegli spazi culturali, e ho sentito la responsabilità di dargli il posto che merita”, ha aggiunto il collezionista e mercante.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV “È uno dei miei migliori atti di evasione”: le parole di Jean Paul Olhaberry dopo essere rimasto coinvolto in un incidente a San Antonio
NEXT Muore Paul Auster: un giorno c’è vita | Cultura