Il leader nazionale nella medicina intensiva per la pandemia arriva all’UC Temuco per inaugurare una serie di conferenze > UCT

Il leader nazionale nella medicina intensiva per la pandemia arriva all’UC Temuco per inaugurare una serie di conferenze > UCT
Il leader nazionale nella medicina intensiva per la pandemia arriva all’UC Temuco per inaugurare una serie di conferenze > UCT

Il dottor Guillermo Bugedo, specialista emblematico in terapia intensiva e ventilazione meccanica, sarà uno dei rinomati medici che arriveranno a La Araucanía; si apriranno il prossimo 27 maggio una serie di incontri che daranno conto del lavoro di collaborazione tra l’università regionale e la Pontificia Università Cattolica del Cile (PUC), nell’implementazione del nuovo corso di laurea in Medicina presso l’Università Cattolica di Temuco.

Uno dei grandi insegnamenti che la pandemia di COVID-19 ha lasciato all’area sanitaria è l’importanza di rafforzare e consolidare le terapie intensive; È questa una delle principali riflessioni di Guillermo Bugedo, professore e responsabile del Programma di Formazione in Medicina Intensiva del PUC, che fa parte della prima generazione di medici di terapia intensiva in Cile ed è riconosciuto come una figura fondamentale nella disciplina. Livello nazionale.

La sua esperienza più che trentennale in questo campo lavorativo lo hanno portato a convivere con un lavoro che lui stesso definisce “una specialità che è al confine tra la vita e la morte, cercando di recuperare quei pazienti che sono gravemente malati, ma hanno ancora una possibilità di sopravvivere”il medico ha sottolineato l’importanza delle terapie intensive durante la pandemia, spiegando che c’erano “molti pazienti minacciati da problemi respiratori che altrimenti sarebbero morti”.

Dopo questo frenetico processo, Bugedo ha concluso questo “La risorsa più importante nei reparti critici – più della tecnologia e dei monitor – è la risorsa umana, la dedizione di tutto il personale che lavora nei reparti, dai medici al personale addetto alle pulizie,” parti fondamentali per il corretto funzionamento del sistema.

Questi risultati e riflessioni sono alcuni di quelli che il medico condividerà presso l’Università Cattolica di Temuco, lunedì prossimo, 27 maggio, dove avrà il compito di inaugurare il Serie di conferenze di medicina UCT 2024, con la sedia “I progressi della Medicina Intensiva, cosa ci ha insegnato la pandemia”; discorso rivolto a studenti, accademici e team di terapia intensiva dei diversi centri sanitari della regione La Araucanía.

Conferenze

Il primo ciclo di conferenze della laurea in Medicina dell’UCT sarà composto da sette conferenze guidate da leader nazionali in diverse specialità mediche. Queste attività saranno distribuite tra il mese di maggio e quello di dicembre di quest’anno e avranno in ogni occasione un relatore del PUC.

La Dott.ssa Jenny Collipal, Direttrice della Scuola di Medicina dell’Università Cattolica di Temuco, ha spiegato che l’obiettivo del ciclo è “generare e“spazi riguardanti temi rilevanti della medicina e della salute”l’Autorità accademica, oltre a sottolineare la rete di collaborazione con il PUC, ne ha sottolineato l’importanza “generare opportunità di sviluppo accademico per studenti e professionisti per i vari livelli della rete sanitaria, ciò consentirà lo scambio di esperienze e lezioni apprese, arricchendo la pratica medica”.

La conferenza inaugurale del Dr. Guillermo Bugedo avrà luogo nell’Auditorium H2 del Campus di San Francisco dell’UC Temuco, situato in Manuel Montt #056, lunedì prossimo, 27 maggio alle 17:30 e sarà aperta al pubblico.

La seconda conferenza del ciclo sarà diretta dal Dott. Ignacio Sánchez Díaz, Rettore della Pontificia Università Cattolica del Cile, che presenterà la conferenza il 17 giugno: “Formazione medica, scienza, eccellenza e servizi orientati al paziente e alla sua famiglia.”

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Queste sono le proprietà, i benefici e l’effetto sui reni di questa bevanda naturale