La medicina legale ha confermato il “grave stato di salute” di Rodolfo Hernández a causa di un cancro terminale

La medicina legale ha confermato il “grave stato di salute” di Rodolfo Hernández a causa di un cancro terminale
La medicina legale ha confermato il “grave stato di salute” di Rodolfo Hernández a causa di un cancro terminale

20:21

Un parere di esperti medico dell’Istituto Nazionale di Medicina Legale sarà decisivo per influenzare se l’ex sindaco di Bucaramanga, Rodolfo Hernández sia privato o meno della libertà, pur essendo stato riconosciuto colpevole del reato di indebito interesse all’esecuzione dei contratti.

Ciò è stato confermato pochi giorni dopo l’ Decimo giudice della circoscrizione penale con funzioni conoscitive di Bucaramanga emettere la sentenza contro l’ex senatore e leader della Lega Anticorruzione, nel quadro dello scandalo di corruzione noto come Vitalogic.

Il quotidiano Vanguardia di Bumangué ha avuto accesso alla relazione medica finale rilasciata dalla Medicina legale. Nel documento che include la storia medica di Rodolfo Hernández dalla metà del 2023, Lo ha concluso l’Istituto L’ex sindaco è un paziente in “grave stato di salute” a causa del cancro terminale di cui è affetto, Per questo motivo richiede un’attenzione particolare che deve essere garantita da parte delle forze dell’ordine e delle autorità penitenziarie, nel caso in cui il giudice stabilisca che debba scontare la pena in un centro penitenziario.

“(…) A causa della sua condizione di malato terminale di cancro, sono ancora sottoposti a chemioterapia per la gestione palliativa delle metastasi epatiche, associati alla comorbilità, consentono di stabilire uno stato di salute grave dovuto a malattia. Per accertare la compatibilità con l’ergastolo è necessario che l’autorità giudiziaria, unitamente all’art “Le autorità penitenziarie verificano di avere i mezzi per continuare a garantire, secondo le diagnosi, i controlli e la continuità delle cure”.conclude Medicina Legale.

Si precisa che il presente parere medico è stato rilasciato dall’Istituto di Medicina Legale il 5 aprile, cioè settimane prima dell’intervento chirurgico d’urgenza a cui si è dovuto sottoporre l’ex presidente locale a metà maggio. Secondo la documentazione medica, l’esame effettuato su Rodolfo Hernández è stato effettuato per ordine del giudice del caso, come strumento di supporto legale per poter decidere la pena da infliggere.

Hernández ha commesso il reato di indebito interesse all’esecuzione del contratto cConsulenza n. 096 del 2016, per 360 milioni di dollaricelebrato tra il Impresa di pulizie municipale di Bucaramanga, Emab, e il consulente Jorge Alarcón, quando era sindaco e presidente del consiglio di amministrazione di quell’ente.

La sentenza sarà annunciata il 13 giugno e lo stesso Rodolfo Hernández ha annunciato che presenterà ricorso, ricorrendo a tutte le istanze giudiziali e civili.

Mi appellerò non solo alla giustizia. Lo farò innanzitutto davanti agli oltre 10 milioni di colombiani che hanno votato per me, e anche a chi non mi ha votato. Mi rivolgo ai bravi cittadini che conoscono molto bene il danno che la politica ha arrecato al Paese e alla giustizia. Ha fatto appello al sistema giudiziario, agli studenti e all’accademia affinché rivedano il caso. Mi rivolgo a loro dicendo loro la mia verità”, ha detto Hernández in un video pubblicato sui suoi social network.

L’ex sindaco di Bucaramanga, chi Recentemente è stato ricoverato in terapia intensiva dopo un intervento chirurgico, Ha annunciato che questo sarà il primo di numerosi video che pubblicherà in futuro per dimostrare la sua innocenza.

In tal senso, Hernández Suárez ha iniziato la sua strategia di difesa negando di aver incontrato l’ex consigliere dell’Emab, Jorge Alarcón, che ha dato la possibilità di firmare il contratto milionario per il trattamento dei rifiuti solidi con nuove tecnologie a Bucaramanga con Vitalogic.

Inoltre, L’ex senatore ha negato di aver avuto rapporti con Luis Andelfo Trujillo, l’uomo d’affari che ha “acceso” la ventola sull’intero scandalo di corruzione Vitalogic quando Luis Carlos Hernández non ha rispettato un contratto di intermediazione per l’aggiudicazione del contratto multimilionario.

La verità è che non ho mai incontrato quel signor Alarcón di cui dicono che volessi beneficiarne. Né ho mai incontrato in vita mia il signor Luis Andelfo Trujillo, testimone contro di me. Che non ho mai e poi mai beneficiato di nessun tipo di contratto. Che non ho mai e poi mai tenuto un solo centesimo del denaro pubblico”, ha aggiunto Hernández.

Con il nuovo comunicato Lo stesso Rodolfo Hernández si contraddice nelle sue versioni, poiché durante tutto il processo penale egli stesso ammise di conoscere e addirittura di aver offerto alloggio nel suo appartamento all’ingegnere Jorge Alarcón. Inoltre sia la Procura che gli altri testimoni del processo hanno confermato il rapporto di amicizia che esisteva tra i due personaggi.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Queste sono le proprietà, i benefici e l’effetto sui reni di questa bevanda naturale