Medicina transgender, un business che guadagnerà 451 milioni di euro nel 2035

Medicina transgender, un business che guadagnerà 451 milioni di euro nel 2035
Medicina transgender, un business che guadagnerà 451 milioni di euro nel 2035

Dall’entrata in vigore della legge trans di Irene Montero in Spagna, sempre più persone dicono di soffrire disforia di genere. Questo, che in alcuni casi provoca malattie mentali, non viene trattato come dovrebbe. Ora, l’unica cosa che devono fare queste persone, invece di andare prima dal medico, è cambiare sesso all’anagrafe o passare in sala operatoria per sottoporsi a un costoso intervento di cambio. Quest’ultimo punto aumenterà le “prospettive di mercato”.

Secondo un rapporto di Global Market Insights, una società di consulenza gestionale e ricerche di mercato globale, a causa delle ultime politiche governative approvate in Spagna che incoraggiano i cittadini a sottoporsi a complessi interventi chirurgici per diventare felici con il proprio corpo, per La medicina transgender è già un business medico chi vincerà 451 milioni di euro nel 2035.

Secondo l’azienda, la paziente che si sottopone a questi interventi – isterectomia e falloplastica – deve sapere che il loro costo è molto elevato. Secondo i dati contenuti nel documento, in Europa il prezzo medio del cambio di sesso da donna a uomo È compreso tra 12.000 e 20.000 euro e si prevede che continuerà a crescere anno dopo anno. Maggiore sarà la domanda, più i prezzi aumenteranno.

Prima dell’approvazione dello standard, il gli esperti stavano già avvertendo della mancanza di prove scientifiche che possedeva. Tuttavia, invece di parlare con psicologi e operatori sanitari e informarsi sui problemi che ciò comporterebbe per la società, il Governo ha deciso di lasciarsi guidare dall’impulso di Montero e dare il via libera a una legge che lasciava da parte il ddiritto di ogni essere umano avvalersi del principio di globalità nell’accesso ai servizi sanitari.

Nello stesso senso, Luisa González, vicepresidente del Collegio dei medici di Madrid, ha denunciato in un’intervista a El Debate che la legge manca di “prove scientifiche in letteratura”, poiché non è legale effettuare trattamenti ormonali crociati nei bambini e negli adolescenti “per capriccio” senza prima fare una diagnosi. Adesso consigliano solo di sottoporsi ad un intervento chirurgico e di recarsi all’anagrafe.

A sua volta, Ángel Luis Montejo González ha denunciato che la norma elimina ogni tipo di informazione medica dalle “persone che chiedono un cambio di genere”. In questo senso, questa situazione ha marchiato tutti gli psichiatri come grandi nemici della transessualità. E questa norma “non ha nulla a che fare con le ideologie, ma con la scienza”.

Per questo motivo, il rapporto precisa che in soli nove anni – dal 2023 al 2032 – il mercato degli interventi di riassegnazione del sesso avrà “un tasso annuo composto dell’11,2%”, poiché una parte della popolazione transgender “soffre di gravi disturbi mentali”. ” COME ansia e depressione.

Allo stesso modo, si sottolinea che “poiché la sua popolazione aumenta ogni anno che passa”, la richiesta di interventi chirurgici di riassegnazione di genere da donna a uomo “potrebbe anche crescere in tutta la comunità”. Ad esempio, ogni anno “negli Stati Uniti vengono eseguiti quasi 9.000 interventi chirurgici transgender”.

In linea, l’azienda afferma che la dimensione del mercato europeo degli interventi chirurgici di riassegnazione del sesso dovrebbe superare “451 milioni di euro nel 2032” a causa della crescente “consapevolezza pubblica riguardo al problema sofisticati interventi chirurgici di riassegnazione del sesso». Questo aumento, che promette di aiutare le persone che non sono soddisfatte del proprio corpo, farà il contrario, poiché sono molte le persone che, dopo essersi sottoposte ad un intervento chirurgico, hanno affermato che questo “le trasforma in un malato per tutta la vita”.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV una soluzione innovativa contro la dengue nella Valle del Cauca
NEXT Perché l’esercizio fisico per una salute cerebrale ottimale