Gualeguaychú: l’ex fidanzato di Nahir Galarza ha raccontato un’aberrante bugia che la giovane fece all’età di 14 anni

Gualeguaychú: l’ex fidanzato di Nahir Galarza ha raccontato un’aberrante bugia che la giovane fece all’età di 14 anni
Gualeguaychú: l’ex fidanzato di Nahir Galarza ha raccontato un’aberrante bugia che la giovane fece all’età di 14 anni

Santiago era suo compagno di scuola e aveva un legame affettuoso con lei quando erano bambini.

Santiago era il fidanzato di Nahir quando erano bambini e ha raccontato un episodio aberrante che la giovane ha simulato quando aveva 14 anni. (Video: LAM/America)

In caso di Nahir Galarza Lui è stato ancora una volta al centro della scena dopo l’uscita del film che racconta com’è stato il suo rapporto con Fernando Pastorizzo e il tragico esito che ha posto fine alla vita del giovane. Nelle ultime ore, un suo ex compagno di scuola, ha rivelato dettagli del suo comportamento durante l’adolescenza.

Santiago non solo ha condiviso un’aula con Nahir, loro hanno avuto una storia d’amore quando erano bambini, anche se con il passare degli anni si separarono e andarono molto male. “Non le piacevo perché era piuttosto omofobica, non so se adesso è cambiata, se ha aperto un po’ di più la sua mente”, ha detto a LAM (America), lasciando intendere che lei lo aveva rifiutato a causa il suo orientamento sessuale.

Leggi anche: L’ex fidanzato di Nahir Galarza ha raccontato un’intimità brutale durante il viaggio di laurea: “L’ho trovata in bagno”

Il giovane ha visitato la bicicletta guidata da Ángel de Brito e ha raccontato tutto quello che sapeva sulla donna di Entre Ríos condannata all’ergastolo per aver ucciso il suo fidanzato con due colpi mentre erano in moto per le strade di Gualeguaychú.

“Ha iniziato con noi in terza elementare. Abbiamo fatto insieme tutte le scuole elementari e medie», ha raccontato, rivelando che «parlava poco, ma quando doveva dirti qualcosa te lo diceva conciso perché ti fosse chiaro». Secondo la sua storia, Nahir era tranquilla ma non timida. “Non ha mostrato molto della sua personalità.solo quando hai acquisito fiducia”, ha affermato.

La menzogna che preoccupava tutti a Gualeguaychú

Poi, raccontò una bugia aberrante, ideata all’età di 14 anni: “Non aveva atteggiamenti violenti ma si inventava spesso delle cose. Una volta ha inventato un rapimento. Ha detto che l’hanno caricata su un furgone bianco, che l’avevano bendata, che si sentiva come se l’avessero drogata, che non riusciva a capire molto ma che credeva che fossero paraguaiani.

Nahir Galarza è stata condannata all’ergastolo per aver ucciso con due colpi di pistola il suo fidanzato, Fernando Pastorizzo. (Foto: archivio Télam)

Leggi anche: L’ex avvocato di Nahir Galarza ha rotto il silenzio ed ha espresso la sua opinione sul film: “Mi fa schifo”

“È scomparso tutto il giorno, nessuno sapeva niente. Di notte si è presentata sola, ha detto che l’avevano gettata in un campo e così via l’avevano violentata. Dopo hanno fatto degli studi e i medici hanno detto che non gli avevano fatto nulla”, ha aggiunto.

Allo stesso tempo, ha rivelato che si è trattato di un evento che ha avuto un grande impatto sulla città: “Questo è apparso sui giornali di Gualeguaychú, tutta la città ha parlato ma lei non ha mai chiarito nulla”. “Lo ha fatto per attirare l’attenzione, i vicini sono stati molto preoccupati per molti giorni”, ha chiarito.

Il rapporto con Fernando

Santiago ha rivelato di non conoscere Fernando, “non aveva alcun rapporto con lui perché frequentava un’altra scuola”, ha detto, anche se lo sapeva La sua relazione con Nahir era avanti e indietro..

“Il film mostra un rapporto tossico tra i due, fatto di gelosia, insulti”, ha aggiunto Ángel de Brito, ma il giovane ha rivelato che non è la stessa cosa che sostengono le persone che lo conoscevano, “quello che dicono in città è Quello Fernando era un ragazzo molto tranquillo”, ha concluso.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Sono state riprogrammate più di 10 partite della Coppa del Cile 2024: rivedi tutti i duelli che hanno subito modifiche
NEXT Cosa propongono le nuove politiche? • Lavoratori