Laboratorio professionale di arti plastiche

CAMAGÜEY.- Il sabato pomeriggio non è più un pomeriggio qualsiasi per un gruppo di bambini camagüeiani, da quando Progetto Creative Cardboard Il laboratorio professionale è stato inaugurato ad aprile arti plastiche Dipingimi un albero.

Ieri eravamo curiosi e ci è piaciuto molto. Abbiamo trovato una ventina di studenti dai cinque ai dieci anni. Arrivano da quartieri lontani come il “Lenin”, senza fallire dal primo giorno. Altri vivono nel centro della città e si sono incorporati.

Per ognuno c’è una sedia, uno sgabello, una bilancia, qualcosa su cui sedersi, oltre ai materiali, agli strumenti… e tre insegnanti attenti ed educati, che parlano a bassa voce e sono ammirevolmente pazienti e attenti nel trattare con ogni mondo di individualità tanta voglia di giocare e imparare qualcosa di diverso.

Questo sabato si è trattato di scultura in rilievo con cartone ondulato, ma il curriculum copre di più con lezioni gratuite di disegno o da modello, e persino scultura con argilla. Impareranno a realizzare materiali, vernici, colle. Sapranno dare vita utile a ciò che in casa si sottovaluta, perché il riciclo è importante nell’arte e nella vita stessa.

Il leader di questo progetto è l’artista José Antonio Hechavarría, professore di scultura presso l’Università Accademia d’Arte Vicentina de la Torre nella città di Camagüey. Ha fondato Cartón Creativo nel maggio 2023 con il collega Nelson Miranda e la giovane specialista in gestione socioculturale Liz Marian Río. Quel duetto non c’è più ma restano gli obiettivi fondanti di connettersi con il pubblico, consolidare laboratori di creazione e generare mostre.

José Antonio oggi ha due giovani preparati e molto volenterosi, pur avendo grandi responsabilità professionali. Mi riferisco all’artista Jonathan Morales, professore di incisione alla “Vicentina”; e Linet Escalona Sánchez, studentessa del quarto anno di Management Socioculturale. Affronta lo stressante processo del lavoro di diploma per il quale ha scelto di studiare nelle scuole primarie in epoca coloniale.

È iniziato come una prova, ma decolla con un programma semestrale utile e coinvolgente. Restano aperte le iscrizioni per i bambini delle classi seconde, terze e quarte. Si svolge il sabato e per ulteriori informazioni è necessario chiamare José Antonio al numero +53 52905383.

I genitori aiutano a realizzare le cartelline da cavalletto, che devono portare i primi due sabati del mese, perché necessarie per disegnare e dipingere. Quelli che seguono corrispondono ai laboratori di scultura con materiali vari. Hanno inventato anche la tavolozza con copripomelli e piatti usa e getta. Lì impari anche che uno spazzolino da denti è uno strumento.

“Abbiamo un progetto molto importante per i nostri figli, dobbiamo capire che dobbiamo rafforzare la vera cultura e i valori umani essenziali per garantire che Cuba avanzi verso una società migliore. Il progetto Cartón Creativo costituisce uno sforzo necessario in questo senso. Niente di meglio di un buon lavoro pedagogico e di una proiezione per il futuro. Abbiamo il sostegno di tutte le nostre istituzioni culturali. Finora è stata molto importante la collaborazione dei genitori e la certezza che tutti abbiamo nel nostro obiettivo fondamentale: i nostri figli”, sottolinea José Antonio.

La domanda di iscrizione, le aspirazioni degli insegnanti, la motivazione dei bambini e la preoccupazione dei genitori, tutto ciò ha fatto sì che questo laboratorio si trasformasse in un’accademia professionale di arti plastiche per le età primarie. Per un’attenzione più personalizzata, hanno deciso di dividere l’attuale gruppo in due gruppi, per lavorare con uno la mattina (10:00-11:40) e con l’altro il pomeriggio (16:00-17:40). pm) Cartón Creativo risiede a Lope Recio #57, tra Popular e San Patricio.

Questo corso terminerà a novembre, ma si è aggiunta un’altra opzione con quattro laboratori previsti in altri giorni della settimana nei mesi di luglio e agosto, con l’obiettivo finale di realizzare un’opera collettiva secondo l’espressione artistica.

Attraverso un gruppo WhatsApp, insegnanti e familiari mantengono una guida precisa e costante. Da lì ha cominciato a circolare il bando del corso estivo Creare un Sogno, che prevede laboratori di letteratura, musica, arte/sport e teatro per bambini, con artisti ospiti.

Sono ancora aperte le iscrizioni per questo corso estivo, che non è né esclusivo né obbligatorio per gli studenti di Píntame un arbol. Sarà una grande opportunità per giocare con lo scrittore e artigiano Niurki Pérez per creare Un Grande Libro per i Piccoli. Altre settimane, la sassofonista Shakira Guerrero creerà un murale con motivi tratti da un’opera musicale. Poi, insieme alla giovane atleta Erika Alejandra Gómez Yero, realizzeranno una scacchiera e una scacchiera scultorea. Si chiuderanno con Il Racconto Infinito, condotto da un attore.

Questi laboratori riuniranno le arti plastiche con ciascuna di queste manifestazioni. I laboratori estivi fanno parte di un progetto più ampio chiamato Il Corso delle Stagioni.

Dipingimi un albero e le altre idee di Cartón Creativo ci fanno applaudire ogni iniziativa che ricerca, ascolta e accompagna l’infanzia. “Hanno imparato e chiedono conoscenza”, dice José Antonio. Congratulazioni agli artisti con un lavoro comunitario così generoso. Un’opportunità come questa, attraverso l’arte, può cambiare la vita di questi bambini, piantare in loro esseri umani migliori, capaci di aggiustare il nostro mondo.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Diana Mondino ha incontrato gli uomini d’affari americani al Council of Americas
NEXT esempio per difendere l’indipendenza raggiunta • Lavoratori