Giornata mondiale della salute mentale materna: identificare i bisogni fisici e psicologici è la chiave per l’equilibrio emotivo

Giornata mondiale della salute mentale materna: identificare i bisogni fisici e psicologici è la chiave per l’equilibrio emotivo
Giornata mondiale della salute mentale materna: identificare i bisogni fisici e psicologici è la chiave per l’equilibrio emotivo

Una neomamma su 5 sperimenta qualche tipo di disturbo perinatale dell’umore e dell’ansia (PMAD), tra cui depressione e ansia postpartum (Illustrative Image Infobae)

La maternità è una delle esperienze più bello e di grande impatto nella vita e produce un cambiamento profondo e permanente. Durante la gravidanza, le emozioni sono in superficie e molte volte i sentimenti possono essere contraddittori. Gioia, paura e incertezza colpiscono solitamente le donne incinte che, a volte, non riescono ad esprimersi chiaramente perché “devono” apparire felici quando aspettano un bambino.

Questo idealizzazione Di maternità Può far sì che i sentimenti vengano nascosti durante la gravidanza. Sebbene possa essere una delle fasi più felici nella vita di una donna, può anche provocare stati di ansia e depressione.

Secondo la Giornata mondiale della salute mentale materna, 1 neomamma su 5 soffre di qualche tipo di disturbo d’ansia E stato dell’umore perinatale (PMAD)cioè durante il gravidanza e postpartum. Queste condizioni spesso passano inosservate e non vengono trattate e spesso hanno conseguenze a lungo termine sia per la madre che per il bambino.

La gravidanza e la maternità sono uno degli eventi più trasformativi dell’essere umano, sia biologicamente, psicologicamente e socialmente (Getty Images)

I sintomi possono comparire in qualsiasi momento durante la gravidanza e nei primi 12 mesi dopo il parto. I PMAD includono depressione postpartum, ansia postpartum, disturbo ossessivo-compulsivo postpartum, bipolare postpartum e psicosi postpartum.

La laurea Patrizia Martinezpsicologo dell’Halitus Medical Institute, ha espresso a Infobae in una nota recente che provoca l’attesa e l’arrivo di un bambino cambiamenti significativi nella psicologia e nella mentalità della madre.

Negli studi condotti da un gruppo di ricerca Neuromaternal, che analizza i cambiamenti cerebrali associati alla maternità, hanno scoperto che la gravidanza produce cambiamenti duraturi nel cervello. struttura del cervelloprincipalmente nel volume della materia grigia nelle regioni che servono la cognizione sociale e la neuroplasticità.

“I cambiamenti che si verificano sono molto variabili e dipendono da vari fattori, tra cui le circostanze dell’arrivo del bambino e il cambiamenti biochimici associati alla gravidanza. Ogni madre sperimenta questo processo in modo unico, attraversando diverse fasi emotive man mano che procede in questo viaggio”, ha detto la psicologa.

È importante bilanciare la cura materna con la cura personale, riconoscendo che soddisfare i propri bisogni di salute è essenziale per crescere i figli (Foto: Uwe Anspach/dpa)

È stimato che 7 donne su 10 nascondono o minimizzano i sintomi della PMAD. Senza comprensione, sostegno e trattamento, queste malattie mentali hanno un impatto devastante sulle donne colpite, sui loro partner e sulle famiglie, afferma WMMHD.

In generale, dicono gli esperti, le persone colpite di solito ritardano la consultazione con uno psichiatra. IL colpa di provare emozioni negative durante la gravidanza e il postpartum, come le diverse sfide che la maternità comporta, sono alcune delle cause di questa procedura.

Un altro motivo per cui ritardano la consultazione è che molte donne credono che “il malessere va con lui tempo, o che possano affrontare da soli ciò che sta accadendo loro a livello emotivo. È anche comune per loro pensare che la soluzione ai loro problemi derivanti da una consultazione con uno psichiatra sia solo la somministrazione di farmaci psicotropi quando esistono molteplici alternative non farmacologiche che in alcuni casi possono essere di grande aiuto”, ha affermato lo psichiatra. Agustina Wainszteinspecialista in Psichiatria Perinatale presso il Servizio di Psichiatria degli Adulti Fleni.

