Dopo i lampi da rookie degli anni precedenti, alcuni dei migliori potenziali clienti faticano nel 2024

Dopo i lampi da rookie degli anni precedenti, alcuni dei migliori potenziali clienti faticano nel 2024
Dopo i lampi da rookie degli anni precedenti, alcuni dei migliori potenziali clienti faticano nel 2024

BALTIMORA (AP) – Il debutto di Jackson Holliday con i Baltimore Orioles non è andato come previsto quando il ventenne si è limitato a due successi in 34 battute, eliminando esattamente la metà delle sue apparizioni.

Se c’è qualche consolazione, ci sono altre prospettive con cui può identificarsi.

Colt Keith a Detroit? Colpisce .177. Wyatt Langford dei Texas Rangers? Ha colpito .224 prima di entrare nell’elenco dei disabili. Jackson Chourio di Milwaukee è stato un po’ meglio, con quattro fuoricampo, ma l’outfielder ha segnato .214 con una percentuale in base di appena .262.

Nessuno dei tre è stato mandato nei campionati minori come Holliday – almeno non ancora – ma i loro insuccessi sono indicativi di una tendenza nel primo mese e mezzo della stagione. Proprio quando sembrava che le giovani stelle emergenti del baseball stessero gestendo la transizione dalla Triple-A alle major, alcuni grandi talenti si sono fatti avanti e hanno vissuto un’esperienza umiliante.

“Penso che questa partita sia già molto difficile. È davvero difficile colpire, molto più di prima. Il mondo in cui viviamo adesso, e la lente d’ingrandimento sotto cui si trovano questi ragazzi, lo rende più complesso”, ha detto il manager degli Orioles Brandon Hyde. “Questa è la situazione in questo momento. Con i social media, la pressione e tutte queste cose, è una sfida”.

Ciò che rende questa stagione una sorpresa è che è preceduta da alcuni grandi anni da rookie. Secondo FranGraphs, il gruppo di battitori esordienti dell’anno scorso ha prodotto il secondo maggior numero di vittorie mai registrato prima delle sostituzioni, dietro solo al 2015. Anche Corbin Carroll dell’Arizona, il Rookie of the Year della National League 2023, è arrivato quinto nella votazione per il giocatore più prezioso.

Esistono diverse teorie sul perché i battitori esordienti fossero pronti: provenivano dalle leghe minori con esperienza in nuovi regolamenti come il cronometro. Il processo di sviluppo è più avanzato che mai. Le squadre invitano più potenziali clienti alla preseason dove affrontano lanciatori migliori e molto altro ancora.

Lo scorso anno i giocatori nelle stagioni da rookie hanno prodotto un OPS di .701 (sulla base più la percentuale di colpi). Quest’anno è sceso a .641, che sarebbe il punteggio più basso dal 1992. È giusto pensare che il numero aumenterà man mano che la stagione avanza e i nuovi giocatori acquisiscono esperienza – ma solo ad aprile l’OPS per i principianti è sceso da .677 a 2023 a .648 quest’anno.

Il direttore generale degli Orioles Mike Elias aveva una sua teoria il mese scorso: secondo cui il divario tra i lanci in Triple-A e quelli major sta crescendo, perché gli infortuni li hanno portati a essere definiti i migliori lanciatori nelle leghe minori.

“In questo momento dubito che ci siano abbastanza squadre che lasciano molti dei loro migliori lanciatori in Triple A. Ci sono molti buoni lanciatori nelle Major League perché ne hai bisogno”, ha detto Elias. “È davvero difficile fare quel salto.”

Non è chiaro se le squadre valuteranno la loro aggressività rispetto alle migliori prospettive – o quale aggiustamento apportare con un lanciatore come Paul Skenes – ma un po’ di pazienza da parte dei tifosi dei giocatori non farebbe male. Il miglior battitore esordiente di Baltimora finora quest’anno è l’outfielder Colton Cowser, che ha segnato .115 in 26 partite con gli Orioles da quando è stato convocato per la prima volta nel 2023.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Ufficiale: La Conmebol ha ampliato la lista dei convocati per la Copa América negli Stati Uniti
NEXT Un club di La Plata è diventato SAD e poche ore dopo è stato espulso dal campionato