Meguetounif vince a Imola e Campos Racing sale sul podio; La boa risale ai punti

Meguetounif vince a Imola e Campos Racing sale sul podio; La boa risale ai punti
Meguetounif vince a Imola e Campos Racing sale sul podio; La boa risale ai punti

Sami Meguetounif ha ottenuto la sua prima vittoria in Formula 3 a Imola. Il francese ha coccolato le sue gomme per conquistare una vittoria davvero speciale dopo aver superato Oliver Goethe negli ultimi giri. Il tedesco, dopo la vittoria di ieri, conquista un nuovo podio per Campos Racing. Molto lodevole anche la rimonta di Mari Boya, dal fondo dello schieramento fino alla zona punti.

Venerdì la Trident ha messo a segno una storica tripletta nelle qualifiche e oggi le tre vetture della struttura italiana sono rimaste lassù. Santiago Ramos partiva dalla pole, ma dopo due giri Leonardo Fornaroli passava in testa grazie al DRS. Arvid Lindblad, insieme all’altra vettura verniciata Red Bull, quella di Goethe, avanzava di diverse posizioni.

Goethe, vincitore ieri dopo il rigore a Noel León, si è permesso addirittura di sognare una doppia vittoria dopo aver superato Meguetounif e piazzarsi terzo. Il tedesco ha iniziato a mettere pressione a Ramos alla ricerca del secondo posto. Più indietro, Gabriele Minì ha iniziato la sua personale rimonta dalla dodicesima posizione dopo averne perse sei in partenza.

Il ritmo di Goethe era innegabile e non ha mostrato pietà con Ramos avanzando al secondo posto. Nell’attacco a Fornaroli alla ricerca del comando, l’italiano ha avuto un piccolo problema al motore che lo ha fatto retrocedere al quinto posto. Ha esaurito la potenza alla fine del rettilineo, ma dopo pochi secondi è riuscito a riprendere il ritmo e a guidare di nuovo normalmente.

Goethe ha dato tutto per cercare la seconda vittoria del weekend e Ramos cominciava già a soffrire. Il messicano è stato superato da Meguetounif e ha sofferto anche con Fornaroli che era risalito al quarto posto dopo aver vinto la partita contro Lindblad. Minì, dal canto suo, era già ottavo, ma il Prema non aveva il passo per molto di più.

Nella prima metà di gara molto lodevole la rimonta di Boya, già in quattordicesima posizione. Lo spagnolo ha compiuto ottimi sorpassi e non è rimasto molto indietro nella zona punti. Inoltre, è stata comminata una penalità di dieci secondi a León, che era decimo, per aver lanciato fuori pista Tim Tramnitz.

Lindblad ha perso molto terreno e nel giro di quattro giri ha perso altre tre posizioni finendo all’ottavo posto. Il giovane inglese era già peggio del Prema e i suoi ultimi giri sarebbero stati sofferti. Un altro in difficoltà è stato Ramos, già sceso dal podio e attaccato da Luke Browning.

Goethe e Browning hanno fatto eccezione alla regola di Prema e Trident nelle prime sei posizioni. Non c’è voluto molto perché il britannico superasse Ramos portandosi al quarto posto e iniziando a guardare verso il podio. Più indietro, Dino Beganovic e Minì hanno cercato di continuare a progredire per continuare a minimizzare i danni nella lotta per il campionato.

Boya, con i sorpassi su Tramnitz e León, era già undicesimo, a una sola posizione dalla zona punti. Lo spagnolo aveva Laurens van Hoepen nel mirino e non ha avuto bisogno di due giri per superarlo. Insieme a Martinius Stenshorne, entrambi hanno fatto bellissime rimonte fino alla zona punti.

A differenza della Formula 2, le vetture di Formula 3 si sono rivelate ideali per correre all’Autódromo Enzo e Dino Ferrari. Su questo circuito si potevano sorpassare bene ed è stata una gara molto impegnativa, nella quale avremmo visto ancora una volta una lotta per la vittoria. Goethe ha messo troppa pressione sulle gomme nella prima metà di gara e ne avrebbe pagato le conseguenze nei confronti di un Meguetounif che aveva curato maggiormente le gomme.

A cinque giri dalla fine Meguetonif supera Goethe in pista e ha già tra le sopracciglia la sua prima vittoria in Formula 3. Con il francese sempre più vicino alla vittoria, il tedesco vede già negli specchietti retrovisori Fornaroli in un’interessante lotta per il futuro. del Campionato. Dietro Browning girava comodamente al quarto posto, con Beganovic e Minì a un secondo di distanza. Ramos è sceso al settimo posto, per lui si profilava una fine dolorosa.

Alla fine non è cambiato nulla, Meguetounif ha tagliato per primo il traguardo conquistando la vittoria e Goethe ha tenuto a bada Fornaroli per essere secondo. L’italiano è arrivato terzo nella gara di casa, con Browning quarto, non troppo lontano da loro. Beganovic è quinto e Minì sesto ed entrambi arriveranno in campionato a pari merito con Monaco.

Lindblad ha superato Ramos portandosi al settimo posto e il messicano, infine, si è piazzato ottavo, accusando fortemente il calo di rendimento delle gomme nel tratto finale. Boya, con una grande rimonta dalla ventisettesima posizione, ha aggiunto due buoni punti tagliando il traguardo nono. Sebastián Montoya ha preso l’ultima unità dopo un rigore su Stenshorne.

RISULTATI GARA 2 – IMOLA 2024

POS. PILOTA ATTREZZATURA TEMPO v.
1. Sami Meguetounif Tridente 35’12″897 22
2. Oliver Goethe Campi +2″791 22
3. Leonardo Fornaroli Tridente +3″368 22
4. Luca Browning Ciao tecnologia +3″686 22
5. Dino Beganovic Prema +5″724 22
6. Gabriele Mini Prema +6″972 22
7. Consigliamo Lindblad Prema +11″575 22
8. Santiago Ramos Tridente +12″736 22
9. Mari Boya Campi +13″098 22
10. Sebastiano Montoya Campi +14″769 22
undici. Tim Tramnitz MP +18″634 22
12. Sofia Floersch VAR +21″658 22
13. Laurens van Hoepen ARTE +22″654 22
14. Martinius Stenshorne Ciao tecnologia +23″516 22
quindici. Kapcer Sztuka MP +23″554 22
16. Alessandro Dunne MP +24″295 22
17. Matías Zagazeta Jenzer +25″720 22
18. Cian Shields Ciao tecnologia +29″529 22
19. Noël Leon VAR +30″045 22
venti. Cristiano Mansell Ciao tecnologia +31″500 22
ventuno. Max Esterson Jenzer +32″271 22
22. Giosuè Dufek P.H.M. +35″023 22
23. Piotr Wisnicki Rodin +37″753 22
24. Charlie Würz Jenzer +40″316 22
25. Giuseppe Loak Rodin +40″585 22
26. Nikola Tsolov ARTE +42″360 22
27. Tasanapol Inthraphuvasak P.H.M. +51″428 22
28. Tommy Smith VAR +59″188 22
29. Callum Voisin Rodin +1’16″623 22
RET. Nikita Bedrin VAR venti
 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il giornalista Andrea Guerrero è stato eletto nuovo presidente di Win Sports
NEXT Lionel Messi ha incrociato Mbappé e lo ha colpito forte