Il messicano Pérez de Lara debutterà nella NASCAR Trucks con il leggendario marchio

Il messicano Pérez de Lara debutterà nella NASCAR Trucks con il leggendario marchio
Il messicano Pérez de Lara debutterà nella NASCAR Trucks con il leggendario marchio

Il pilota messicano Andrés Pérez de Lara debutterà nella NASCAR Trucks, categoria nazionale e sede della NASCAR Cup


Il pilota messicano Andrés Pérez de Lara debutterà il 1 giugno a St. Louis nella categoria nazionale Camion NASCARma non solo, il 19enne riporterà come sponsor il marchio Herdez, i cui colori sono stati leggendari nell’automobilismo messicano nel Indycar, CART, auto da campione e innumerevoli campionati nazionali.

Pérez de Lara attualmente gareggia con il team Rev nell’intera stagione del Serie ARCA Menardsanche categoria di sviluppo di NASCARin cui è l’attuale leader del campionato.

Ciò ha spinto il team Spire Motorsports a guardarlo per dargli l’opportunità, a bordo del pick-up numero 7, di iniziare il suo viaggio al World Wide Technology Raceway di St. Louis, in quella che sarà, per il momento, una gara unica, in la categoria che alimenta la NASCAR Cup.

“È un’opportunità molto importante che sono pronto a sfruttare, perché abbiamo 20 minuti di prove, dobbiamo adattarci alla ripresa. Per questo stiamo lavorando, studiando, simulando, tutto alla mia portata.

“Significa di più avere il progetto di avere il marchio Herdez negli Stati Uniti, il loro ritorno dopo tanto tempo negli sport motoristici e rappresentare loro e il Messico nel migliore dei modi”, ha detto Andrés Pérez de Lara in un discorso via Zoom. dove ha spiegato il suo rapporto con lo sponsor che ha portato a livello internazionale grandi esponenti messicani come Carlos Guerrero, Michel Jourdain e Mario Domínguez.

Intervistato da ESPN, Andrés Pérez de Lara ha raccontato il suo percorso quasi fortuito verso le corse di stock car più competitive al mondo.

Durante la pandemia di COVID-19, tutte le attività sportive in presenza sono state sospese. Andrés era un pilota di Formula 4, insieme a suo fratello Pablo, ed era disoccupato quando si è aperta l’opportunità di partecipare alle SIM race (gare professionali con simulatori online). contro tutti i piloti della NASCAR Mexico.

Andrés Pérez de Lara è entrato all’ultimo minuto e come sostituto di qualcuno che non poteva partecipare e ha vinto la gara, cosa che ha subito attirato l’attenzione di tutti.

Gli altri piloti della NASCAR sostenevano che non apparteneva alla serie e che quindi non avrebbe potuto correre di nuovo nella loro serie virtuale, ma il suo lavoro non è passato inosservato a Jimmy Morales, direttore della Escudería Telmex, che lo ha invitato a far parte della squadra di quella categoria.

“Ero in F4 quando è arrivata l’opportunità di fare la gara della NASCAR Mexico al simulatore, e ho vinto quella gara, la prima, quindi attraverso la Escudería Telmex ho l’opportunità di entrare nella categoria Truck, ho vinto il campionato di NASCAR Trucks , Vado al NASCAR Challenge, vinco anche il campionato lì e si presenta l’opportunità di venire negli Stati Uniti per fare un test nel programma Drive for Diversity della NASCAR, rimango, saliamo all’ARCA, buoni risultati ;NASCAR Messico, buono risultati, è un effetto valanga e nel giro di pochi anni siamo già concentrati al 100% sulla NASCAR”, ha affermato Pérez de Lara.

Gli obiettivi del messicano sono passare definitivamente ai Trucks, poi alla Xfinity Series e raggiungere la NASCAR Cup e seguire le orme di Daniel Suárez, originario di Monterrey che ha vinto due gare nella categoria regina negli Stati Uniti, l’ultima ad Atlanta , quest’anno .

“A breve termine, otteniamo un buon risultato in questa gara di Gateway che ci inaugura nella categoria. Nel medio termine, vinci il campionato ARCA e ottieni un posto in una serie nazionale, che sia Trucks o Xfinity, e l’obiettivo è raggiungere la NASCAR Cup”, ha detto il pilota il cui idolo è Jeff Gordon.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Schneider solleva Blue Jays vs. Pirati con HR d’oro nel 14°
NEXT Il giocatore della Nazionale dell’Ecuador arriva alla Lega Betplay: è un dato di fatto