La gestione del dolore durante il parto è al centro del forum di esperti sul benessere degli animali da allevamento di Boehringer Ingelheim

Questa conferenza annuale si tiene dal 2008 con l’obiettivo di essere un punto d’incontro per esperti e ricercatori di tutto il mondo per condividere conoscenze.


Dal 10 al 12 giugno, più di 70 delegati provenienti da 15 paesi si sono incontrati a Porto, in Portogallo, per prendere parte al 14°.UN edizione del Forum di Esperti sul Benessere degli Animali da Allevamento.

Questa conferenza annuale, organizzata da Boehringer Ingelheim, si tiene dal 2008 con l’obiettivo di essere un punto d’incontro per esperti e ricercatori di tutto il mondo per condividere conoscenze su come migliorare il benessere degli animali.

Con il motto “Rendere il parto più confortevole”, il forum ha voluto evidenziare come una comprensione più profonda del dolore che provano sia le mucche che i vitelli durante il parto potrebbe facilitare un migliore processo decisionale sulla gestione del dolore e il miglioramento del benessere spiegato da esperti internazionali durante lo sviluppo dell’evento.

“Per noi questo forum è importante perché riunisce regolarmente i migliori specialisti internazionali del benessere animale attorno ad argomenti specifici legati all’argomento. In questo caso il tema centrale era il dolore durante il parto. Il concetto di benessere animale sta diventando sempre più importante nella società in generale, il che spinge i professionisti del settore, veterinari e produttori, a indirizzare i loro sforzi per portare avanti questo tema.

aspetto produttivo. Boehringer Ingelheim, consapevole della rilevanza sociale della produzione animale in condizioni di benessere, non può restare in disparte. Pertanto, fedele alla volontà di valorizzare il settore e di contribuire alla formazione dei tecnici, organizza da molti anni e con notevole successo questo forum. Si tratta di un incontro periodico sull’argomento, di alta qualità tecnico-scientifica, che oggi è un riferimento nel settore”, spiega Manuel Cerviño, consulente tecnico per i ruminanti presso Boehringer Ingelheim Anima Health Spagna.

Esperienze positive per migliorare il benessere

Sebbene la pratica si sia tradizionalmente concentrata sulla diagnosi e sul trattamento di malattie e altri problemi di salute degli animali per mitigare le esperienze negative, negli ultimi 15 anni varie ricerche indicano che i bovini hanno anche la capacità di vivere esperienze positive, che potrebbero portare a un migliore benessere .

In questo senso, e avendo al centro del convegno il dolore durante il parto, gli esperti hanno affrontato l’argomento da diverse prospettive, affrontando questioni come:

  • L’impatto delle decisioni riguardanti la gestione o l’igiene durante il parto.
  • Separazione della madre e del vitello dopo la nascita rispetto ai vantaggi del contatto part-time.
  • I pro e i contro dell’assunzione di diversi farmaci per alleviare il dolore.
  • L’impatto del dolore non solo sulla mucca ma anche sul vitello.

Questi sono solo alcuni dei temi al centro della programmazione di un forum, che si è concluso con la promozione del benessere animale in tutte le sue forme come priorità ed evidenziando il ruolo del veterinario nel raggiungimento di questo obiettivo. Inoltre, è stato evidenziato come l’attenuazione del dolore possa migliorare il benessere e le prestazioni.

Boehringer Ingelheim dispone di un sito web dedicato al benessere degli animali da allevamento (www.farmanimalwellbeing.com) che contiene tutte le informazioni, comprese le opere presentate a Porto, nonché i dettagli degli eventi precedenti.

Etichetta

Articoli correlati

Più notizie


Tre i ricercatori che hanno lavorato al progetto: José Ramos, Helena Chacón e Francisco Ruiz.

Un team dell’Università di Córdoba sta esplorando un approccio che potrebbe permetterci di godere di questo prodotto tradizionale mantenendo la sicurezza e la qualità alimentare.


Una donna di 71 anni della cittadina sivigliana di Dos Hermanas con patologie pregresse è morta martedì scorso dopo essere stata ricoverata dopo aver mostrato sintomi.


Tra i segnali che indicano questa realtà ci sono l’assenza di guinzaglio o di identificazione, lo stato igienico, comportamentale o fisico. Se trovate un animale è consigliabile chiamare la Polizia, un veterinario o i rifugi.


La Federazione equestre internazionale spiega di non aver rispettato i suoi regolamenti e che l’organizzazione aveva ripetutamente fornito informazioni fuorvianti sull’assunzione di professionisti veterinari per supervisionare la competizione.


L’Associazione per la prevenzione dell’obesità degli animali domestici spiega che il termine obeso ha connotazioni negative che possono essere stigmatizzanti e influenzare emotivamente sia i tutori che i medici.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il giardino terapeutico dell’Ospedale Bellvitge: ecco come ‘coltiva’ il benessere
NEXT Riconoscere la Bolivia come dittatura del sistema di Cuba, Venezuela e Nicaragua