Luis Díaz, partecipando alla vittoria del Liverpool contro il Tottenham

Luis Díaz, partecipando alla vittoria del Liverpool contro il Tottenham
Luis Díaz, partecipando alla vittoria del Liverpool contro il Tottenham

Il Liverpool è forte e alla fine ha sofferto un po’ la reazione del Tottenham. L’attacco è stato efficace e ha vinto 4-2. Luis Díaz è stato coinvolto nei 73 minuti in cui è stato in campo. Non poteva segnare, ma era uno di quelli sacrificati per creare occasioni da gol. A volte giocava un falso 9 per farsi sorprendere dalle ali. Al 40′ ha realizzato un tiro che, se fosse riuscito a collegare bene, Anfield sarebbe impazzito.

Liverpool e un inizio infernale

Il Liverpool è uscito fin dall’inizio per mettere pressione sul Tottenham, Salah ammonito due volte, la prima al 7′ con un sinistro con tre dita che colpisce il palo, Un minuto più tardi l’egiziano arriva in area da solo, ma Vicario para alla grande, poi la ribattuta viene afferrata da Alexis Mac Allister che conclude per primo, ma Cuti Romero respinge sulla linea.

Dopo tanta insistenza, il Liverpool riesce ad aprire le marcature al 15′. Grande gioco collettivo, cross Gakpo è passato da fuori a dentro e ha forato per Salah che ha battuto Vicario con un colpo di testa che è rimasto a chiamare fuorigioco. Tutte le telecamere erano puntate su Klopp, dopo lo scontro avuto nell’ultima partita.

Luis Díaz ha ricevuto un duro fallo al 19′ da Yves Bissouma, poi al 27′ il colombiano ha avuto una chiara occasione da gol su cross di Salah. Non riusciva a dare una direzione al suo colpo di testa. L’egiziano aveva diverse opzioni ma non le ha concretizzate.

Al 40′, Díaz ha quasi sollevato tutto l’Anfield con un chalaca, non è riuscito a collegarlo bene, ma non sono mancati gli applausi. Alla fine del primo tempo arriva il secondo. Centro di Alexander-Arnold per Robertson che assiste Salah, Vicario para e lascia la ribattuta all’esterno che manda dentro a festeggiare.

Il Tottenham reagisce, ma il Liverpool resiste

Nel tempo complementare, il Liverpool esce con la stessa intensità e al 49′ aumenta il punteggio. Luis Díaz ha iniziato il gioco, ha inviato un buon passaggio a Elliott che ha lottato nell’ultimo quarto del campo. L’esterno manda in area il cross e trova Gakpo che di testa benissimo batte Vicario.

Il Tottenham ha provato a reagire, ma questo ha dato al Liverpool più spazio. Al 59′ arriva il quarto. Un grande obiettivo Harvey Elliott che ha mandato un sinistro nell’angolo dopo essere passato dall’esterno all’interno. Gli ospiti trovano la rimonta al 72′ con un bel gol di Richarlison su assist di Johnson.

Klopp ha deciso di far riposare Luis Díaz e Alexis Mac Allister. Il colombiano e l’argentino di sinistra applaudono al 73′. Il tedesco manda in campo Nuñez e Gravenberch. Il Tottenham continua a pressare e tre minuti dopo Son segna il raddoppio aggiungendo entusiasmo alla fine della partita.

Alla fine il gioco è andato avanti e indietro. Il Liverpool ha cercato di aumentare il punteggio e il Tottenham ha segnato per avvicinarsi al pareggio. Gli ospiti sono stati quelli che hanno insistito di più e al 86′ hanno avuto un confronto netto con Richarlison che Alisson ha parato molto bene.

Con questa vittoria il Liverpool arriva a 78 punti, mentre il Tottenham resta con 60 punti e complica la sua qualificazione alla Champions League. Il giorno dopo, gli uomini guidati da Klopp faranno visita all’Aston Villa, lunedì 13 maggio alle 14.00 (Ora colombiana).

Segui il canale Diario AS su WhatsApp, dove troverai tutto lo sport in un unico spazio: le notizie del giorno, l’agenda con le ultime notizie sugli eventi sportivi più importanti, le immagini più belle, il parere dei migliori AS aziende, rapporti, video e un po’ di umorismo di tanto in tanto.

I cambiamenti

James Maddison (60′, Dejan Kulusevski), Richarlison (60′, Rodrigo Bentancur), Oliver Skipp (60′, Emerson Reale), Joe Gomez (63′, Andy Robertson), Stefan Bajcetic (64′, Wataru Endo), Giovani Lo Celso (74′, Papà Sarr), RyanGranberg (74′, Alexis Mac Allister), Darwin Nunez (74′, Luis Diaz), Dominik Szoboszlai (82′, Harvey Elliott)

Obiettivi

1-0, 15′: Salah2-0, 44′: A.Robertson3-0, 49′: Gakpo4-0, 58′: Harvey Elliott4-1, 71′: Richarlison4-2, 76′: Heung-Min Figlio

Carte

Arbitro: Paul Tierney
Arbitro VAR: John Brooks, James Mainwaring
Papà Sarr (43′, Giallo), Mickey van de Ven (46′, Giallo), Emerson (56′, Giallo), Yves Bissouma (62′, Giallo), Trento Alexander-Arnold (91′, Giallo)

Classificazione
Classificazione P.T. P.J. P.G. PE PP
1 83 36 26 5 5
2 82 35 25 7 3
3 78 36 23 9 4
4 67 36 venti 7 9
5 60 35 18 6 undici
Classificazione P.T. P.J. P.G. PE PP
3 78 36 23 9 4
4 67 36 venti 7 9
5 60 35 18 6 undici
6 56 35 17 5 13
7 54 35 quindici 9 undici
 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Con una grande sorpresa: il giocatore che Gustavo Álvarez lascia dalla panchina contro il Deportes Iquique
NEXT La parola di Riquelme dopo l’eliminazione del Boca: dalla visita ai convocati nello spogliatoio a una frase singolare per il presunto rigore contro Medina