L’Esercito lancia missili Patriot e Hawk durante un’esercitazione di difesa aerea a Huelva

L’Esercito lancia missili Patriot e Hawk durante un’esercitazione di difesa aerea a Huelva
L’Esercito lancia missili Patriot e Hawk durante un’esercitazione di difesa aerea a Huelva

Lui Comando di artiglieria antiaerea (MAAA) del Esercito ha effettuato un’esercitazione di lancio di missili di difesa aerea Patriota E falco nel poligono di manovra e di tiro Medano del Loro (Huelva).

Alle manovre, tra l’11 e il 16 maggio, hanno partecipato i media e il personale dei tre reggimenti di artiglieria antiaerea del MAAA, del quartier generale e dell’Unità di trasmissione, integrando le diverse capacità e sistemi d’arma in uno Unità di difesa antiaerea (UDAA).

IL Falco dell’UDAAal comando del tenente colonnello Francoè stato organizzato in un nucleo di comando e controllo e in un nucleo logistico costituito sulla base dell’ Reggimento artiglieria antiaerea (RAAA) 74 e un nucleo di fuoco formato da una batteria di missili Hawk del RAAA 74, una batteria di missili Patriot del RAAA 73 e unità C-UAS del RAAA 71.

Insieme al lancio di missili Patriota E falcoil MAAA ha anche testato le nuove funzionalità fornite dal sistema anti-drone CervoNello specifico, parteciparono le versioni I e III di questo sviluppo dell’industria nazionale, in servizio nel 71° Reggimento Artiglieria Antiaerea.

L’esercitazione ha consentito la certificazione di tali unità e l’addestramento degli equipaggi dei suddetti sistemi d’arma.

L’Esercito spiega che “l’impostazione dell’esercitazione è stata orientata al tipo di minaccia che si sta verificando nei conflitti attuali con l’obiettivo di verificare le capacità C-UAS disponibili nel MAAA e l’efficacia dei sistemi missilistici falco E Patriota contro droni, missili da crociera e minacce convenzionali.

Il sistema missilistico falco è alla fine della sua vita operativa. L’Esercito ha già un programma, noto come SAM (sistemi missilistici terra-aria).)per la sua sostituzione, anche se si trova ancora in una fase molto iniziale.

Nel caso del sistema Patriot, la Spagna si impegna a modernizzare le sue batterie e i suoi missili nei prossimi anni. Recentemente, il Ministero della Difesa ha chiuso l’acquisto di missili Patriota GEM-T insieme a Germania, Romania e Paesi Bassi, anch’essi utilizzatori di questo sistema di difesa aerea.

La Spagna ha consegnato diverse batterie all’Ucraina falco insieme a missili (tra il 2022 e il 2023) e un lotto di missili Patriota (nel febbraio 2024) per contribuire alla difesa antiaerea ucraina contro gli attacchi russi.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV La donna è stata arrestata per aver molestato un medico con 500 chiamate e più di 1.000 messaggi
NEXT Il Vaticano presenta i frutti dei dialoghi ecumenici sul ruolo del Papa e sull’esercizio del primato petrino