Impatto sulla Premier League: i club voteranno per eliminare il VAR la prossima stagione

Impatto sulla Premier League: i club voteranno per eliminare il VAR la prossima stagione
Impatto sulla Premier League: i club voteranno per eliminare il VAR la prossima stagione

I club definiranno se continuare a utilizzare il VAR in Premier League (Foto: Reuters/Paul Childs)

IL premier League È diventato uno dei campionati più importanti e ogni sua mossa viene guardata con particolare attenzione nei diversi campionati del pianeta. Ecco perché la discussione che avrà luogo giovedì prossimo 6 giugno si osserverà con una lente di ingrandimento: Voteranno per definire se continuare a utilizzare il Video Referee Assistance (VAR) nelle partite di campionato.

Il dibattito avrà luogo ad Harrogate nel corso della Riunione annuale dei 20 club che compongono la competizione di prima divisione in Inghilterra. La discussione sul VAR avverrà dal presentazione formale fatta dal Wolverhampton Wanderers al fine di eliminare lo strumento tecnologico, come denunciato dall’art New York Times.

La dichiarazione del Lupi quello che riporta il giornale Il telegrafo dice che c’era un “attenta valutazione” prima di tenere questo dibattito, e chiarisce che è con “il massimo rispetto per la Premier League, (l’organo arbitrale) PGMOL e i nostri compagni concorrenti”. Ma avverte: “Non c’è nessuno da incolpare, stiamo tutti semplicemente cercando il miglior risultato possibile per il calcio e tutte le parti interessate hanno lavorato duramente per cercare di rendere un successo l’introduzione di nuove tecnologie. Tuttavia, dopo cinque stagioni con il VAR in Premier League, È tempo di un dibattito costruttivo e critico sul suo futuro”.

Il VAR è sbarcato in Premier nel 2019 e l’attenzione è tutta sulle polemiche che hanno accompagnato le decisioni supportate dalla verifica televisiva delle giocate chiave: “La nostra posizione è che il prezzo che stiamo pagando per un piccolo aumento della precisione va contro lo spirito del nostro gioco e, di conseguenza, dovremmo eliminarlo dalla stagione 2024/25”.

Pur comprendendo che la decisione di includere il VAR è stata “presa in buona fede e tenendo conto degli interessi del calcio e della Premier League”, i vertici di questa entità comprendono che ciò ha portato a “numerose conseguenze negative indesiderate che stanno danneggiando la società”. rapporto tra tifosi e calcio e minando il valore del marchio Premier League”.

L’organizzazione che riunisce i club che competono nella massima serie ha riconosciuto che la questione verrà discussa nel prossimo conclave: “La Premier League può confermare che faciliterà una discussione sul VAR con i nostri club durante l’assemblea generale annuale del mese prossimo. I club hanno il diritto di presentare proposte alle assemblee degli azionisti e riconosciamo le preoccupazioni e i problemi legati all’uso del VAR. “Tuttavia, la lega sostiene pienamente l’uso del VAR e resta impegnata, insieme al PGMOL, ad apportare continui miglioramenti al sistema a beneficio del gioco e dei tifosi”, ha detto un portavoce.

Perché la presentazione del Wolverhampton diventi realtà deve essere accompagnata dalla maggioranza: richiede il sostegno di altre 13 istituzioni (voto 14-6).

Il Wolverhampton Wanderers ha bisogno di 14 voti perché la sua presentazione diventi realtà (Foto: Reuters/Carl Recine)

Secondo lui Volteil club che occupa il 13° posto nell’attuale torneo ha evidenziato una serie di ripercussioni che il VAR ha generato a partire dal suo inserimento tra quelli che elencano i “l’impatto sui festeggiamenti del gol e la passione spontanea che rende speciale il calcio” onda “Frustrazione e confusione negli stadi per i lunghi controlli VAR e la scarsa comunicazione”.

Analizzano anche che esiste un “Ambiente più ostile con le proteste” e che il VAR “ha superato il suo scopo originale di correggere errori chiari ed evidenti”. Allo stesso tempo che c’è a “Diminuzione della responsabilità degli arbitri in campo, a causa della rete di sicurezza del VAR, che porta ad un’erosione dell’autorità in campo”.

Nell’ampio elenco di argomenti che insistono sul fatto che esistano “errori continui” oltre il VAR, “interruzione del ritmo veloce” che caratterizza il Premier e “l’erosione della fiducia e della reputazione” nei procedimenti arbitrali.

Settimane fa, il Lega svedese ha deciso di respingere l’attuazione del VAR: 18 dei 32 istituti partecipanti nelle due categorie principali erano contrari allo strumento tecnologico. Nonostante ciò costituisca un precedente, la decisione della Premier League potrebbe avere un impatto maggiore perché avrà risonanza a tutte le latitudini.

L’errore del VAR nel gol annullato a Luis Díaz

Nell’ottobre 2023, uno dei più grandi scandali legati al VAR in Inghilterra si verificò quando fu annullato un gol di Luis Díaz per fuorigioco nel duello tra Tottenham e Liverpool, che, come se non bastasse, si concluse con una sconfitta per 2-1 per le squadre. . Rossi. La scarsa comunicazione tra la cabina dell’arbitro e il giudice di campo ha portato all’annullamento di un gol che era legale quando la partita era ancora 0-0. A seguito di questo evento, ad aprile è stato annunciato che la Premier League avrebbe implementato il fuorigioco semiautomatico.

L’International Football Association Board (IFAB), incaricato di regolamentare le regole del gioco, chiarisce che il VAR può interferire solo in errori evidenti o incidenti gravi che vengono omessi: il suo regolamento copre gol, rigori, cartellini rossi diretti o errori di identità.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Farías lo annoiava? Il giocatore americano confessa che non vuole più andarsene
NEXT L’immagine preoccupante di Novak Djokovic nel suo ultimo match: “Non è bello soffrire così in campo”