Le persone fanno un grande sforzo e noi dobbiamo accompagnarle con le azioni

Jorge Ignacio García Cuerva, arcivescovo di Buenos Aires, ha lanciato un messaggio forte durante la cerimonia. Ha parlato del traffico di droga, della corruzione e di altri problemi che affliggono il Paese.

Lui presidente Javier Milei arrivato al Cattedrale di Buenos Aires per partecipare al Tedeum del 25 maggio. Nella cerimonia religiosa, l’arcivescovo di Buenos Aires, Jorge Ignacio Garcia Cuervaha lanciato un forte allarme sulla crisi economica e ha sostenuto che “il nostro popolo sta facendo uno sforzo enorme, dobbiamo accompagnarlo con fatti e non parole“.

Il contenuto a cui desideri accedere è esclusivo per gli abbonati.

sottoscrivere Sono già iscritto

Lui presidente argentino Arrivò accompagnato dal suo gabinetto, compreso Nicola Pose, per partecipare alla cerimonia per un nuovo anniversario del Rivoluzione di maggio. In esso, García Cuerva ha parlato dei diversi problemi che sta attraversando l’Argentina.

Il messaggio dell’arcivescovo di Buenos Aires al Tedeum

Javier Milei Victoria Villarruel .JPG

Javier Milei accompagnato dalla vicepresidente, Victoria Villarruel, alla Cattedrale di Buenos Aires.

All’inizio della cerimonia ecclesiale nella Cattedrale Metropolitana, l’arcivescovo ha assicurato: “Il messaggio che condividerò vuole essere un contributo alla luce della Parola di Dio per la riflessione di tutti gli attori della società argentina, convinti che insieme costruiamo la Patria, pur sapendo che, dopo, si possono prendere alcune frasi isolate per cercare di alimentare la frammentazione“.

“Molti potranno fare appello per fare una diagnosi della situazione, altri in termini di critica e denuncia, altri ancora potranno parlare e menzionare progetti e impegni futuri. Tutte azioni valide per la vita e per la Nazione”, ha aggiunto. Da evidenziare poi che la celebrazione del Tedeum è un inno di gratitudine e riconoscere “la nostra vita nella società”.

In questo senso, ha espresso che “abbiamo bisogno che Dio ci guarisca” e che “non puoi procrastinare”. A questo proposito, ha esemplificato con “il malnutrizione nella prima infanzia, mancanza di scolarizzazione e accessibilità ai servizi sanitarigli anziani pensionato incapaci di sostenersi quotidianamente con un minimo di dignità” e certi che siano problemi”non può essere rinviato“.

Non possiamo fare lo stupido Gli sforzi delle persone devono essere accompagnati da fatti e non da parole. Ecco perché alcune azioni della diligenza contro i cittadini in piedi continuano a ferire, come ad esempio aumenta lo stipendio dell’auto qualche settimana fa,” ha lanciato con forza Jorge García Cuerva.

Inoltre l’arcivescovo ha fatto riferimento alle mani”paralizzato“essere solidali con coloro che hanno di meno”. Inoltre, chiediamo a Dio di preservarci dalle mani macchiato del sangue del narcotraffico, delle mani sporche della corruzione e delle tangenti“Ha aggiunto.

25 maggio: come continua l’agenda di Javier Milei

Dopo l’incontro con i Presidenti dei Poteri dello Stato e i Ministri nella Sala dei Busti di Casa Rosada e il suo arrivo nella Cattedrale Metropolitana, Milei Continuerai con la tua agenda come segue:

  • 13:30: Partenza per Cordoba
  • 14:20: Arrivo all’aeroporto della città di Córdoba.
  • 14:40: Incontro nel Palazzo del Governo con il governatore della provincia, Martín Llaryora, e il sindaco della città, Daniel Passerini, e trasferimento al Cabildo.
  • 15:00: Evento principale e discorso
  • 16:30: Trasferimento al Palazzo del Governo e partenza per l’aeroporto della città di Córdoba
  • 17.00: Partenza per la Città Autonoma di Buenos Aires
 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Shadow of the Erdtree potrebbe essere un cenno a Dark Souls
NEXT Jabeur non ha lasciato spazio a dubbi contro Osorio a Nottingham