Il percorso insolito di Auger-Aliassime verso la finale dell’Open di Madrid

Il percorso insolito di Auger-Aliassime verso la finale dell’Open di Madrid
Il percorso insolito di Auger-Aliassime verso la finale dell’Open di Madrid

Appena sei ore e 38 minuti di cui aveva bisogno il tennista canadese Felix Auger-Aliassime (35°) per superare le sei fasi e accedere alla finale di Madrid questo venerdìdove ne ha approfittato tre ritiri debuttare in modo decisivo in un torneo Masters 1000.

Dopo aver lavorato per vincere 4-6, 6-1 e 6-4 contro il giapponese Yoshihito Nishioka (78esimo) e aver mostrato di sorprendere il francese Adrian Mannarino (20esimo) 6-0 e 6-4, l’ex numero 6 del mondo supererebbe praticamente il ceco Jakub Mensik (74°), che Non sarei riuscito a finire il duello Di terzo turnocedendo il biglietto per gli ottavi di finale uscendo con il punteggio di 6-1 e 1-0 36 minuti.

Tuttavia, il detentore di cinque titoli firmerebbe uno dei successi della settimana contro il norvegese Casper Ruud (6°), quinto favorito e recente campione del Barcellona, ​​che non sarebbe arrivato allo stadio Arantxa Sánchez, fallendo 6-4 e 7-5 praticamente due ore rally.

Alla vigilia della sua complicata traversata quarti di finalel’ultimo incoronato a Basilea riceverebbe un altro cenno del destino, perché italiano Jannik Sinner (2°), candidato di punta e protagonista di una stagione sensazionale, annuncerebbe le sue dimissioniprodotto di a fastidio all’anca.

La frase che dice “Non esistono due senza tre” sarebbe soddisfatto perfettamente nel confronto di semifinalioccasione in cui il ceco Jiri Lehecka (31°) soffrirebbe ancora dolore alla schienache lo aveva costretto alle assenze a Monte-Carlo e Barcellona, ​​concedendogli il passaggio alla fase decisiva per il 23enne nato a Montreal, dopo solo sei Giochi di festa.

Auger-Aliassime diventa così uno degli inaspettati protagonisti sulla terra spagnola, la superficie sulla quale definirà il titolo contro il russo Andrej Rublev (8°), avversario che si è sbarazzato dell’americano Taylor Fritz (13°) al primo turno e domina 4-1 la storia l’un l’altro.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV tappa 12, Nairo Quintana, Tadej Pogacar, Daniel Martínez
NEXT Il 105esimo atleta argentino si è qualificato per le Olimpiadi: il punto che gli ha regalato il biglietto per Parigi 2024 e la sua euforica celebrazione