L’Europa attiva l’allerta dopo il movimento inaspettato dell’alleato di Putin

L’Europa attiva l’allerta dopo il movimento inaspettato dell’alleato di Putin
L’Europa attiva l’allerta dopo il movimento inaspettato dell’alleato di Putin

È stata una delle novità principali di questo venerdì. Il primo ministro ungherese Viktor Orbán ha visitato Mosca per un incontro (per la prima volta dall’inizio della guerra in Ucraina) con il presidente della Russia, Vladimir Putin.

In particolare Orbán ha il miglior rapporto con Putin tra tutti i leader dell’Unione Europea (UE). Una buona prova di ciò è che il primo ministro ungherese si è pubblicamente opposto alle sanzioni dell’UE contro la Russia e alla fornitura di armi militari all’Ucraina.

Viktor Orbán ha approfittato della legittimità data dal fatto che l’Ungheria ha iniziato lunedì a ricoprire la presidenza di turno dell’UE per recarsi nella capitale russa e tenere un incontro con Putin che ha scatenato grandi critiche.

Anche se l’Ungheria, attraverso il suo ministro degli Esteri, Peter Szijjarto, ha giustificato la visita di Orbán a Putin come un “approccio per raggiungere la pace”, la realtà è che Dall’Unione Europea si sono affrettati ad avvertire che il primo ministro ungherese non rappresenta l’organizzazione internazionale.

L’Europa si unisce contro la visita di Orbán a Putin

Uno di quelli che ha mostrato più chiaramente la sua posizione è stato il Il presidente del Consiglio europeo, Charles Michelche lo ha sottolineato Orbán non ha il mandato di parlare a nome dell’Unione Europea nei suoi contatti con Putin.

“La presidenza di turno dell’UE non ha il mandato di impegnarsi nel dialogo con la Russia a nome dell’UE”.. Il Consiglio europeo è chiaro: la Russia è l’aggressore, l’Ucraina è la vittima. “I dibattiti sull’Ucraina non possono svolgersi senza l’Ucraina”.ha sottolineato Michel nel suo account sul social network X (precedentemente noto come Twitter).

Sulla stessa linea, il La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyenche ha pubblicato su X il seguente messaggio: “L’ungherese Viktor Orbán visita Mosca. La pacificazione non fermerà Putin. Solo l’unità e la determinazione apriranno la strada a una pace globale, giusta e duratura in Ucraina”.

Da parte sua, il Alto rappresentante per la politica estera dell’UE, Josep Borrellha chiarito, anche in X, che “La visita di Viktor Orbán a Mosca si inquadra esclusivamente nelle relazioni bilaterali tra Ungheria e Russia. Le posizioni sulla guerra russa contro l’Ucraina escludono contatti ufficiali tra l’UE e il presidente Putin. Perciò, “Il primo ministro Orbán non rappresenta l’UE”.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il giudice ora si affida agli ultras di HazteOir per tenere vivo il caso contro Begoña Gómez
NEXT La Veterinary College Organization mette in guardia dalla crescente minaccia delle zoonosi