E aggiungeva: “Spesso, le madri trascurano la propria salute e si concentrano sulla cura dei propri figli. Spesso sentiamo dire che non hanno nessuno dei due tempo per fare cose essenziali come fare un bagno, fare un controllo medico o semplicemente riposarsi un po’. Ma è cruciale trovare un equilibrio e presta attenzione ai tuoi bisogni.

Molte donne ritardano la consultazione con uno specialista per motivi quali relegare i propri bisogni, sensi di colpa e l’errata convinzione che il disagio scomparirà nel tempo (Gettyimages)

“Senza dubbio, molte madri lo sono colpa trovare il tempo per fare le cose per se stessi. Ma devono sapere che l’unico modo per fornire la migliore assistenza possibile ai propri figli è assicurarsi prenditi cura prima della tua salute. È anche importante che sappiano che non sono soli, e questo cercare aiuto non è una debolezza”ha concluso il Dott. Wainsztein.

Quali sono i Segnali di avvertimento consultare un professionista salute mentale? IL tristezza persistente, cambiamenti di umore, ansia o insonnia sono i sintomi principali. L’avvocato Martínez ha espresso: “Non bisogna aver paura di cercare aiuto psichiatrico quando necessario, poiché esistono opzioni terapeutiche sicure durante la gravidanza”.

L’avvocato Martínez ha spiegato che il periodo di puerperioin cui il corpo si adatta dopo il Nascita e la madre si adatta al allattamento, e altri cambiamenti, comporta una serie di trasformazioni emotive: “Questi vanno da a disforia postpartumuna risposta angosciante e ansiosa che di solito è temporaneo e non pregiudica la capacità di maternità, anche nei casi più gravi come Depressione postpartoche può durare mesi.

Il sostegno familiare è una delle strategie preventive contro il disagio emotivo (Getty Images)

Secondo gli specialisti dell’American Health and Research Center Clinica Mayodopo la nascita, la maggior parte delle madri che hanno partorito sono presenti depressione postpartum (chiamato anche baby blues), che di solito include cambiamenti di umore, episodi di pianto, ansia e difficoltà a dormire. La depressione postpartum di solito inizia entro i primi due o tre giorni dopo il parto e può durare fino a due settimane.

“Tuttavia, alcune madri soffrono di un tipo di depressione più grave e di lunga durata, noto come Depressione postparto. A volte viene chiamata depressione perinatale perché può iniziare durante la gravidanza e continuare fino alla nascita del bambino. In rari casi, viene chiamato un disturbo dell’umore estremo psicosi postpartum“, ha affermato il centro sanitario.

Almeno secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). 1 madre su 10 soffre di depressione postpartum. “Almeno” significa che si tratta di una malattia sottodiagnosticata. Ci sono due ragioni per cui molte donne non chiedono aiuto, dice la Mayo Clinic: stigma, cosa significa avere una malattia legata alla salute mentale; e il depressione che si verifica nel presunto “momento più felice della tua vita”.

Lo yoga prenatale consente una migliore registrazione del corpo, lavorando sulla flessibilità e sul rilassamento e alleviando i fastidi muscolari (Immagine illustrativa Infobae)

La laurea Leila Kleinha spiegato a uno psicologo formatosi a Londra e istruttore di Hatha Yoga Integrale Infobae Quello Depressione postparto “consiste nello sviluppo di depressione nella madre dopo la nascita del bambino. La maggior parte delle volte la depressione sembra priva di significato: “Volevo così tanto questo bambino e ora che ce l’ho mi sento infelice”, “La nascita è stata meravigliosa, dovrei saltare di gioia”, quindi perché non mi diverto? ‘Non sono abbastanza brava per essere una madre’”, sono alcuni dei sentimenti delle nuove mamme, ha osservato.

Ha aggiunto: “La maggior parte delle donne tende a migliorare in una certa misura entro settimane, mesi o anche un anno o due. Tuttavia, questo avviene a caro prezzo sofferenze ingiustificate. La depressione postpartum rende la maternità una brutta esperienza e rende difficili le relazioni. coppia. Quindi la cosa migliore è individuare, al più presto, questo disturbo per trattarlo precocemente”.

