L’arrivo di Milito rafforza l’Atlético Mineiro, rivale del Rosario Central nella Libertadores

L’arrivo di Milito rafforza l’Atlético Mineiro, rivale del Rosario Central nella Libertadores
L’arrivo di Milito rafforza l’Atlético Mineiro, rivale del Rosario Central nella Libertadores

Rosario centrale riceverà Atletico Mineiro nel la quarta giornata del Gruppo G della CONMEBOL Libertadores. La partita si giocherà martedì 7 maggio, a partire dalle 19:00 (ora dell’Argentina), e sarà possibile vederla in diretta su Star+ (solo per il Sud America).

La squadra brasiliana è la rivale più dura della squadra di Rosario nella sua zona. Ha vinto tutte e tre le partite ed è in un grande momento. Inoltre, dall’arrivo dell’allenatore argentino Gabriel Milito il suo livello è migliorato.

Ubiratan Leal, giornalista di ESPN Brasilecosì ha analizzato il presente del dipinto di Belo Horizonte.

Gabriel Milito ha già fatto una piccola rivoluzione all’Atlético Mineiro. La squadra ha cambiato velocemente stile di gioco e ora gioca un calcio competitivo e offensivo, con più varianti tattiche e un modulo più vicino alle caratteristiche della rosa.

Con Felipão, l’Atlético Mineiro ha giocato nel 4-3-3. Ma lo schema non ha funzionato bene perché non presenta grandi estremi naturali. Inoltre in quella formazione Scarpa non aveva spazi e Guilherme Arana (terzino sinistro) aveva molte responsabilità difensive.

Milito inizialmente è passato al 3-4-2-1 per poi utilizzare il 4-4-2. Adesso Scarpa gioca da creatore a sinistra, la sua posizione naturale, Arana ha più copertura per avanzare (la sua più grande virtù) e Paulinho e Hulk si scambiano di posto in attacco.

Il progetto di Milito è appena iniziato, ma i risultati sono già migliorati. La squadra di oggi è più vicina al massimo potenziale dei giocatori e i tifosi riconoscono questa crescita.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Ecco come hanno concluso i colombiani la tappa 4 del Giro d’Italia 2024: classifica e posizioni
NEXT Maradona: il Pallone d’Oro 1986 che gli è stato rubato andrà all’asta :: Olé