Giocatore del Manchester City, escluso dalla festa scudetto: cercava la rissa

Giocatore del Manchester City, escluso dalla festa scudetto: cercava la rissa
Giocatore del Manchester City, escluso dalla festa scudetto: cercava la rissa

I festeggiamenti della squadra sono iniziati domenica e si sono conclusi lunedì. Uno di loro è stato licenziato presto.

Il Manchester City si è laureato campione della Premier League per la quarta stagione consecutiva, confermandosi la migliore squadra inglese dell’ultimo decennio (7 titoli di Premier e 2 titoli di FA Cup).

Così, quelli guidati da Pep Guardiola hanno deciso di festeggiare in grande, e si sono incontrati in un esclusivo ristorante-bar (Fénix) per organizzare una festa indimenticabile ed epica.

Lunedì la stampa inglese ha riportato quanto accaduto durante la celebrazione privata della squadra “cittadina”. C’erano immagini di giocatori come Erling Haaland o Jack Grealish in completo stato di ubriachezza, poiché a fine stagione tutto era permesso.

Tuttavia, uno dei calciatori allenati da Pep Guardiola è stato espulso dal campo poche ore prima dei suoi compagni di squadra. Il motivo: la sicurezza lo ha portato fuori perché cercava una rissa.

Secondo il rapporto di SplashNews.comVerso le 4 del mattino (ora inglese), diversi addetti alla sicurezza del bar-ristorante hanno fatto fuori Scott Carson, terzo portiere del City, che ha 38 anni.

Carson avrebbe provato a litigare con uno dei presenti alla festa, quindi prima che le cose peggiorassero, hanno deciso di rimandarlo a casa presto. Mentre il resto dei suoi compagni ha cominciato a partire dopo le 5 del mattino.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

NEXT Marcela Gómez ha rivelato il motivo della partenza di Daniela Henao dall’America