Le università sudcoreane approvano il primo aumento delle ammissioni di medicina in 27 anni

Le università sudcoreane approvano il primo aumento delle ammissioni di medicina in 27 anni
Le università sudcoreane approvano il primo aumento delle ammissioni di medicina in 27 anni

Seul, 24 maggio (EFE).- Il Consiglio per l’ammissione alle università della Corea del Sud ha approvato questo venerdì un aumento delle tasse di ammissione alle facoltà di medicina a partire dal 2025, il primo aumento di questo tipo in 27 anni, che cercherebbe di colmare la carenza di professionisti in questo settore nelle zone rurali o in campi essenziali.

Durante una riunione di venerdì, il consiglio, un’associazione di rettori universitari, ha approvato un aumento di 1.469 posti di ammissione aggiuntivi in ​​31 università con facoltà di medicina, il che rappresenta un aumento in tutte le scuole tranne una.

Insieme all’aumento di 40 posti presso l’Università Cha, che non fa parte del gruppo, l’aumento totale delle ammissioni sarà di 1.509, portando il numero totale dei posti nelle scuole di medicina del Paese a 4.567, secondo i dati raccolti dall’Università agenzia di stampa locale Yonhap.

La decisione di oggi arriva dopo che l’esecutivo conservatore di Yoon Suk-yeol ha annunciato il 20 febbraio un piano per aumentare di 2mila posti all’anno nelle facoltà di medicina, nell’ambito di una più ampia riforma medica che ha generato forti proteste e importanti scioperi nel Paese.

Infine, le università hanno optato per una cifra più bassa di fronte alle resistenze dei professionisti del settore, soprattutto dei medici tirocinanti, dei quali circa il 90% resta ancora in sciopero contro il provvedimento.

Il governo sostiene che è necessario aumentare i posti annuali nelle scuole di medicina per far fronte alla carenza di medici, soprattutto nelle zone rurali e in settori come la pediatria, l’ostetricia o la chirurgia cardiotoracica.

Ma i medici denunciano che la decisione è stata unilaterale e che l’aumento dovrebbe essere di 350 posti per non incidere sulla qualità della formazione e del servizio, che si dovrebbe investire in alcuni settori e rafforzare la tutela giuridica degli operatori sanitari .

Il Paese asiatico non aumenta i posti a Medicina in 27 anni ed è uno dei Paesi dell’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (Ocse) con il minor numero di medici ogni 1.000 abitanti (2,46), dietro solo a Messico, Polonia, Colombia e Tacchino.

A seguito della decisione di venerdì, le università daranno il bando ufficiale sul numero dei posti offerti alla fine di maggio, rendendo definitivo e irreversibile l’aumento delle tasse.

Mi piace questa:

mi piace Ricarica…

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Queste sono le proprietà, i benefici e l’effetto sui reni di questa bevanda naturale