È importante non confondere questa situazione con la cosiddetta “baby blues”, una “montagna russa emotiva” vissuta dall’80% delle neo mamme e Di solito dura settimane. Invece, la depressione si estende per più di un anno. Il primo svanisce nel tempo, il secondo può degenerare fino al rifiuto da parte del bambino e persino al pensiero di fare del male a se stesso e al bambino.

È essenziale adottare strategie preventive contro il disagio emotivo, come stabilire confini sani, mantenere una routine di sonno ed esercizio fisico, nonché praticare tecniche di rilassamento, per sostenere il benessere materno (Getty)

È che, durante la gravidanza, gli ormoni estrogeni e progesterone aumentare di circa 10 volte. Pochi giorni dopo il parto, precipitano ai livelli pre-gravidanza. Si ritiene che questo improvviso declino sia uno dei principali fattori che contribuiscono alla depressione postpartum. IL trattamenti Possono includere terapia, farmaci e sostegno emotivo e il loro obiettivo è prendersi la massima cura della salute del neonato o del bambino così come di quella della madre.

Meno di un anno fa, la FDA ha approvato la prima pillola per il trattamento della depressione postpartum. La Drug Enforcement Agency statunitense ha approvato il farmaco zuranolone dopo che la ricerca ha dimostrato che allevia i sintomi più gravi e di lunga durata che possono verificarsi nelle donne dopo il parto.

Il disagio emotivo può essere prevenuto con diverse strategie per evitare sovraccarico e stress e sentirsi così meglio. I suggerimenti sono:

L’attività fisica, soprattutto aerobica, ha dimostrato effetti antidepressivi (Immagine illustrativa Infobae)

  • Fissare i limiti: Bisogna saper dire “no”. Stabilire confini sani può aiutare a ridurre lo stress e l’ansia.
  • Dormire a sufficienza: È fondamentale stabilire una routine del sonno e fare tutto il possibile per rispettarla.
  • Fai esercizio: È un ottimo modo per ridurre lo stress, migliorare l’umore e aumentare l’energia.
  • Pratica lo yoga. Permette il ricongiungimento con il proprio corpo. Karina Orellanoz, insegnante di yoga per adulti, attività prenatale, postnatale e famiglie con bambini, con certificazione approvata dalla Yoga Alliance International of India e dall’Associazione internazionale dei professionisti dello yoga e dell’Ayurveda, spiegato a Infobae Quello “Lo yoga ci aiuta a capire che tutto cambia continuamente, e in questo caso il corpo ha compiuto una profonda metamorfosi. Accettare e abbracciare il nostro nuovo corpo fa parte dell’abbracciare questo nuovo presente”.

Una dieta sana aiuta anche l’equilibrio emotivo e il benessere – (Illustrative Image Infobae)

  • Mangia bene: può migliorare la salute fisica e mentale. Incorporare frutta, verdura, proteine ​​e carboidrati complessi nella tua dieta ed evitare cibi trasformati o ricchi di zuccheri ti aiuta a sentirti meglio.
  • Impara le tecniche di rilassamento: come la meditazione e la respirazione profonda, possono aiutare a ridurre lo stress e l’ansia.
  • Fornire supporto alla comunità. “Alcune persone ricevono più sostegno di altre. Il tuo principale punto di appoggio sarà probabilmente il tuo partner, la tua famiglia o i tuoi amici”, dicono dal Royal College of Psychiatrists, nel Regno Unito. Pur sottolineando che “molte altre fonti di aiuto e sostegno sono a disposizione delle donne incinte e delle neo mamme. Questo può variare a seconda di dove vivi. La tua ostetrica e l’assistente sanitario dovrebbero essere in grado di informarti sulla disponibilità di diversi sistemi di supporto nella tua zona”.
  • Trova il tempo per i tuoi cari: È importante trascorrere del tempo con il partner, la famiglia e gli amici e perseguire hobby e altri interessi. È anche fondamentale parlare ad amici e familiari dei tuoi sentimenti.
 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Nicole Moreno ha aggiornato il suo stato di salute dopo l’incidente a Vitacura: “Sono ancora sotto shock”
NEXT Segni che il tuo gatto ha bisogno di più esercizio | Novità di oggi