Rendere la sicurezza informatica rilevante per i consumatori: il caso dell’agenzia personale

Rendere la sicurezza informatica rilevante per i consumatori: il caso dell’agenzia personale
Rendere la sicurezza informatica rilevante per i consumatori: il caso dell’agenzia personale

Di Jenny Brinkley, responsabile della sicurezza di Amazon

Senza dubbio, comunicare su argomenti come la sicurezza informatica è impegnativo a causa della natura dell’argomento. Cambiare i comportamenti è ancora più difficile. La maggior parte dei consumatori non sono esperti tecnici, né dovremmo aspettarci che lo siano. Eppure, i consumatori svolgono un ruolo fondamentale nel mantenere le proprie informazioni sicure e protette. E oltre a ciò, ogni dipendente di ogni organizzazione incaricata di proteggere qualsiasi tipo di dati è anche un consumatore, quindi l’impatto della consapevolezza della sicurezza va ben oltre il consumatore.

Recentemente, Amazon ha lanciato una campagna di annunci di servizio pubblico (PSA) per aumentare la consapevolezza sicurezza informatica, Proteggi e connetti, in collaborazione con la National Cybersecurity Alliance. Uno dei principi chiave della campagna era l’idea di “agenzia personale”, ovvero la convinzione che una persona sia in grado di influenzare le proprie azioni e circostanze della vita.

Può essere facile liquidare la sicurezza informatica come una responsabilità delle aziende e degli esperti di sicurezza, e così è. In Amazon, ad esempio, impieghiamo migliaia di professionisti della sicurezza la cui unica missione è proteggere i dati dei clienti. Tuttavia, gli ultimi dati del settore sono chiari e coerenti: il 98% degli attacchi informatici si basa su tattiche di ingegneria sociale, come il phishingingannare o manipolare persone perché divulghino informazioni sensibili o personali, a volte con conseguenze devastanti non solo per l’individuo ma anche per le aziende e i clienti a cui sono collegati.

In questo contesto, è chiaro che la protezione dei consumatori implica pensare in grande a programmi e materiali educativi che siano informativi e attuabili. La sicurezza online non è solo compito degli ingegneri della sicurezza, ma riguarda me, te, i tuoi cari, il tuo dentista, i tuoi amministratori scolastici, i tuoi assistenti all’infanzia, tutti quanti. Nel PSA Protect & Connect abbiamo creato un concetto incentrato sulle “guardie del corpo di Internet”. Mentre le star d’azione Michael B. Jordan e Tessa Thompson hanno dato vita a quell’idea in modo divertente e divertente, il messaggio chiave è che ognuno può essere la propria guardia del corpo su Internet. Tutti hanno il potere di rimanere al sicuro online ed è facile da fare.

Nelle parole del genio di Internet di Protect & Collegare“Hai il potere di proteggere te stesso e i tuoi cari quando si tratta di sicurezza informatica. Lo hai sempre fatto!” Esistono semplici passaggi che tutti possono adottare per essere più sicuri online, ad esempio mantenere la coerenza negli aggiornamenti software per i dispositivi connessi, utilizzare password complesse, utilizzare l’autenticazione a più fattori (MFA) su tutti i propri account quando possibile ed essere attenti a tentativi di phishing.

Non c’è dubbio che l’educazione del consumatore faccia la differenza e Amazon è orgogliosa di sostenere la National Cybersecurity Alliance a ottobre e oltre per portare il messaggio dell’agenzia personale alle persone di tutto il mondo.

Jenny Brinkley è direttrice della Security Organization di Amazon, dove collabora con i leader di Amazon per dare priorità alle migliori pratiche e aspettative in materia di sicurezza, sfruttando la formazione e la consapevolezza per stabilire uno standard di sicurezza condiviso. Sotto la sua guida, Amazon ha lanciato gratuitamente la sua formazione di sensibilizzazione sulla sicurezza nazionale per aziende e privati ​​in tutto il mondo https://learnsecurity.amazon.com.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV 6.000 posti vacanti con i reati telematici in aumento del 20%
NEXT Invías non ha orari di apertura