I club brasiliani aumentano il fatturato del 28,2% nel 2023, fino a 1.830 milioni

I club brasiliani aumentano il fatturato del 28,2% nel 2023, fino a 1.830 milioni
I club brasiliani aumentano il fatturato del 28,2% nel 2023, fino a 1.830 milioni

Il campionato brasiliano aumenta le sue entrate. I venti club che compongono la Prima Divisione brasiliana, il Brasileirão de Serie A, Hanno chiuso la stagione 2022-2023 con un fatturato complessivo di 1.831 milioni di dollariil 28,2% in più rispetto all’anno precedente, secondo i dati rilevati dalla società di consulenza Sports Value.

Dati della scorsa stagione Sono ancora lontani da quelli registrati nel 2012-2013, quando la concorrenza fatturava 2,43 miliardi di dollari. Si tratta però del quinto posto più alto nelle ultime dieci stagioni, dietro solo al 2012-2013 (2.430 milioni), 2011-2012 (2.190 milioni), 2013-2014 (2.010 milioni) e 2010-2011 (1.980 milioni).

Per quanto riguarda i club, Il Clube de Regatas do Flamengo è stato l’unico ad aver superato la barriera dei 200 milioni di dollari di fatturato le ultime due stagioni: 225 milioni nel 2021-2022 e 280 milioni di dollari nel 2022-2023.

Da parte loro, lo Sport Club Corinthians Paulista e la Sociedade Esportiva Palmeiras sono i club che chiudono la stagione primi 3 delle squadre con redditi più alti sia nel 2021-2022 che nel 2022-2023. La squadra presieduta da Augusto Melo ha chiuso l’ultimo anno con 191 milioni di dollari, il 28,2% in più rispetto alla stagione precedente, mentre la società guidata da Leila Pereira ha fatturato nella scorsa stagione 185 milioni, il 12,8% in più.

Per quanto riguarda l’aumento del reddito, Vasco da Gama, Botafogo de Futebol e Regatas ed Esporte Clube Bahia sono le tre squadre con il più alto tasso di variazione tra le stagioni. La prima ha aumentato i propri ricavi del 184,6%, passando da 26 a 74 milioni; il secondo, 172,4%, da 29 milioni a 79 milioni, e il terzo, 89,5%, da 19 milioni a 36 milioni.

Da parte loro, Coritiba Foot Ball Club e Ceará Sporting Club sono le uniche delle venti squadre del Brasileirão ad aver tagliato i propri introiti tra le due campagne, nello specifico, rispettivamente del 35,5% e del 18,2%.

Nel suo obiettivo di crescita, la competizione brasiliana ha guardato alla Premier League per replicare la sua strategia, applicando una serie di riforme. Stanno cercando attrarre nuovi sponsor, accelerare la vendita di accordi di marketing, commercializzare collettivamente i diritti televisivi e attrarre capitali sull’onda degli investimenti da parte di potenze come l’Arabia Saudita.

In questo modo, le venti squadre in gara intendono far lievitare il proprio fatturato nel breve periodo fino a raggiungere i 3,4 miliardi di dollari, quasi il doppio rispetto a quello registrato nel 2022-2023.

Il campionato brasiliano di Serie A, noto come Brasileirão, è la massima categoria del calcio brasiliano e la principale competizione per club del Paese. Organizzata dal 1959 senza interruzioni, si chiamava originariamente Taça Brasil e divenne nota con il nome attuale nel 1989. Dal 2006 è composta da venti squadre e si svolge tra aprile e dicembre.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV L’autobus dall’Italia aspetta ancora Vialli
NEXT Musiala, il primo giocatore a segnare due gol a Euro 2024