L’elogio di un compagno di squadra che nello spogliatoio ha portato alla luce la versione più umile di Messi

L’elogio di un compagno di squadra che nello spogliatoio ha portato alla luce la versione più umile di Messi
L’elogio di un compagno di squadra che nello spogliatoio ha portato alla luce la versione più umile di Messi

La reazione di Messi agli elogi di Julian Gressel dopo aver regalato cinque assist in una partita

Lionel Messi ha sorpreso ancora una volta il mondo con la sua prestazione sabato scorso nella vittoria per 6-2 del InterMiami contro la Red Bull di New York. Il capitano del leader della Eastern Conference della Major League Soccer Ha segnato un gol e ha dato cinque assist, record della competizione. L’attaccante 36enne mostra la sua versione in Nord America, dove ha già vinto un titolo (la Coppa di Lega, nel 2023) e punta a qualcosa di più. Il tutto, senza modificare il suo solito profilo basso, senza grandi strimpelli, circondato da amici come Luis Suárez, Sergio Busquets o Jordi Alba.

I suoi contributi di lusso – ha accumulato dieci gol e 12 assist in una stagione, nella quale ha saltato alcune partite per infortunio – e la sua personalità non smettono mai di sorprendere anche i suoi compagni di squadra. Così lo ha evidenziato Giuliano Gresselamericano nazionalizzato tedesco.

Il 30enne centrocampista, che aveva brillato sotto la guida di Gerardo Martino all’Atlanta United – ha giocato anche per DC United e Vancouver Whitecaps – ha rivelato un dialogo con la stella nello spogliatoio, pochi istanti dopo aver fatto la storia con gli Herons.

“L’hai fatto così tante volte… Com’è dopo aver offerto una masterclass? Perché se fossi io in uno spogliatoio, parlerei per diverse ore di quanto sarei fantastico se avessi dato sei contributi a un gol, giusto?, gli è stato chiesto in un’intervista Gestore del giocatore sull’atteggiamento di Messi dopo un compito come quello dello scorso fine settimana.

I 5 assist di Messi nella vittoria dell’Inter Miami contro il New York RB

“Quando vinciamo, di solito vado in giro per lo spogliatoio e cerco sempre di sollevare tutti. Dico ‘bel lavoro’, do il cinque, a volte abbraccio quando siamo in piedi”, ha premesso Gressel.

“Sono andato da Leo, gli ho dato il cinque e gli ho detto qualcosa del tipo ‘cinque assist oggi?’ E Lui diceva “sì”, tutto timido, con lo sguardo in basso. E ho iniziato a ridere imbarazzato. È stato un bel momento, Ti fa vedere che è così umile… Ovviamente ero felice, sai, eravamo tutti felici, ma C’era il Leone normale, quasi come se nulla fosse successo.“, ha concluso uno dei rinforzi che si sono uniti alla rosa per questa stagione.

La Pulga ha ottenuto la rimonta contro il New York RB

Anche Tata Martino, tecnico dell’Inter – che ha saputo allenare anche Messi nel Barcellona e nella Nazionale argentina – ha elogiato la figura di punta della rosa. “È superfluo parlare di lui perché sembra che faccia sempre qualcosa di nuovo. Se mancava qualcosa era proprio questo: incidere sui sei gol segnati da una squadra. Sarà difficile guardarlo di nuovo.“, ha sottolineato.

Quando manca Messi la squadra lo sente“, ha accettato l’allenatore, che oggi gode della grande forma fisica e calcistica dell’idolo, che questo sabato visiterà il Canada per la prima volta dal suo arrivo a Las Garzas, affrontando lo scontro contro il Montreal Impact. E mercoledì 15 si svolgerà una nuova edizione del Clásico del Sol contro l’Orlando City.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV – Bolavip Cile, presidente del Colo Colo, ha fatto grandi annunci
NEXT Cristiano Ronaldo è l’atleta più pagato al mondo: Forbes