Dopo 30 anni di storia, questo leggendario servizio di messaggistica istantanea smetterà di funzionare

Dopo 30 anni di storia, questo leggendario servizio di messaggistica istantanea smetterà di funzionare
Dopo 30 anni di storia, questo leggendario servizio di messaggistica istantanea smetterà di funzionare

Il servizio di messaggistica ICQ, attualmente di proprietà del colosso russo Mail.ru, non sarà più disponibile dal 26 giugno

ICQ è stato uno dei primi servizi di messaggistica su Internet

Unisciti alla conversazione

Si potrebbe dire così ICQ È stato uno dei servizi di messaggistica precursori del app di messaggistica che usiamo tutti oggi. Nasce infatti quando ancora il concetto di “applicazioni” non esisteva, circa 30 anni fa. Ora, questa mitica piattaforma smetterà di funzionare. A confermarlo è stata l’azienda stessa tramite il sito ufficiale del servizio, dove viene specificato Il servizio di messaggistica ICQ non sarà più disponibile dal 26 giugno.

Un servizio di corriere pionieristico

ICQ è stato uno dei pionieri nel campo della messaggistica istantanea. È stato lanciato nel novembre 1996 dalla compagnia israeliana Mirabilis. I suoi creatori, quattro giovani imprenditori, hanno ideato un programma che ha permesso agli utenti eInvia messaggi in tempo reale su Internetqualcosa di rivoluzionario in un’epoca in cui e-mail e telefonate dominavano la comunicazione.

ICQ, il cui nome deriva da un gioco di parole “Ti cerco” Ha preso rapidamente piede grazie alla sua facilità d’uso e all’inclusione di funzionalità mai viste prima come elenchi di contatti, notifiche e messaggistica offline.

Il successo di ICQ attirò l’attenzione delle grandi aziende tecnologiche e nel 1998 America Online (AOL) ha acquisito Mirabilis per circa 400 milioni di dollari, in cui è diventata una delle più grandi acquisizioni dell’épioca nel settore Internet.

L'avviso di chiusura dell'ICQ

L’avviso che compare sul sito dell’ICQ, che avvisa della chiusura della domanda

Sotto l’ala protettrice di AOL, ICQ ha continuato a crescere, raggiungendo decine di milioni di utenti in tutto il mondo… fino all’arrivo dei social network e dei moderni servizi di messaggistica. Da quel momento in poi ICQ iniziò a perdere forza e nel 2010 il colosso russo Mail.ru acquistò il servizio per 8,5 milioni di dollari con l’intenzione di modernizzarlo.

Negli ultimi anni ICQ ha subito grandi cambiamenti e ha continuato a funzionare normalmente, ma la crescente popolarità di applicazioni come WhatsApp o Telegram ha lasciato il servizio relegato in secondo piano.

26 giugno, l’ultimo giorno per utilizzare ICQ

Lo precisa l’azienda, attraverso un comunicato pubblicato sul proprio sito ICQ smetterà di funzionare il 26 giugnoe incoraggiare gli utenti a continuare a chattare con i propri contatti attraverso servizi come VK Messenger, anch’esso di proprietà di Mail.ru.

Nonostante il “arrivederci”, l’azienda non chiude la porta ad un possibile ritorno del Marchio ICQ. Attraverso una pubblicazione su X, l’azienda ha lasciato intendere che, prima o poi e in un modo o nell’altro, “tornerà”.

Puoi seguire Andro4all su Facebook, WhatsApp, Twitter (X) oppure controlla il nostro canale Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità tecnologiche.

Unisciti alla conversazione

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Questo è il nuovo gioco gratuito per sempre che Epic Games Store regalerà la prossima settimana
NEXT “Non c’è stato (…) un presidente assente”: Tohá risponde alle critiche alla visita del presidente Boric