Lo scenario sanitario che avrebbe portato il coscritto all’amputazione della mano dopo la marcia | radiogramma-biobiotv

Lo scenario sanitario che avrebbe portato il coscritto all’amputazione della mano dopo la marcia | radiogramma-biobiotv
Lo scenario sanitario che avrebbe portato il coscritto all’amputazione della mano dopo la marcia | radiogramma-biobiotv

Il soldato di leva, che si trova ancora in gravi condizioni all’ospedale militare di Santiago, sarebbe stato sottoposto a un trattamento che avrebbe potuto generare necrosi alle dita, al fine di salvare i suoi organi vitali.

Una delle ultime conseguenze segnalate della marcia fatale a Putre è l’amputazione della mano di un soldato di leva della Brigata Motorizzata N° 24 “Huamachuco”.

Questo giovane, insieme ad un altro dei suoi compagni, si trova in gravi condizioni all’interno dell’Ospedale Militare di Santiago.

Secondo le informazioni che La Radio ha potuto raccogliere, in conversazione con diversi specialisti sanitari, e le informazioni accertate, quando il giovane coscritto arrivò all’ospedale di Arica, gli sarebbe stato diagnosticato un grave shock settico. Questa informazione è stata confermata dal ministro della Corte d’Appello di Santiago e presidente della Corte Marziale, in visita nella regione di Arica e Parinacota, Jenny Book.

Di fronte a questo scenario, i funzionari dell’ospedale hanno applicato un farmaco vasoattivo, uno dei trattamenti solitamente utilizzati per combattere le infezioni gravi che possono attaccare gli organi vitali. In questo modo si escluderebbe l’ipertemia come causa di questa situazione.

Tuttavia, uno degli effetti collaterali di questo trattamento è che può causare necrosi delle dita delle mani e dei piedi.

Controlla tutti i dettagli nella nota completa.

Il soldato di leva, che si trova ancora in gravi condizioni all’ospedale militare di Santiago, sarebbe stato sottoposto a un trattamento che avrebbe potuto generare necrosi alle dita, al fine di salvare i suoi organi vitali.

Una delle ultime conseguenze segnalate della marcia fatale a Putre è l’amputazione della mano di un soldato di leva della Brigata Motorizzata N° 24 “Huamachuco”.

Questo giovane, insieme ad un altro dei suoi compagni, si trova in gravi condizioni all’interno dell’Ospedale Militare di Santiago.

Secondo le informazioni che La Radio ha potuto raccogliere, in conversazione con diversi specialisti sanitari, e le informazioni accertate, quando il giovane coscritto arrivò all’ospedale di Arica, gli sarebbe stato diagnosticato un grave shock settico. Questa informazione è stata confermata dal ministro della Corte d’Appello di Santiago e presidente della Corte Marziale, in visita nella regione di Arica e Parinacota, Jenny Book.

Di fronte a questo scenario, i funzionari dell’ospedale hanno applicato un farmaco vasoattivo, uno dei trattamenti solitamente utilizzati per combattere le infezioni gravi che possono attaccare gli organi vitali. In questo modo si escluderebbe l’ipertemia come causa di questa situazione.

Tuttavia, uno degli effetti collaterali di questo trattamento è che può causare necrosi delle dita delle mani e dei piedi.

Controlla tutti i dettagli nella nota completa.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV L’esercitazione militare statunitense riaccende la tensione tra Venezuela e Guyana
NEXT “Senza infermieri non c’è salute e senza salute non c’è futuro”