Il ministro Marcel afferma che è “difficile comprendere” lo sciopero per la sicurezza dei camionisti: “La questione è in cima all’agenda del governo”

Il ministro Marcel afferma che è “difficile comprendere” lo sciopero per la sicurezza dei camionisti: “La questione è in cima all’agenda del governo”
Il ministro Marcel afferma che è “difficile comprendere” lo sciopero per la sicurezza dei camionisti: “La questione è in cima all’agenda del governo”

Questo lunedì è iniziata la Sciopero a tempo indeterminato indetto dall’ Confederazione delle Forze del Norddove i camionisti hanno già iniziato a prendere le strade varie zone del nord del paese.

Controlla anche

Attraverso un comunicato, il sindacato ha sostenuto che si tratta di uno stop risponde all’insicurezza nel territorio nazionalequindi hanno chiesto una serie di misure, tra cui più sicurezza stradale, decretare lo stato di eccezione e il espulsione dei cittadini stranieri con precedenti penali sanzioni.

Ne ha parlato con DNA oggi Lui Ministro delle Finanze, Mario Marcelil quale ha sottolineato che questa mobilitazione è “difficile da capire”, sottolineando che la questione del sicurezza “è nel primo posto all’ordine del giorno del governo”.

“Generalmente, Le chiusure parziali hanno un impatto economico piuttosto limitato, e ciò dipende da quanto viene alterata la libera circolazione”, ha esordito sottolineando.

“Le richieste di questi gruppi (sicurezza) sConsiderando le questioni che sono in cima all’agenda del governo, è difficile comprendere questo tipo di interruzioni quando il governo è ampiamente dedicato ad affrontare questo tipo di situazioni.“, ha affermato.

D’altra parte, il capo del portafoglio fiscale Ha fatto riferimento alla paralisi che mantengono ormai da diverse settimane il porto di Coroneldi cui si parla già di perdite milionarie, che potrebbero arrivare fino a tre milioni di dollari.

A questo proposito, il Ministro Marcel lo ha espresso Questa “è una sospensione che ha una giustificazione un po’ confusa, ma quello che capisco è questo L’azienda ha compiuto alcuni passi “cambiare interlocutori per cercare di trovare una via d’uscita da questa situazione.”

Speriamo che la soluzione sia rapidaperché, in effetti, I porti sono fondamentali per il funzionamento dell’economia del paese. e quindi qualsiasi paralisi in quella zona provoca sempre molti danni”, ha concluso.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Las Tunas mantiene uno stretto vantaggio al vertice del baseball cubano (+Foto)
NEXT Gli universitari cubani condannano il genocidio in Palestina (+ Foto) – Juventud Rebelde