Un pugile ha picchiato un uomo in un cinema perché stava aggredendo il suo partner: “Non dovresti lasciare che chi violenta si spinga troppo oltre”.

Un pugile ha picchiato un uomo in un cinema perché stava aggredendo il suo partner: “Non dovresti lasciare che chi violenta si spinga troppo oltre”.
Un pugile ha picchiato un uomo in un cinema perché stava aggredendo il suo partner: “Non dovresti lasciare che chi violenta si spinga troppo oltre”.

Un pugile spagnolo ha colpito un uomo in un cinema

Il pugile spagnolo Antonio Barrul Ha recitato in un episodio scioccante lo scorso fine settimana in un cinema della città di León, dove era andato a vedere un film per bambini con la sua compagna e due bambini. L’atleta è stato coinvolto in un evento diventato virale quando ha cercato di fermare un uomo che, secondo i media locali, maltrattava il compagno all’interno della stanza.

Come si può vedere in uno dei film che hanno condiviso sui social network, Il pugile Scese le scale per chiederle di lasciare la stanza., rimproverandolo per il suo atteggiamento. Tuttavia, il soggetto, lungi dallo abbandonare il luogo, ha iniziato ad insultare e provocare in modo intimidatorio. Nonostante in un primo momento avesse cercato di calmarlo, in seguito ai molteplici insulti e alle continue minacce, Il suo slancio lo ha portato a mettersi in una posizione di combattimento. Vedendo che la stessa cosa accadeva dall’altra parte, Barrul iniziò a sferrare un colpo dopo l’altro finché non riuscì ad abbatterlo in pochi secondi.

“Ben fatto, ben fatto”, si sentivano più volte da dietro la telecamera che riprendeva la scena, approvando il pestaggio che stava ricevendo il giovane in giacca nera e maglietta bianca. Barrul sì 25 anni e andò campione di Spagna nei pesi piuma in sei occasioni a livello amatorialeoltre alla contabilità cinque vittorie come pugile professionista dal suo debutto nel 2023.

Un pugile spagnolo ha colpito un uomo in un cinema

Successivamente, il pugile risalì le scale e Ha approfittato delle riprese per scusarsi ai presenti e ai bambini per ciò a cui hanno appena assistito: “Mi dispiace moltissimo, davvero. Ho dei figli e mi fa davvero male. Mi dispiace”. Nel soggiorno stavano proiettando il film per bambini. Garfield.

Ore dopo, lo stesso Barrul ha condiviso un video diffuso sui social network in cui Ha spiegato pienamente cosa è successo nella stanza.

“Sono andato con mia moglie e i miei due figli a vedere un film e c’era una coppia con un bambino. Un uomo troppo violento contro sua moglie. Lui aveva minacce nei suoi confronti, lei ha provato a separarlo ma lui ha continuato. Dopo mezz’ora di film si alzò e Ha afferrato la moglie per il collo; la scossela gente si alzò e nella colluttazione ha picchiato una ragazza. Poi non sono più riuscita a contenermi. Mi sono alzata e gli ho detto di andarsene, che quello che faceva davanti ai bambini non era normale, poi è impazzito e mi ha aggredito. “Ha iniziato a minacciarmi, ha iniziato a insultarmi”, ha esordito nella sua spiegazione.

E aggiungo: “Ho cercato di controllarmi perché mia moglie piangeva; Mi ha preso per il braccio e mi ha detto di sedermi. Mi sono seduto e lui è andato allo schermo del film. Da lì ha cominciato ad insultarmi e a minacciarmi in modo molto grosso. Sono andato giù per dirgli di andarsene, e Ho detto alla gente al cinema di chiamare la sicurezza per inseguirlo, ma non smise di minacciarlo. Poi mi è venuto un impulso, ho pensato: “Ha picchiato una donna, ha picchiato una ragazza, mia moglie e i miei figli che piangevano.” Mi aveva smascherato davanti a tutti con le sue provocazioni. Sono arrivato a un punto in cui non potevo più trattenermi e sono andato da lui, perché A chi abusa non dovrebbe essere permesso di esagerare in nessun momento. “Sono al 100% contro la violenza di genere”.

A seguito dell’impatto generato dall’episodio violento, la vicepresidente della Federazione delle Giovani Donne, Rachele Perezè stata consultata sul caso e, sebbene avesse capito che si trattava di un “impulso”, lo ha riconosciuto La violenza “non è la soluzione a un problema strutturale”.

Antonio Barrul, il pugile che ha trasceso il suo combattimento al cinema (Instagram)

Dal mondo della boxe, intanto, hanno mostrato il loro sostegno a Barrul. “Fermare un pazzo del genere è del tutto giustificabile”, ha detto. Arantxa LorenzoPresidente della Federazione di Pugilato di Castilla y León in dialogo con Marchio radiofonicoe ha anche chiarito che, «La patente di Antonio non è in pericolo. “Non verrà punito.”

“Riteniamo che sarebbe ingiusto sanzionarlo perché nell’ambiente in cui avviene, in un cinema, con la sua famiglia, piena di bambini e con i rimproveri e gli insulti, è una cosa che può succedere, anche se Stiamo parlando di un atleta super disciplinato, famiglia, che non ha mai partecipato ad alcun alterco e che si è trovato immerso in una situazione nella quale ha dovuto reagire”, ha aggiunto in un’intervista a EFE.

“Come funzionario federale e come donna Il mio sentimento è gratitudine e sostegno. Vorrei che altre donne che purtroppo si ritrovano nella stessa situazione possano trovare un pugile come Antonio che le aiuti”, ha dichiarato al Il diario di Leon.

Antonio Barrul è stato selezionato come miglior esordiente del 2023 da Espabox e sarebbe salito sul ring il 25 maggio con l’obiettivo di poter lottare per il campionato spagnolo. Nella sua ultima presentazione, corrispondente al 16 marzo 2024, ha vinto per KO tecnico contro Yanko Naydenov. Secondo il giornale Lo spagnolonella sua carriera – anche amatoriale – ha registrato 101 vittorie (24 KO) in 119 presenze.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV In Inghilterra assicurano che Guardiola lascerà il Manchester City nel 2025: i quattro candidati per sostituirlo
NEXT Rivelano che Johan Rojas non accelera il suo trasferimento al Cruz Azul in attesa di un’offerta dell’Atlético Nacional | Calcio colombiano | Lega Betplay