Gli esperti evidenziano le strategie per l’uguaglianza di genere come un pilastro per rafforzare la salute pubblica in Costa Rica

Gli esperti evidenziano le strategie per l’uguaglianza di genere come un pilastro per rafforzare la salute pubblica in Costa Rica
Gli esperti evidenziano le strategie per l’uguaglianza di genere come un pilastro per rafforzare la salute pubblica in Costa Rica

In uno sforzo congiunto, l’azienda biofarmaceutica MSD, attraverso la sua iniziativa Women’s Network, e l’Università di Scienze Mediche (UCIMED), hanno convocato un dibattito sull’importanza dell’uguaglianza di genere nel settore sanitario. All’evento hanno partecipato leader ed esperti del settore, nonché rappresentanti di enti governativi e organizzazioni internazionali, incluso il Programma di sviluppo delle Nazioni Unite (UNDP).

Con la partecipazione di un numero significativo di professionisti, studenti, professori ed ex studenti delle principali discipline sanitarie di UCIMED, il dibattito è diventato uno spazio di dialogo arricchente. I relatori hanno discusso i progressi e le sfide nell’attuazione delle strategie con una prospettiva di genere.

Durante l’evento, Aurora Camacho, rappresentante dell’UNDP, ha condiviso le strategie di prevenzione della violenza di genere per il periodo 2022-2025. Tra le azioni evidenziate ci sono sei soluzioni emblematiche, che affrontano questioni come povertà e disuguaglianza, governance, resilienza, ambiente, energia e uguaglianza di genere.

D’altro canto, la nuova Legge per l’Eliminazione del Cancro Cervicale in Costa Rica, promossa dalla Rappresentante Paola Nájera, è stata considerata una pietra miliare nella tutela della salute delle donne, sottolineando che “l’obiettivo principale di questo progetto è promuovere azioni per prevenire, trattare e ridurre la mortalità dovuta al cancro della cervice. Per questo motivo cerchiamo di realizzare azioni che proteggano i bambini e gli adolescenti fin dalla tenera età attraverso la vaccinazione contro il Papillomavirus Umano. Inoltre, permette di avvicinare i servizi sanitari a tutte le donne non solo quando si trovano ad affrontare una malattia, ma anche a partire dalla fase di prevenzione”, ha affermato la deputata Nájera.

Durante l’evento, la Ministra della Condizione della Donna, Cindy Quesada Hernández, ha espresso il suo sostegno ad iniziative come questa. “Riteniamo che questo sforzo che unisce il mondo accademico, il settore privato e le istituzioni per affrontare ed evidenziare i problemi di salute delle donne a livello nazionale sia di grande successo. Si tratta di garantire non solo l’accesso alle migliori opportunità, ma anche una vera uguaglianza, dove donne e uomini godano delle stesse opportunità. Riconosciamo gli ostacoli e le sfide che le donne devono affrontare a causa delle barriere sociali e degli stereotipi incorporati nella distribuzione del lavoro, dell’assistenza sanitaria e dell’assistenza. È essenziale sradicare le varie forme di violenza contro le donne e procedere verso una società più inclusiva ed equa attraverso il coordinamento di tutti i settori sociali”, ha affermato Quesada.

Il preside di Medicina dell’UCIMED ha chiuso l’evento evidenziando le opportunità che l’Ateneo offre per promuovere la leadership femminile e la sensibilità maschile verso le barriere sanitarie che le donne si trovano ad affrontare. Durante il suo discorso, ha sottolineato che l’istituto conta attualmente 3.702 studenti, di cui il 64% sono donne. Inoltre, ha affermato che la maggioranza dei funzionari sono donne, pari al 52%, il che riflette una leadership prevalentemente femminile nell’università.

MSD e la sua strategia su diversità, equità e inclusione

Elisaul Perdomo, direttore generale di MSD per l’America Centrale e i Caraibi, ha riaffermato l’impegno dell’azienda per la diversità, l’equità e l’inclusione: «Abbiamo una strategia olistica, che copre aspetti come le nostre persone, la nostra cultura, il nostro business e il nostro contributo al mondo. . Siamo convinti che, trasformando la nostra realtà interna promuovendo un ambiente inclusivo e diversificato, possiamo essere agenti di cambiamento nella società, nel nostro ecosistema aziendale e nello sviluppo dei Paesi in cui operiamo.

All’interno di questa strategia, l’azienda dispone di cinque gruppi di lavoro a cui i dipendenti partecipano volontariamente in base ai temi di loro interesse: equità di genere, integrazione della comunità LGBTIQ+, persone con abilità speciali, riconoscimento della cultura afro-discendente e differenze generazionali. Lo scopo principale della Rete delle donne di MSD si concentra sull’empowerment e sul sostegno delle donne affinché raggiungano il loro pieno potenziale, promuovendo la partecipazione femminile negli spazi di leadership e promuovendone la crescita e lo sviluppo di carriera.

«La commemorazione della Giornata della Donna e la promozione dell’uguaglianza di genere sono questioni della massima importanza, su cui abbiamo compiuto progressi significativi, ma permangono ancora lacune che richiedono la nostra attenzione e azione immediate. Attualmente, in Costa Rica, la maggioranza degli operatori sanitari sono donne. Tuttavia, osserviamo una disparità nell’occupazione delle posizioni dirigenziali, dove le donne sono sottorappresentate. Questa disparità è probabilmente dovuta a questioni legate al genere. Pertanto, l’Università, nel suo impegno per la formazione completa dei propri studenti, si impegna a creare un ambiente di rispetto e uguaglianza di genere, lavorando attivamente per colmare queste lacune. È estremamente importante instillare nelle aule e nelle case una mentalità che separi il genere dalla capacità professionale. Riconosciamo la necessità di continuare a lavorare per eliminare completamente queste disuguaglianze e poter affermare che l’uguaglianza di genere è una realtà tangibile nella nostra società e nelle nostre istituzioni educative”, ha affermato il Dott. Pablo Vargas, preside della Facoltà di Medicina dell’UCIMED.

Fontana. MSD

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV La dermatite atopica è la diagnosi numero 1 nelle consultazioni dermatologiche: Dott.ssa Tania González
NEXT Promuovere il benessere nell’istruzione superiore: le raccomandazioni del Consiglio consultivo sulla salute mentale sono sufficienti?