“L’influenza può essere anche mortale”: cresce l’allerta per l’aumento dei focolai di virus respiratori | programmi-espresso-bio-bio-gruppo

“L’influenza può essere anche mortale”: cresce l’allerta per l’aumento dei focolai di virus respiratori | programmi-espresso-bio-bio-gruppo
“L’influenza può essere anche mortale”: cresce l’allerta per l’aumento dei focolai di virus respiratori | programmi-espresso-bio-bio-gruppo

La dottoressa Carolina Herrera, broncopolmonare dell’Ospedale dell’Aeronautica Militare, ha ricordato la morte del coscritto Franco Vargas e dell’aspirante gendarme Ignacia Albornoz, per giustificare il pericolo di virus respiratori.

Negli ultimi giorni le temperature nel nostro Paese sono rimaste basse. Questa sarebbe una delle cause dell’aumento dei virus respiratori che circolano e hanno colpito centinaia di persone.

Di fronte a questa situazione, sul Bío Bío Expreso abbiamo comunicato con la dottoressa Carolina Herrera, specialista in broncopolmonare dell’Ospedale dell’Aeronautica Militare, la quale ha affermato che “abbiamo delle epidemie”.

Allo stesso modo, l’esperto sanitario ha ricordato la sfortunata morte di Franco Vargas, giovane coscritto di Putre, e Ignacia Albornoz, aspirante gendarme, che presentavano sintomi di influenza e svolgevano diverse attività fisiche.

“Dobbiamo ricordare che l’influenza, che è una malattia virale, può anche essere mortale. La maggior parte delle persone che contraggono l’influenza hanno una malattia autolimitante, temporanea e che non causerà conseguenze gravi”, ha aggiunto.

Sulla stessa linea, il dottor Herrera ha invitato a “prevenire questa malattia con la vaccinazione, allo stesso modo in cui dobbiamo prevenire il covid”.

Rivedi tutti i dettagli e le raccomandazioni per combattere questi virus respiratori nell’intervista completa.

La dottoressa Carolina Herrera, broncopolmonare dell’Ospedale dell’Aeronautica Militare, ha ricordato la morte del coscritto Franco Vargas e dell’aspirante gendarme Ignacia Albornoz, per giustificare il pericolo di virus respiratori.

Negli ultimi giorni le temperature nel nostro Paese sono rimaste basse. Questa sarebbe una delle cause dell’aumento dei virus respiratori che circolano e hanno colpito centinaia di persone.

Di fronte a questa situazione, sul Bío Bío Expreso abbiamo comunicato con la dottoressa Carolina Herrera, specialista in broncopolmonare dell’Ospedale dell’Aeronautica Militare, la quale ha affermato che “abbiamo delle epidemie”.

Allo stesso modo, l’esperto sanitario ha ricordato la sfortunata morte di Franco Vargas, giovane coscritto di Putre, e Ignacia Albornoz, aspirante gendarme, che presentavano sintomi di influenza e svolgevano diverse attività fisiche.

“Dobbiamo ricordare che l’influenza, che è una malattia virale, può anche essere mortale. La maggior parte delle persone che contraggono l’influenza hanno una malattia autolimitante, temporanea e che non causerà conseguenze gravi”, ha aggiunto.

Sulla stessa linea, il dottor Herrera ha invitato a “prevenire questa malattia con la vaccinazione, allo stesso modo in cui dobbiamo prevenire il covid”.

Rivedi tutti i dettagli e le raccomandazioni per combattere questi virus respiratori nell’intervista completa.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Assunzione di responsabili in medicina, infermieristica e ingegneria 4 anni dopo la laurea da parte di EFE
NEXT Ecco come dovresti mangiarlo per migliorare la tua salute