Questo tablet Android ha lo schermo “e-Ink” con la frequenza di aggiornamento più alta della storia: promette di cambiare tutto

Questo tablet Android ha lo schermo “e-Ink” con la frequenza di aggiornamento più alta della storia: promette di cambiare tutto
Questo tablet Android ha lo schermo “e-Ink” con la frequenza di aggiornamento più alta della storia: promette di cambiare tutto

Il Daylight DC-1 sta riscuotendo successo: le prime edizioni del tablet sono già esaurite

Il tablet Daylyght DC-1 è dotato di un display LivePaper con una frequenza di aggiornamento simile a quella di un display LCD convenzionale

Unisciti alla conversazione

Sebbene siano passati anni dalla sua comparsa, la tecnologia del inchiostro elettronico applicato agli schermi continua ad avere lo stesso problema degli inizi: il frequenza di aggiornamento. La maggior parte degli schermi di questo tipo sono in grado di aggiornarsi solo poche volte al secondo, rendendo l’esperienza dell’utente non così fluida come nel caso di un pannello LCD convenzionale.

Ora ha chiamato una società sconosciuta Luce del giorno Promette di aver posto fine a questo problema. E vuole dimostrarlo con il suo primo prodotto, il Daylight DC-1, un tablet basato su Android che equipaggia uno schermo “LivePaper”, che simula il funzionamento dei pannelli a inchiostro elettronico, ma è in grado di raggiungere frequenze di aggiornamento superiori a 60 hertz per offrire un’esperienza molto più fluida, paragonabile a quella di un tablet convenzionale. E la cosa migliore è questa Già in vendita.

Questo è il tablet Daylight DC-1 con schermo LivePaper

Il DC-1 ha un design minimalista, senza troppe clamori in termini di estetica. La parte anteriore è occupata da uno schermo monocromatico da 10,5 pollici con una risoluzione di 1600 x 1200 pixel, circondato da margini un po’ più ampi del solito, che dovrebbero offrire una presa più comoda senza timore di toccare accidentalmente la parte touch del pannello. Una soluzione che abbiamo già visto in altri tablet Android di questo tipo, come il BOOX Note Air 3C.

Il display in questione utilizza la tecnologia LivePaper, che offre tutti i vantaggi dei pannelli a inchiostro elettronico, incluso a leggibilità totale all’esterno nessuna necessità di retroilluminazione e un migliore controllo dei riflessi. Inoltre, ha a consistenza opaca e retroilluminazione con luce calda.

Utilizzando la CD della luce del giorno 1

Il touch screen del Daylight DC-1 ha una frequenza di campionamento del tocco paragonabile a quella degli schermi LCD convenzionali

Ciò che veramente colpisce risiede nel frequenza di aggiornamento del pannello, capace di superare i 60 hertz per garantire che l’esperienza dell’utente sia fluida come su uno schermo LCD. IL toccare la frequenza di campionamento Inoltre è stato aumentato rispetto ai tradizionali retini a inchiostro elettronico, in modo che il tempo di risposta del pannello sia notevolmente ridotto.

Il pannello è compatibile anche con uno stilo incluso nella confezione, che utilizza la tecnologia Wacom. Per il resto il tablet ha un Processore MediaTek Helio G99, 8 GB di RAM con 128 GB di storage interno espandibile tramite microSD e una batteria con capacità di 8000 mAh, che dovrebbe garantire diversi giorni di autonomia con una singola carica.

Luce del giorno DC 1 con stilo

Il pannello è compatibile con lo stilo incluso nella confezione del tablet

Il tuo sistema operativo lo è Sol:OSun nuovo software personalizzato dal marchio e basato su Android 13. Il marchio spiega di aver progettato il sistema operativo con l’obiettivo di rimuovere gli elementi di distrazione, garantendo libertà e flessibilità. In questo senso è possibile scaricare e installare app popolarinonostante il dispositivo non disponga di certificato GMS, e quindi non includa servizi e applicazioni Google preinstallati.

Il tablet Daylight DC-1 è ora in vendita sullo store online ufficiale del marchio, dove può essere acquistato al prezzo di $ 729. Dato che le prime edizioni del tablet non hanno tardato ad esaurirsi, tutto sembra indicare che si tratti di uno dei prodotti più sorprendenti che abbiamo visto quest’anno. E, con sorpresa di molti, il marchio ci è riuscito senza dover fare riferimento nemmeno una volta all’acronimo “IA”.

Puoi seguire Andro4all su Facebook, WhatsApp, Twitter (X) oppure controlla il nostro canale Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità tecnologiche.

Unisciti alla conversazione

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Cosa propongono le nuove politiche? • Lavoratori
NEXT L’Occidente autorizza l’uso delle armi concesse all’Ucraina per la sua difesa contro la Russia