Tre persone su dieci non raggiungono i 30 anni di contributi necessari per andare in pensione

Nell’ambito del voto del Legge fondamentale, questi dati sono di grande rilevanza nel dibattito. Senza possibilità di moratoria, tra sette e otto persone non avrebbero potuto andare in pensione sotto il Regime Generaleche segna ciò che potrebbe accadere da ora in poi se il Senato approverà il progetto così come proposto.

La maggior parte dei lavoratori che non soddisfano i requisiti minimi è perché ad un certo punto ne hanno avuto accesso attività lavorativa informalecon datori di lavoro che non li avevano registrati.

Del 481.444 le dimissioni registrate lo scorso anno, circa l’86%, cioè 416.482 persone hanno fatto ricorso alla moratoria. Un altro dato rivelatore è che più della metà dei casi (259.225) sono coinvolti donne, per lo più tra i 60 e i 62 anni (209.318).

pensionati-anses-pensionados-retirements.jpg

Possibili modifiche nei pensionamenti.

Depositphotos

IL elevata percentuale femminile Ciò è dovuto, ad esempio, al fatto che Personale della Casa Privata, 1,2 milioni di dipendenti, una cifra che rappresenta più del 70%, non sono registrati. In termini di attività sociali, più persone lavorano in modo informale rispetto a quelle registrate.

A sua volta, se si prendono in considerazione coloro che sono andati in pensione a causa della moratoria nel 2023, si può vedere che la maggioranza ha accumulato meno di 14 anni di contribuzione effettiva dopo il 1994, come monotributistas o in un rapporto di dipendenza nel settore privato.

La nuova moratoria per i pensionati proposta dal Governo

Se la legge, che il governo di Javier Milei insiste per approvare, passasse all’approvazione del Senato, i cambiamenti principali si vedrebbero forse nelle donne anziane, che Dovranno aspettare fino al compimento dei 65 anni andare in pensione, nel caso in cui non abbiano precedentemente rispettato gli anni di contribuzione effettiva.

Infine, possono farlo attraverso il Pensione per Anziani (PUAM) O il Beneficio di pensionamento proporzionale. Quest’ultimo è il nuovo beneficio approvato ai Deputati con 125 voti favorevoli contro 113 contrari e 3 astenuti, in cui Il credito dipenderà dagli anni effettivamente versati.

pensionamenti-anses-jubilados.jpg

Le donne che non rispettano i 30 anni di contributi dovranno aspettare fino al compimento dei 65 anni.

Nel caso del Indennità pensionistica proporzionale (PRP)UN regime permanente per uomini e donne delegare all’Esecutivo la fissazione dei parametri e delle condizioni del nuovo beneficio, come concordato alla Camera.

In base agli anni conferiti da coloro che sono andati in pensione per moratoria, sembra che per la stragrande maggioranza il credito iniziale rappresenterebbe un reddito molto basso. Per questo motivo è scontato che il PRP avrebbe come floor il valore del PUAM, che equivale all’80% del reddito minimo contributivo.

Lui Il valore PUAM a maggio sarà di $ 152.113 aggiunto a Bonus di $ 70.000 che, invece di essere integrato nell’attivo circolante, rimarrebbe congelato, come avvenuto in aprile. Inoltre, tale copertura pensionistica non dà diritto alla pensione di vedovanza, e si acquisisce se si dimostra che si è in situazione di vulnerabilità sociale.

Un altro aspetto da tenere in considerazione è che pensionato dal Regime Generale può lavorare in modo registrato e riscuotere la pensione, mentre il PUAM non consente di lavorare in una relazione di dipendenza lavoratori autonomi formalmente o registrati, ad eccezione di quelli che aderivano alla monotassa sociale, categoria che verrebbe abrogata con approvazione dei Deputati.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV La nuova data menzionata da Guillermo Francos per la firma del patto con i governatori: “Ha un effetto simbolico importante”
NEXT La decisione sospetta di Flor de la Ve dopo essere stato strettamente legato a Turco Naim, separato da Emilia Attias