La Juventus ha licenziato il suo allenatore dopo la scandalosa reazione in Coppa Italia

La Juventus ha licenziato il suo allenatore dopo la scandalosa reazione in Coppa Italia
La Juventus ha licenziato il suo allenatore dopo la scandalosa reazione in Coppa Italia

La Juventus ha licenziato l’allenatore 56enne dopo essere stato espulso nella finale contro l’Atalanta e aver aggredito fisicamente e verbalmente diverse persone.

Reuters

Allenatore Massimiliano Allegri è stato licenziato dal Juve d’Italia per la sua espulsione, e successiva minaccia al direttore di un giornale, nel finale del Coppa Italia che il Torino ha battuto l’Atalanta 1-0.

Il contenuto a cui desideri accedere è esclusivo per gli abbonati.

sottoscrivere Sono già iscritto

Dopo il suo comportamento nella quindicesima conquista della Coppa Italia da parte della ‘Vecchia Signora’, il livornese è stato licenziato dall’incarico e il club torinese ha riferito che “È dovuto ad alcuni comportamenti durante e dopo la finale di Coppa Italia che il club ha ritenuto incompatibili con i valori della Juventus e con il comportamento che dovrebbe adottare chi la rappresenta”.

Nei minuti di recupero della finale della competizione nazionale, l’allenatore è stato espulso dopo infinite proteste e ha scatenato una reazione eccessiva da parte sua in cui con aria di sfida si è tolto giacca e cravatta e ha affrontato il quarto arbitro e si è diretto negli spogliatoi tunnel ha gridato “dov’è Rocchi?”, riferendosi a Gianluca Rocchi, il capo degli arbitri italiani, in un grido ripreso in diretta dai microfoni televisivi.

Poi, nei festeggiamenti per lo scudetto vinto dalla Juventus con un gol del serbo Dusan Vlahovic, il 56enne direttore tecnico ha respinto il saluto di Cristiano Giuntoli, direttore sportivo del club, che ha anche esortato ad allontanarsi con un saluto di saluto. le sue mani.

Inoltre, Allegri lo minacciò dopo la partita dicendogli: “Direttore di merda! Scrivi sul tuo giornale la verità, non quello che ti dice la società!”

Nel suo editoriale Giuntoli spiega: “Dopo un primo invito a stare calmo e a spiegarmi quale fosse la verità che secondo i suoi superiori si nascondeva, Allegri ha risposto tirandomi, spingendomi e con il dito sotto il naso mi ha gridato: ‘So dove andare'”. ti troverò. So dove aspettarti.’ “Vado a strapparti entrambe le orecchie. Ti colpisco in faccia. ‘Scrivi la verità sul giornale’, e altre finezze da rissa da bar.”.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT L’Occidente autorizza l’uso delle armi concesse all’Ucraina per la sua difesa contro la Russia